PROBABILI FORMAZIONI SALERNITANA ROMA/ Diretta tv, Abraham è già una certezza

- Claudio Franceschini

Probabili formazioni Salernitana Roma: diretta tv, le scelte di Castori e Mourinho per la partita valida per la seconda giornata nel campionato di Serie A, squadre in campo all’Arechi.

Veretout Shomurodov Roma abbraccio twitter 2021 1 640x300
Probabili formazioni Salernitana Roma, Serie A 2^ giornata (da Twitter @OfficialASRoma)

PROBABILI FORMAZIONI SALERNITANA ROMA: ATTACCO

La granitica certezza nell’attacco delle probabili formazioni di Salernitana Roma si chiama Tammy Abraham: José Mourinho lo ha lanciato titolare già contro la Fiorentina, nonostante fosse arrivato da pochi giorni, e l’attaccante inglese ha risposto presente firmando due assist, e giocando una prestazione degna di nota. Abbiamo sempre detto che è lui la prima scelta senza discussioni, dunque Borja Mayoral e Eldur Shomurodov dovranno aspettare il loro turno; alle spalle di Abraham bisogna sostituire lo squalificato Nicolò Zaniolo e a farlo sarà Stephan El Shaarawy, che tendenzialmente dovrebbe giocare a sinistra con Henrih Mkhitaryan a destra (ma potrebbe essere il contrario).

Lorenzo Pellegrini viene confermato al centro di questa linea; per la sua Salernitana Fabrizio Castori punta nuovamente sull’accoppiata Milan Djuric-Federico Bonazzoli, quest’ultimo ha iniziato benissimo la stagione e allora a preoccuparsi di dover confermare la maglia da titolare è il veterano bosniaco, perché nel corso del calciomercato estivo alla corte campana è arrivato un certo Nwanwko Simy che l’anno scorso ha segnato 20 gol in Serie A con il Crotone, e negli ultimi tre campionati con gli squali è a quota 54 in 108 gare. Un biglietto da visita niente male, chissà che possa risultare decisivo contro la Roma… (agg. di Claudio Franceschini)

CENTROCAMPO

Nel centrocampo delle probabili formazioni di Salernitana Roma, questa volta Fabrizio Castori potrebbe rinunciare ai due Coulibaly: il maliano Lassana va verso la panchina, mentre dovrebbe essere confermato il senegalese Mamadou. A prendere il posto di Lassana Coulibaly sarebbe allora Leonardo Capezzi; a comandare la linea mediana è pronto capitan Francesco Di Tacchio, mentre a destra va per la conferma il tunisino Wajdi Kechrida (di fatto un terzino) con Matteo Ruggeri a sinistra, quest’ultimo già più abituato a giocare esterno in un centrocampo a cinque visti i trascorsi nell’Atalanta di Gian Piero Gasperini.

José Mourinho, esattamente come per la difesa, non cambia: le sue scelte in mediana per il momento vertono sempre su Jordan Veretout, tra l’altro già grande protagonista con la doppietta all’esordio, e Bryan Cristante. Ci sarà sicuramente tempo per vedere all’opera le alternative, che sono Gonzalo Villar e Amadou Diawara: entrambi avranno i loro spazi, anche se per il momento (e considerando anche la Conference League) lo Special One ha cambiato davvero poco e potrebbe operare poco turnover pensando anche a tutta la stagione. (agg. di Claudio Franceschini)

DIFESA

Eccoci alla difesa nella lettura delle probabili formazioni di Salernitana Roma. Il reparto dei campani non è esattamente solidissimo, e infatti ha già subito tre gol a Bologna: in porta viene confermato l’esperto Vid Belec, poi c’è un ballottaggio che riguarda in particolare Luka Bogdan e Ramzi Aya con il primo che appare favorito, così da completare una linea che sarà comandata da Norbert Gyomber (un ex, anche se con la Roma ha giocato appena 6 partite) e Pawel Jaroszynski, che sarebbe un terzino di ruolo ma con la Salernitana è stato trasformato in centrale di una difesa a tre.

La Roma di José Mourinho prosegue con le sue granitiche certezze: Chris Smalling dovrebbe nuovamente alzare bandiera bianca, il favorito per sostituirlo rimane Roger Ibanez mentre vengono confermati in blocco gli altri quattro della difesa, ovvero il portiere Rui Patricio, il secondo centrale Gianluca Mancini e i due terzini che saranno Rick Karsdorp e Matias Viña aspettando (e sarà una lunga attesa) che Leonardo Spinazzola torni dall’infortunio. (agg. di Claudio Franceschini)

PROBABILI FORMAZIONI SALERNITANA ROMA: CHI GIOCA ALL’ARECHI?

Andiamo ad analizzare le probabili formazioni di Salernitana Roma, la partita che si gioca alle ore 20:45 di domenica 29 agosto e vale per la seconda giornata di Serie A 2020-2021: quali saranno le mosse di Fabrizio Castori e José Mourinho? Di sicuro lo Special One è sempre sotto i riflettori ma l’osservato di domenica sera è il suo collega, perché la Salernitana ha sfiorato l’impresa sul campo del Bologna al ritorno in Serie A dopo 22 anni, ma ha perso e, al netto della partita, sembra poco attrezzata per rimanere nella massima categoria.

Vedremo cosa sceglierà il tecnico, mentre Mourinho per adesso ha certezze granitiche che riguardano la sua Roma, sta facendo poco turnover e vuole provare a mettere in ritmo un 11 che, già vincente contro la Fiorentina domenica scorsa, possa poi affrontare le sfide più toste e importanti. Aspettando di capire come andranno le cose all’Arechi, possiamo concentrare la nostra attenzione sulle scelte che verranno operate da parte dei due allenatori, leggendo in maniera approfondita le probabili formazioni di Salernitana Roma.

DIRETTA SALERNITANA ROMA STREAMING VIDEO TV: COME VEDERE LA PARTITA

La diretta tv di Salernitana Roma viene trasmessa su DAZN, in esclusiva: il campionato di Serie A per questa stagione è appannaggio di questa piattaforma che si è assicurata i diritti, e “lascia” alla televisione satellitare (mandandole comunque in onda) tre partite per giornata. La visione sarà dunque in diretta streaming video: si potrà assistervi con l’utilizzo di dispositivi mobili quali PC, tablet e smartphone oppure sfruttando una smart tv che sia dotata di connessione a internet.

PROBABILI FORMAZIONI SALERNITANA ROMA

LE SCELTE DI CASTORI

Le probabili formazioni di Salernitana Roma ci presentano i campani schierati con il 3-5-2: non dovrebbero esserci particolari dubbi in difesa, dove l’ex Gyomber (esperienza da meteora in giallorosso) comanda un reparto che, a protezione di Belec, consta anche di Bogdan e Jaroszynski. Davanti a loro, i due laterali di centrocampo sono in realtà due terzini e dunque la Salernitana è schierata nei fatti con un reparto arretrato a cinque: a destra agisce il tunisino Kechrida, a sinistra Ruggeri arrivato dall’Atalanta che potrebbe essere determinante quest’anno.

Avremo poi Di Tacchio a comandare le operazioni dal centro del campo; quasi certo del posto Mamadou Coulibaly, mentre il suo omonimo Lassana Coulibaly potrebbe partire dalla panchina lasciando la maglia di mezzala al più esperto Capezzi. Davanti, scalpita Simy: l’ex del Crotone se la deve vedere con Djuric, mentre è più sicuro di giocare Federico Bonazzoli che ha già fatto benissimo sia in Coppa Italia che in campionato, e dunque salvo imprevisti conserverà la maglia da titolare.

LE CERTEZZE DI MOURINHO

Come anticipavamo, anche per Salernitana Roma Mourinho cambierà davvero poco: nel suo 4-2-3-1 giocheranno sostanzialmente gli stessi che hanno affrontato la partita contro la Fiorentina. L’eccezione è chiaramente Zaniolo, che è squalificato: il suo posto dovrebbe prenderlo El Shaarawy che parte favorito su Carles Pérez, e questa è l’unica licenza concessa dallo Special One rispetto all’undici di partenza. Studiamolo dunque: in porta Rui Patricio, davanti a lui sempre Ibanez per l’infortunato Smalling con Gianluca Mancini secondo centrale, poi ecco Karsdorp come terzino destro e Matias Viña che opera a sinistra.

Come mediani Veretout, autore di una doppietta alla prima giornata, e Cristante non hanno rivali anche perché la Roma potrebbe vendere uno dei giocatori alternativi entro la fine del calciomercato; abbiamo detto della trequarti che sarà completata da Lorenzo Pellegrini e Mkhitaryan, come prima punta Abraham è già stato titolare domenica scorsa e non c’è motivo per dubitare della sua maglia domani sera, anche se Shomurodov e Borja Mayoral sperano fino all’ultimo che Mourinho scelga in un altro modo.

IL TABELLINO

SALERNITANA (3-5-2): Belec; Bogdan, Gyomber, Jaroszynski; Kechrida, M. Coulibaly, Di Tacchio, Capezzi, Ruggeri; Simy, F. Bonazzoli. Allenatore: Fabrizio Castori

ROMA (4-2-3-1): Rui Patricio; Karsdorp, G. Mancini, Ibañez, Viña; Veretout, Cristante; El Shaarawy, Lo. Pellegrini, Mkhitaryan; Abraham. Allenatore: José Mourinho

© RIPRODUZIONE RISERVATA