PROBABILI FORMAZIONI POLONIA OLANDA/ Quote: Depay la certezza degli Orange

- Claudio Franceschini

Probabili formazioni Polonia Olanda: le quote per il pronostico e le scelte dei due CT per la partita valida per la sesta giornata della Nations League, gli orange sperano nella semifinale.

qualificazioni mondiali Olanda
Risultati qualificazioni mondiali: l'Olanda (Foto LaPresse)

PROBABILI FORMAZIONI POLONIA OLANDA: MEMPHIS DEPAY LA CERTEZZA

Per le probabili formazioni di Polonia Olanda, Frank De Boer si affida al suo leader Memphis Depay: nelle ampie rotazioni dell’attacco orange il ventiseienne del Lione rimane il punto fermo. Che venga utilizzato come centravanti tattico – in passato – o da esterno, ruolo naturale, Depay resta sempre il fiore all’occhiello del tridente o del reparto offensivo dell’Olanda: con la sua nazionale ha giocato 58 partite segnando 20 gol, e nel 3-1 alla Bosnia ha colmato un digiuno che durava da oltre un anno firmando dunque la sua prima rete in Nations League. Dopo essere esploso al Psv Eindhoven, Depay ha avuto la grande occasione di vestire il rosso del Manchester United; tuttavia ha fatto male (7 gol in 53 gare) in una squadra già in forte calo dopo l’addio di Sir Alex Ferguson, a gennaio 2017 ha salutato tutti (mancando la vittoria in Europa League) e si è trasferito al Lione, dove finalmente ha trovato la sua giusta dimensione. Questa sera spera che un suo gol regali all’Olanda la qualificazione alla Final Four della Nations League, ma purtroppo per lui e l’Olanda non dipende soltanto da quello che succederà a Chorzow… (agg. di Claudio Franceschini)

POLONIA OLANDA: IL DUELLO AL CENTRO

Un potenziale duello che animerà le probabili formazioni di Polonia Olanda potrebbe essere quello di centrocampo: non è ancora detto che i due CT punteranno su di loro ma intanto Karol Linetty e Frenkie De Jong sono pronti. Conosciamo molto bene entrambi: il polacco, classe ’95, è arrivato in Italia quando aveva 21 anni e per quattro stagioni ha vestito la maglia della Sampdoria, diventando giocatore di fiducia di Marco Giampaolo che non a caso lo ha portato al Torino. Una mezzala che con Claudio Ranieri ha anche imparato a fare l’esterno, e che in realtà può giocare ovunque: sabato sera a Reggio Emilia Jerzy Brzczek lo ha schierato sulla trequarti alle spalle di Robert Lewandowski. Frenkie De Jong è appunto uno dei giocatori di cui parlavamo in precedenza: ha vinto il premio UEFA come miglior giovane della stagione, è un centrocampista di regia con enorme qualità, segna poco ma dà ordine nella zona nevralgica del campo. E’ alla sua seconda stagione nel Barcellona, dove non ha ancora preso in mano la situazione (non del tutto) ma resta un elemento imprescindibile, tanto più che adesso in panchina è arrivato il suo connazionale Ronald Koeman. (agg. di Claudio Franceschini)

IL PROTAGONISTA

Come protagonista potenziale nelle probabili formazioni di Polonia Olanda citiamo Ryan Gravenberch. Non sappiamo ancora se sarà messo in campo da Frank De Boer: dovesse essere così, arriverebbe per lui l’esordio assoluto con la nazionale maggiore. E’ la sua prima convocazione, ma contro la Bosnia è rimasto in panchina: stiamo parlando di un classe 2002, ennesimo gioiello prodotto dal settore giovanile di un Ajax che, dopo aver fornito alla nazionale e alle big europee elementi come De Ligt, Frenkie De Jong e Van De Beek solo per citare l’ultima tornata, ora ci sta riprovando con elementi che si chiamano Antony, Perr Schuurs e Jurgen Ekkelenkamp. E, appunto, Gravenberch che sembra essere il più pronto: Erik Ten Hag lo schiera stabilmente come titolare, si tratta di un centrocampista centrale dotato di grande fisico che qualcuno ha paragonato a Paul Pogba, che in effetti ricorda per la falcata e le lunghe leve anche se poi ha più compiti di regia che di inserimenti senza palla nell’area avversaria. Un elemento che la Juventus e tante altre grandi d’Europa stanno seriamente sondando: questa sera Gravenberch potrebbe timbrare la prima presenza con l’Olanda, lanciando definitivamente la sua carriera. (agg. di Claudio Franceschini)

PROBABILI FORMAZIONI POLONIA OLANDA: CHI SCENDE IN CAMPO?

Con le probabili formazioni di Polonia Olanda parliamo della partita che chiude l’impegno per le due nazionali nella fase a gironi di Nations League 2020-2021: si gioca alle ore 20:45 di mercoledì 18 novembre presso Chorzow, e gli Orange sperano che la corsa non si fermi qui perché, con la vittoria netta sulla Bosnia, si sono mantenuti ad un punto di distanza dall’Italia e dunque potrebbero qualificarsi ancora per la Final Four, a patto però che prendano i 3 punti stasera a differenza degli azzurri. Ipotesi complessa, anche se la Polonia è fuori dai giochi: ad un certo punto la nazionale dell’Est Europa era prima in classifica nel gruppo 1, ma ha perso a Reggio Emilia senza appelli e dunque ha dovuto abbandonare le speranze con un turno di anticipo. Andiamo allora a studiare le possibili mosse da parte dei due Commissari Tecnici, mentre aspettiamo che la partita prenda il via leggiamo insieme le probabili formazioni di Polonia Olanda.

QUOTE E PRONOSTICO

L’agenzia Snai ha fornito un pronostico su Polonia Olanda: andiamo quindi a vedere cosa ci dicono le quote per questa partita di Nations League. Il segno 1 per la vittoria della nazionale padrona di casa vi farebbe guadagnare 3,40 volte quanto puntato, per contro il segno 2 che identifica l’affermazione esterna vale 2,10 volte quanto messo sul piatto. Con il pareggio, eventualità regolata dal segno X, la vostra vincita ammonterebbe invece a 3,45 volte l’importo investito con questo bookmaker.

PROBABILI FORMAZIONI POLONIA OLANDA

GLI 11 DI BRZCZEK

Fuori dai giochi, in Polonia Olanda Jerzy Brzczek potrebbe aprire al turnover: in porta ci aspettiamo che Fabianski prenda il posto di Szczesny, in mezzo alla difesa potrebbe esserci riposo per il veterano Glik che sarebbe sostituito da Walukiewicz, mentre sulle corsie laterali i prescelti questa volta possono essere Kedziora a destra e Rybus a sinistra. Modifiche di assetto anche a centrocampo, con l’arretramento di Linetty a fare coppia con Moder: sarebbe questo un sistema per dare una maglia da titolare a Zielinski, che certo può agire in mediana ma dà la sensazione di trovarsi meglio qualche passo più avanti. A fargli compagnia, partendo larghi nella loro posizione, ecco Szymanski e Grosicki; tuttavia sulla corsia destra potrebbe essere destinato Milik, con Piatek a fare da centravanti. Sarà allora probabile panchina per Robert Lewandowski, che comunque potrebbe avere un cameo nel secondo tempo.

LE SCELTE DI DE BOER

Frank De Boer può affrontare Polonia Olanda con una formazione simile a quella che ha battuto la Bosnia: in porta sarà confermato Krul, davanti a lui Hateboer si candida a tornare titolare mentre a sinistra può giocare Van Aanholt, con una coppia centrale che sarà nuovamente formata da De Vrij e Daley Blind. Al centro del campo, qualora si giocasse ancora con il 4-2-1-3, Van De Beek può sperare nel posto da trequartista unico; in questo caso allargherebbe la sua posizione Wijnaldum (doppietta domenica) per giocare a destra al posto di Berghuis, con Depay confermato sulla corsia mancina e Luuk De Jong da prima punta. Alternative per la zona avanzata sono ovviamente Malen e Promes; non è escluso poi che in mezzo al campo, dove lo stesso Van De Beek può avere un posto, venga dato spazio al giovanissimo Gravenberch che è già cercato da mezza Europa.

IL TABELLINO

POLONIA (4-2-3-1): Fabianski; Kedziora, Walukiewicz, Bednarek, Rybus; Linetty, Moder; Milik, Zielinski, Grosicki; Piatek. Allenatore: Jerzy Brzczek

OLANDA (4-2-3-1): Krul; Hateboer, De Vrij, Daley Blind, Van Aanholt; F. De Jong, Gravenberch; Van De Beek; Wijnaldum, L. De Jong, Depay. Allenatore: Frank De Boer

© RIPRODUZIONE RISERVATA