PROBABILI FORMAZIONI SERIE A/ Le mosse di Pirlo anti Dea (31^ giornata)

- Claudio Franceschini

Probabili formazioni Serie A: le scelte e i dubbi dei tecnici in vista delle partite della 31^ giornata, in programma oggi, 18 aprile.

Adrien Silva Sampdoria lapresse 2021 640x300
Probabili formazioni Serie A, 33^ giornata (Foto LaPresse)

PROBABILI FORMAZIONI SERIE A: LE SCELTE BIANCONERE

Per le probabili formazioni di Serie A parliamo anche delle scelte che Andrea Pirlo opererà in Atalanta Juventus, decisiva o quasi per la qualificazione in Champions League. Negli ultimi anni, cioè da quando Gian Piero Gasperini allena la Dea, i bianconeri hanno tremendamente sofferto il gioco orobico al netto dei risultati raccolti; quali contromosse dunque saranno studiate dal tecnico bresciano? Intanto, Pirlo non rinuncerà al 4-4-2 e a parte Federico Bernardeschi ha tutta la rosa a disposizione; in attacco a spalleggiare Cristiano Ronaldo potrebbe esserci la novità Paulo Dybala, ma solo se la Joya dimostrerà di essere tornato pienamente in condizione (altrimenti sarà confermata la fiducia ad Alvaro Morata, tornato anche a segnare). La Juventus poi si dovrà appoggiare molto sugli esterni, così da bloccare la straripante azione laterale dell’Atalanta: in questo senso Juan Cuadrado, che potrebbe avanzare a centrocampo, e Federico Chiesa saranno decisivi nel proporsi sempre e arrivare quasi a formare un 4-2-4 in fase di possesso palla. Fondamentali, ça va sans dire, saranno a quel punto i mediani: per questo Pirlo potrebbe decidere di puntare su Rodrigo Bentancur e Arthur Melo contemporaneamente, così da avere qualità per far uscire il pallone rapidamente e con i tempi giusti, prendendo d’infilata il pressing nerazzurro che è una delle grandi chiavi di Gasperini. (agg. di Claudio Franceschini)

CONFUSIONE VIOLA

Approfondendo il discorso legato alle probabili formazioni di Serie A, parliamo adesso della Fiorentina. La stagione della Viola ancora una volta è fatta di sofferenze e lotta per la salvezza: pure, questa rosa avrebbe gli elementi per fare tutt’altro tipo di campionato. Solo sulla carta però, se pensiamo che Franck Ribéry è arrivato qui a fine carriera e dopo una stagione illuminante, ma anche condizionata dagli infortuni, ha calato sensibilmente la sua produzione. Poi ci sono gli errori di calciomercato, dalla scelta di Beppe Iachini operata dal presidente Rocco Commisso, e non da Daniele Pradè, alla scelta di José Callejon come sostituto di Federico Chiesa, quando si tratta di un giocatore splendido ma con caratteristiche del tutto diverse. Ancora, l’affidarsi a Sofyan Amrabat pensando di farne un playmaker basso, la scelta di Christian Kouamé ottima ma non supportata dall’utilizzo, l’arrivo in corsa di un Aleksandr Kokorin che il campo lo ha visto con il contagocce e al momento è come se non ci fosse. Poi l’addio di Patrick Cutrone cui non veniva concesso spazio, la cattiva gestione di Nikola Milenkovic e così via: tutto questo ha portato la Fiorentina a dover correre e sudare ancora per rimanere in Serie A, può sembrare incredibile ma è così… (agg. di Claudio Franceschini)

PROBABILI FORMAZIONI SERIE A: I DUE MOLINA

Un curioso duello che riguarda le probabili formazioni di Serie A per la 31^ giornata andrà in scena allo Scida: in Crotone Udinese si affrontano infatti i due Molina del nostro campionato. Non si tratta di parenti, anche perché hanno nazionalità diverse: Salvatore Molina, classe ’92, è un prodotto del settore giovanile dell’Atalanta ma con la Dea non ha giocato che 4 partite in Serie A all’inizio della stagione 2014-2015. Da lì, tanti prestiti – anche prima a dire il vero – passando per Carpi, Cesena, Perugia e Avellino senza mai raggiungere la Serie A. Passato a Crotone nel 2018, finalmente ha timbrato la massima categoria raggiungendo la promozione; esterno destro di ruolo, può giocare anche come mezzala o interno di centrocampo. Nahuel Molina invece è un laterale puro, classe ’98: un terzino naturale, ma che sa alzare la sua posizione e infatti nell’Udinese agisce come esterno di centrocampo. Emerso nelle giovanili del Boca Juniors, con due prestiti è riuscito a farsi le ossa nel campionato argentino; nel 2017 è stato protagonista nella Seleccion al Sudamericano Sub-20, grande vetrina internazionale, e finalmente è uscito dall’Europa per andare a giocare nella nostra Serie A. Inizialmente Luca Gotti gli ha dato poco spazio, ma in questa seconda parte di campionato Nahuel Molina sta dimostrando di poter essere un fattore in Italia. (agg. di Claudio Franceschini)

PROBABILI FORMAZIONI SERIE A: LA 31^ GIORNATA

L’appuntamento con le probabili formazioni di Serie A riguarda le partite che si giocano per la 31^ giornata: il turno inizia sabato 17 aprile e vivremo ben quattro anticipi aspettando le big, ma in termini generali possiamo dire che ci stiamo avvicinando alla conclusione della stagione e, di conseguenza, alla soluzione dei vari verdetti che sono ancora in sospeso, pur se alcune squadre sono vicine agli obiettivi o ad averli mancati.

Il nostro approfondimento qui riguarda comunque le scelte che gli allenatori opereranno per i loro undici, e dunque andremo a vedere quali siano i giocatori squalificati e quelli infortunati, i ballottaggi che ancora albergano nella mente dei tecnici e, appunto, in che modo verranno presentate le varie squadre all’appuntamento della 31^ giornata. Dunque, iniziamo subito il nostro consueto viaggio attraverso le probabili formazioni di Serie A.

PROBABILI FORMAZIONI SERIE A: CROTONE UDINESE

Con un piede e mezzo in Serie B, Serse Cosmi spera di prolungare l’attesa giocandosi le sue carte contro i friulani che invece sono sostanzialmente salvi. Nel 3-5-2 rossoblu tutte le scelte sono a disposizione: solo Benali rischia di non giocare per problemi fisici, dunque in mezzo al campo il tecnico perugino potrebbe riservare spazio a Pedro Pereira, una scelta che porterebbe Salvatore Molina a giocare come interno al fianco di Petriccione. Junior Messias farà invece il trequartista a supporto di Ounas e dello scatenato Simy, mentre in difesa Luperto appare favorito su Magallan per giocare insieme a Djidji e Golemic. Nell’Udinese, Deulofeu ha terminato in anticipo il suo campionato così come Jajalo: sfortunatissimi entrambi, Luca Gotti si affiderà ancora ad Arslan e Walace per la regia combinata mentre davanti dovrebbe confermare l’assetto con Pereyra alle spalle di Fernando Llorente. De Paul l’altra mezzala, Nahuel Molina e Stryger Larsen sulle corsie laterali partendo dal centrocampo, tutto confermato in difesa con Bonifazi e Samir a giocarsi la maglia di terzo elemento a protezione di Musso, Rodrigo Becao e Nuytinck dovrebbero essere certi del posto.

PROBABILI FORMAZIONI SERIE A: SAMPDORIA VERONA

Partita interessante a Marassi, tra due squadre che hanno filosofie diverse. Nel granitico 4-4-2 di Claudio Ranieri rientra Adrien Silva, che dunque sarà in mezzo al campo insieme a Thorsby ma dovendosi guardare dalla concorrenza del rientrante Ekdal. Dovrebbe farcela anche Quagliarella che dunque affiancherà Gabbiadini, sugli esterni i favoriti restano Candrva e Damsgaard, pronto a tornare Yoshida al centro della difesa dove farebbe coppia con Omar Colley, con Bereszynski e Augello schierati da terzini senza sorprese. Il Verona gioca con la difesa a tre: si rivede Lovato che però parte alle spalle di Dawidowicz, Ceccherini e Federico Dimarco che ormai fa stabilmente il terzo dietro, liberando la fascia sinistra per Lazovic. A destra c’è Faraoni, poi solo conferme: Miguel Veloso e Tamèze si occuperanno della zona mediana del campo, la prima punta sarà ancora Lasagna (favorito su Kalinic) con il cresciutissimo Barak e il calato Zaccagni che opereranno alle sue spalle, come trequartisti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA