Probabili formazioni Real Madrid Manchester City/ Quote: Sterling in primo piano

- Mauro Mantegazza

Probabili formazioni Real Madrid Manchester City: le ultime notizie circa moduli e titolari per la partita d’andata degli ottavi di finale di Champions League al Santiago Bernabeu

Bale e Asensio Real Madrid
Gareth Bale (Foto LaPresse)

Volete un altro nome che le probabili formazioni di Real Madrid Manchester City metteranno in copertina tra i tanti grandi attaccanti? Noi scegliamo adesso di spendere qualche parola in più su Raheem Sterling, che ha fatto particolarmente bene nella fase a gironi grazie a cinque gol segnati più tre assist, che ci ricordano come questo giocatore del Manchester City sia preziosissimo per Pep Guardiola sia come marcatore sia come rifinitore per i gol dei compagni di squadra. Per la precisione, la media gol è di una rete segnata ogni 82 minuti giocati in Champions League, perché dobbiamo ricordare che – pur essendo sceso in campo in tutte le sei sfide del girone – Sterling ha giocato solamente 411 minuti, il che rende davvero impressionante il dato dei cinque gol più tre assist. In particolare, Sterling fu devastante contro l’Atalanta e negli occhi abbiamo ancora tutti la sua mostruosa prestazione nella sfida d’andata contro la Dea: vittoria per 5-1 del Manchester City, per Raheem tre gol più due assist (poi segnò anche al ritorno a San Siro). Quella notte, possiamo dire che Sterling riuscì a toccare la perfezione calcistica… (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

FOCUS SU BALE

Tra i tanti possibili protagonisti nelle probabili formazioni di Real Madrid Manchester City scegliamo il nome di Gareth Bale, che a dire il vero non sta vivendo una stagione esaltante e cerca dunque il riscatto sul palcoscenico più prestigioso, magari approfittando di quel tocco britannico che stasera sarà portato dal Manchester City al Santiago Bernabeu. I numeri ci parlano di un totale di diciassette presenze in partite ufficiali per Gareth Bale in questa stagione con la maglia del Real Madrid, numero che essendo giunti ormai a fine febbraio non può essere considerato eccezionale e testimonia di un’altra stagione vissuta a singhiozzo dall’esterno gallese. Anche il rendimento non è molto appariscente: tre gol e due assist, nulla in Champions League dove d’altronde Bale nella fase a gironi ha collezionato appena due presenze per un totale di 100 minuti in campo. Insomma, un 2019-2020 fino a questo momento decisamente in tono minore, ma proprio per questo lo indichiamo come nome a sorpresa che potrebbe sparigliare le carte in un confronto di altissimo livello come quello che il sorteggio ha riservato a Real Madrid e Manchester City già al livello degli ottavi di Champions League. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

IL CALVARIO DI HAZARD

Lo abbiamo già detto: Eden Hazard non fa parte delle probabili formazioni per Real Madrid Manchester City. L’infortunio al perone subito dal campione belga del Real è stato un colpo durissimo, a maggior ragione perché arrivato subito prima di una settimana campale, nella quale i Blancos devono affrontare oggi il Manchester City in Champions League e domenica sera il Barcellona nel Clasico di ritorno di campionato, che avrà un peso enorme sulle sorti della Liga. D’altronde i tempi di recupero saranno molto più lunghi per Hazard, di conseguenza il Real Madrid dovrà imparare a fare a meno per diverso tempo dell’ex Chelsea, fiore all’occhiello della campagna acquisti di Florentino Perez nella scorsa estate. D’altro canto va detto che la prima stagione di Eden Hazard al Real Madrid è stata decisamente sfortunata e costellata già in precedenza da diversi problemi fisici, tanto che si contano appena quindici presenze ufficiali per il belga con il suo nuovo club. Questa discontinuità naturalmente ha pesato anche sul rendimento, così che per Hazard si contano solamente un gol più cinque assist. Numeri deludenti soprattutto in Champions League, dove il belga nella fase a gironi ha raccolto zero gol, un assist e un cartellino giallo: purtroppo per il Real Madrid, questi per Hazard potrebbero essere anche i numeri definitivi della stagione europea… (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

IL DUELLO DEI MENDY

Stesso ruolo, stesso cognome, stessa nazionalità, stessa origine e un solo anno di differenza: nelle probabili formazioni di Real Madrid Manchester City il duello naturalmente è quello tra il terzino sinistro del Real Madrid Ferland Mendy e il suo collega del Manchester City, Benjamin Mendy. Entrambi francesi di origini senegalesi, il Mendy del Manchester City è un classe 1994 mentre il suo omonimo del Real Madrid è nato nel 1995. Oggi entrambi sono destinati ad essere titolari come terzini sinistri per Zinedine Zidane e Pep Guardiola in questo scintillante ottavo di finale di Champions League. Tra i due, il più noto a livello internazionale è sicuramente Benjamin, che vanta una maggiore esperienza anche con la Nazionale della Francia e gioca al Manchester City fin dal 2017, dopo essere passato da Olympique Marsiglia e Monaco. Per Ferland Mendy invece è stato il Lione il trampolino di lancio verso il Real Madrid, che lo ha acquistato nell’estate scorsa. In questo 2019-2020 per Benjamin Mendy si contano 13 presenze in Premier League, cinque in Champions League e due in Coppa di Lega, senza gol segnati ma con tre assist al proprio attivo. Il totale delle presenze fa venti, che curiosamente è lo stesso anche per Feralnd Mendy al Real Madrid: 15 nella Liga, tre in Champions League e due in Supercoppa di Spagna, l’unica differenza è che gli assist all’attivo del Mendy del Real Madrid sono “soltanto” due. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

INFO E ORARIO

Real Madrid Manchester City chiamerà in campo le due formazioni alle ore 21.00 allo stadio Santiago Bernabeu, palcoscenico di lusso per questo attesissimo ottavo di finale della Champions League 2019-2020. Le suggestioni sono davvero tante per questa sfida tra chi guida l’albo d’oro della Coppa dei Campioni e cbalehi finalmente vuole salire sul tetto d’Europa; tra chi lotta anche nella Liga e chi invece in Premier ha dovuto alzare bandiera bianca; inoltre per Pep Guardiola sarà più di un derby e per il Manchester City c’è il peso ulteriore dell’esclusione dalle Coppe europee per le prossime due stagioni. Può bastare così: andiamo allora a scoprire tutte le notizie sulle probabili formazioni di Real Madrid Manchester City a poche ore dalla partita.

QUOTE E PRONOSTICO

Diamo nel frattempo uno sguardo anche al pronostico su Real Madrid Manchester City: le quote fornite dall’agenzia di scommesse Snai indicano che gli inglesi sono favoriti, avendo un valore di 2,40 volte la puntata sul segno 2. Tuttavia la partita del Bernabeu è in realtà in equilibrio visto che il segno 1 per l’affermazione dei blancos vi farebbe guadagnare 2,75 volte quanto messo sul piatto. Il pareggio, naturalmente segno X, regalerebbe infine una vincita corrispondente a 3,65 volte la vostra giocata.

PROBABILI FORMAZIONI REAL MADRID MANCHESTER CITY

LE MOSSE DI ZIDANE

Parlando delle probabili formazioni di Real Madrid Manchester City, l’infortunio di Eden Hazard sarà sicuramente pesante per Zinedine Zidane, che già non ha mai avuto a disposizione Asensio in questa stagione. Il belga dovrà stare ai box per due mesi e dunque in questa stagione rivedrà la Champions League solo se il Real Madrid riuscisse a fare tanta strada anche senza di lui. Nel modulo che sarà il solito 4-3-3 di conseguenza nel tridente offensivo troverà spazio Bale, che affiancherà la prima punta Benzema e Isco, esterno dall’altra parte. A centrocampo invece ci sono ottime possibilità per Federico Valverde, ormai titolare in modo abbastanza stabile a discapito di uno tra Modric e Kroos, visto che Casemiro è inamovibile per Zidane davanti alla difesa dando ordine ed equilibrio alla squadra. Il reparto arretrato del Real Madrid infine sarà ovviamente comandato dal capitano Sergio Ramos, al cui fianco agirà l’altro centrale Varane; in porta Courtois, mentre Carvajal a destra e Ferland Mendy a sinistra saranno i due terzini titolari per i Blancos.

LE SCELTE DI GUARDIOLA

Notizie sicuramente migliori per Pep Guardiola nelle probabili formazioni di Real Madrid Manchester City, perché il tecnico dei Citizens ritrova Sterling e Leroy Sané, anche se il tedesco non è al top e andrà al massimo in panchina come potenziale jolly di lusso. Discorso diverso invece per Sterling, perché l’inglese dovrebbe essere titolare nel tridente che sarà completato da Bernardo Silva (in vantaggio su Mahrez) e Aguero, favorito su Gabriel Jesus: i dubbi però come si può vedere non mancano, attenzione allora alle sorprese in extremis. Modulo 4-3-3 proprio come il Real, a centrocampo per il Manchester City Rodri dovrebbe nuovamente trovare spazio come playmaker basso davanti alla difesa, con De Bruyne mezzala d’assalto e uno tra David Silva e Gundogan a completare la mediana a tre. Infine uno sguardo anche alla difesa del City: davanti al portiere Ederson ci saranno Fernandinho e Otamendi a comporre la coppia centrale, mentre Walker è in vantaggio su Cancelo per la fascia destra ed infine Benjamin Mendy sarà il terzino titolare sulla corsia mancina.

IL TABELLINO

REAL MADRID (4-3-3): Courtois; Carvajal, S. Ramos, Varane, F. Mendy; Kroos, Valverde, Casemiro; Bale, Benzema, Isco. All. Zidane.

MANCHESTER CITY (4-3-3): Ederson; Walker, Fernandinho, Otamendi, B. Mendy; De Bruyne, Rodri, D. Silva; B. Silva, Aguero, Sterling. All. Guardiola.

© RIPRODUZIONE RISERVATA