PROBABILI FORMAZIONI SHAKHTAR ROMA/ Quote, Borja Mayoral in copertina

- Mauro Mantegazza

Probabili formazioni Shakhtar Roma, quote e ultime notizie su moduli e titolari per la partita di ritorno degli ottavi di Europa League (oggi 18 marzo).

El Shaarawy Roma
Probabili formazioni Shakhtar Roma: Stephan El Shaarawy (Foto LaPresse)

PROBABILI FORMAZIONI SHAKHTAR ROMA: LA PRIMA PUNTA

Infine nelle probabili formazioni di Shakhtar Roma diciamo qualcosa in più a proposito di Borja Mayoral, che sarà ancora una volta titolare al centro dell’attacco della Roma, perché Dzeko è sula via del recupero ma non verranno corsi rischi inutili in una partita che vede i giallorossi partire con tre gol di vantaggio. L’Europa League è stata nella prima parte della stagione il palcoscenico preferito per lo spagnolo, che infatti vi ha segnato ben cinque gol in nove presenze, mentre in campionato ci sono sei gol per Borja Mayoral, ma su ventuno presenze. L’ex Real Madrid confermerà anche questa sera il feeling con la Coppa? Di certo parliamo di un buon attaccante di riserva, perché la doppia cifra già raggiunta (fra campionato e Coppa) al primo anno in Italia non è di certo un dato negativo, tuttavia Borja Mayoral non sembra ancora pronto a reggere il peso di grandi aspettative e ciò è apparso evidente quando ha dovuto sostituire Dzeko fin dal primo minuto. Il cammino di crescita è più che comprensibile per un classe 1997, ma la sensazione è che la Roma abbia bisogno di qualcosa in più… (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

PROBABILI FORMAZIONI SHAKHTAR ROMA: IL JOLLY

Nelle probabili formazioni di Shakhtar Roma un ruolo importante sarà quello di Bryan Cristante, che per il suo allenatore Paulo Fonseca è un giocatore assai prezioso, in quanto utilizzabile sia in difesa sia a centrocampo. Abbiamo visto che per l’odierna partita a Kiev Cristante potrebbe essere ancora una volta utilizzato nel terzetto della retroguardia, nonostante l’infortunio di Veretout renda la Roma scoperta anche a centrocampo. In mediana tuttavia sembra probabile l’utilizzo dal primo minuto della coppia formata da Villar e Diawara, di conseguenza ecco che Cristante sembra essere ancora destinato alla difesa, dove invece c’è da supplire all’assenza di Smalling. Domenica l’ex centrocampista/difensore dell’Atalanta aveva giocato solamente mezz’ora più recupero nela sconfitta della Roma a Parma, eppure nonostante questo ridotto utilizzo Cristante fece in tempo a giocare sia in difesa sia a centrocampo, in base ai cambi di modulo scelti vanamente da Fonseca nel tentativo di rimonta: ennesima conferma al fatto che Cristante sia il jolly della Roma. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

GLI ASSENTI

Nelle probabili formazioni di Shakhtar Roma bisogna parlare anche di tre assenze molto pesanti per Paulo Fonseca, che infatti non potrà fare affidamento su Chris Smalling, Jordan Veretout ed Henrikh Mkhitaryan. Le due situazioni più preoccupanti sembrano essere quelle del centrocampista francese e del trequartista armeno, mentre per il difensore inglese la fine del tunnel sembra essere certamente più vicina. Veretout sta recuperando da una lesione posteriore tra primo e secondo grado del flessore della coscia destra e, approfittando anche della sosta, potrebbe tornare in campo nella partita contro il Sassuolo subito prima di Pasqua. Almeno una settimana in più sarà invece necessaria per vedere di nuovo in azione Mkhitaryan, la cui lesione lesione al muscolo soleo del polpaccio destro è d’altronde più recente. La speranza è di riaverlo la settimana successiva contro il Bologna, ma per entrambi un’avvertenza è d’obbligo: trattandosi di infortuni muscolari, gli imprevisti sono sempre in agguato e servirà cautela. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

SHAKHTAR ROMA: CHI SCENDE IN CAMPO STASERA?

Le probabili formazioni di Shakhtar Roma ci conducono verso la partita di ritorno degli ottavi di Europa League che si giocherà questa sera a Kiev, con i giallorossi del grande ex Paulo Fonseca che partiranno da una evidente posizione di forza dopo la bellissima vittoria per 3-0 ottenuta dalla Roma nella partita d’andata di giovedì scorso all’Olimpico. Lo Shakhtar Donetsk dunque dovrà osare, non avendo alcunché da perdere, mentre la Roma dovrà essere brava a gestire la partita senza correre rischi: sicuramente servirà una prestazione migliore rispetto a quella offerta domenica nella brutta sconfitta a Parma, ma la Roma senza ombra di dubbio possiede tutte le qualità per portare a termine la missione. Tutto questo considerato, andiamo adesso a scoprire quali sono le notizie a poche ore dalla partita sulle probabili formazioni di Shakhtar Roma.

PRONOSTICO E QUOTE

Diamo nel frattempo uno sguardo anche al pronostico su Shakhtar Roma in base alle quote dell’agenzia Snai. Regna l’incertezza tra la vittoria degli ucraini e dei giallorossi: infatti il segno 2 è quotato a 2,60 e con il segno 1 si arriva a 2,70. Più remunerativa l’ipotesi di un pareggio, perché il segno X varrebbe 3,30 volte la posta in palio.

PROBABILI FORMAZIONI SHAKHTAR ROMA

LE MOSSE DI CASTRO

Per tentare l’impresa, l’allenatore di casa Castro per le probabili formazioni di Shakhtar Roma dovrebbe confermare gran parte dell’undici titolare che abbiamo visto anche nel turno di andata, ma che certamente dovrà fare meglio rispetto a sette giorni fa a Roma. Con il 4-1-4-1 come modulo di riferimento, ecco che ci sarà Trubin a guardia dei pali dello Shakhtar Donetsk, con la coppia difensiva centrale composta da Vitao e Matvienko davanti a lui, più Dodo e Ismaily terzini. A centrocampo Maycon avrà il ruolo di regista basso davanti alla difesa, mentre agiranno qualche metro più avanti Marlos e Alan Patrick con compiti più offesivi, al pari dei due esterni Tete a destra e Taison a sinistra, tutti quanti in appoggio a Junior Moraes, il quale sarà ancora una volta l’unica punta della formazione ucraina.

LE SCELTE DI FONSECA

Per le probabili formazioni di Shakhtar Roma, non sarà semplice facile intuire le mosse di Paulo Fonseca, anche se varie assenze annunciate limiteranno la possibilità di fare turnover in vista del Napoli, prossimo avversario in campionato. Il modulo sarà il consueto 3-4-2-1 e in difesa davanti a Pau Lopez dovremmo vedere il terzetto formato da Mancini, Crostante e Ibanez, con Kumbulla possibile jolly in particolare se l’ex atalantino venisse avanzato a centrocampo. Qui, nello schieramento a quattro della mediana giallorossa, infatti si fa sentire l’assenza di Veretout: salvo avanzamenti di Cristante, dovremmo allora vedere in azione Diawara in coppia con Villar, mentre Spinazzola e Karsdorp saranno i due esterni titolari, pur con la candidatura di Bruno Peres che resta valida. Per l’attacco segnaliamo che mancherà Mkhitaryan: spazio allora per Pellegrini ed El Shaarawy sulla trequarti in appoggio a Borja Mayoral prima punta, dato che per Dzeko c’è ancora cautela.

IL TABELLINO

SHAKHTAR (4-1-4-1): Trubin; Dodo, Vitao, Matvienko, Ismaily; Maycon; Tete, Marlos, Alan Patrick, Taison; Junior Moraes. All. Castro.

ROMA (3-4-2-1): Pau Lopez; Mancini, Cristante, Ibanez; Karsdorp, Villar, Diawara, Spinazzola; Pellegrini, El Shaarawy; Mayoral. All. Fonseca.

© RIPRODUZIONE RISERVATA