PROBABILI FORMAZIONI SPAL INTER/ Diretta tv, Petagna è l’uomo in più per gli estensi

- Claudio Franceschini

Probabili formazioni Spal Inter: diretta tv, le scelte da parte dei due allenatori per la partita che si gioca al Mazza nella 33^ giornata della Serie A, squadre in campo giovedì 16 luglio.

Skriniar Inter Ndombele
Milan Skriniar (Foto LaPresse)

Nelle probabili formazioni di Spal Inter, giunti adesso a un commento sull’attacco, merita senza dubbio una citazione speciale Andrea Petagna e non solo perché contro l’Inter l’attaccante di scuola Milan della Spal potrebbe sentire aria di derby. Petagna infatti ha segnato 12 gol sui 23 totali della compagine ferrarese in campionato, il che significa che siamo oltre il 50% delle reti complessive della Spal segnate da un solo giocatore. Questo è senza dubbio uno dei principali problemi che stanno affliggendo la Spal in questo campionato di Serie A 2019-2020 che sembra ormai segnato per gli emiliani. Nessun altro giocatore ha segnato con una anche solo discreta continuità: si ricordano guizzi meravigliosi come la rete di Floccari contro il Milan, ma decisamente troppo isolati per sperare di lottare per la salvezza. Tutto ruota attorno a Petagna: l’anno scorso i 16 gol dell’ex Atalanta avevano permesso alla Spal di festeggiare la permanenza in Serie A, quest’anno salvo miracoli ciò non potrà accadere. Fatti i debiti paragoni anche l’Inter non ha troppa abbondanza e per molti mesi i soli Lukaku e Lautaro Martinez hanno tirato la carretta: senza fare paragoni irriverenti per i ferraresi, ma questo senza dubbio è stato un problema per Antonio Conte nella lotta per lo scudetto. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

IL CENTROCAMPO

A centrocampo nelle probabili formazioni di Spal Inter tengono sempre banco i problemi nerazzurri. Ad esempio, in vista della precedente partita contro il Torino ci eravamo spinti a ipotizzare un possibile ritorno di Vecino da titolare: ecco invece un riacutizzarsi dell’infiammazione al ginocchio e così l’uruguaiano non è andato nemmeno in panchina. Giocando ogni tre giorni, la situazione evidentemente non può essere adesso molto diversa e Antonio Conte deve continuare a fare di necessità virtù in un reparto davvero tormentato dai guai dal momento della ripartenza dell’attività agonistica in poi. Lo stop a Barella è stato davvero una brutta tegola, senza dimenticare che anche Brozovic ha avuto problemi e non lo abbiamo mai visto nella sua migliore versione in questa calda estate del calcio. Quanto a Sensi, sappiamo che per l’ex centrocampista del Sassuolo ormai la stagione è una vera e propria Via Crucis sportiva. La missione resta comunque difficile per la Spal del grande ex Di Biagio (a proposito di centrocampisti nerazzurri…), che dovrebbe affidarsi a Valdifiori titolare per avere più ordine e geometrie, al fianco probabilmente di Missiroli. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

IN DIFESA

Le probabili formazioni di Spal Inter per quanto riguarda la difesa inducono ad alcune riflessioni sulla retroguardia nerazzurra. Nella scorsa estate si pensava al terzetto Godin-Skriniar-De Vrij come al vero punto di forza dell’Inter, anche grazie alla presenza di Handanovic fra i pali. Se lo sloveno e l’olandese hanno fatto la loro parte (anche se dopo il lockdown nemmeno De Vrij ha giocato al meglio delle sue possibilità), il discorso è ben diverso per Godin e Skriniar. L’uruguaiano è scivolato indietro molto presto nelle gerarchie di Antonio Conte, tanto che ormai è da considerare la riserva di Bastoni (e domani sarà pure squalificato) mentre lo slovacco continua a faticare nella difesa a tre, rimanendo lontano dagli standard che nella difesa a quattro di Luciano Spalletti lo avevano consacrato come uno dei difensori più forti del panorama internazionale. Problemi che comunque la Spal del grande ex Luigi Di Biagio vorrebbe avere volentieri: i gol subiti dai ferraresi sono 58, la novità per domani sera potrebbe essere il ritorno di Felipe, rimasto in panchina domenica a Marassi, ma la missione per la Spal si annuncia in ogni caso complicata… (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

INFO E ORARIO

Studiamo le probabili formazioni di Spal Inter, partita che si gioca per la 33^ giornata del campionato di Serie A 2019-2020: al Paolo Mazza squadre in campo alle ore 21:45 di giovedì 16 giugno. Un piede ormai in cadetteria per la Spal, che nelle ultime due uscite ha incassato 5 gol senza segnarne e soprattutto non ha mai dato la sensazione di poter rialzare la testa, sia pure contro due avversarie dirette per la salvezza contro cui le motivazioni sarebbero dovute essere superiori. L’Inter sente di non aver ancora perso il treno scudetto e ci vuole credere, ma anche qui bisogna dire che la squadra nerazzurra, già prima del lockdown per Coronavirus, ha perso per strada punti preziosissimi come per esempio nei pareggi contro Sassuolo e Verona e la sconfitta interna contro il Bologna. Antonio Conte ha detto la sua (non per la prima volta) e ora va a Ferrara sapendo di dover vincere; intanto noi vediamo in che modo lui e il collega Gigi Di Biagio potrebbero disporre le loro squadre sul terreno di gioco, analizzando in maniera più approfondita le probabili formazioni di Spal Inter.

DIRETTA STREAMING VIDEO E TV: COME VEDERE LA PARTITA

La diretta tv di Spal Inter sarà trasmessa su DAZN1, canale accessibile dal decoder di Sky (al numero 209) e dunque aperto anche ai clienti di entrambe le televisioni. Come sempre ci sarà poi l’alternativa della diretta streaming video, attivando l’applicazione DAZN su dispositivi mobili come PC, tablet e smartphone o, ancora, utilizzare una smart tv che sia dotata di connessione a internet così da sfruttarne comunque lo schermo.

PROBABILI FORMAZIONI SPAL INTER

LE SCELTE DI DI BIAGIO

Per Spal Inter Di Biagio, ex importante di questa partita, spera di poter contare ancora su Zukanovic: qualora fosse così il difensore bosniaco potrebbe prendersi un posto come terzino sinistro, ripristinando dunque il modulo con reparto arretrato a quattro allargando a destra Thiago Cionek e giocando con i soliti Vicari e Bonifazi a protezione del portiere Letica. A centrocampo con questo sistema di gioco potrebbe esserci una linea a tre: Valdifiori in cabina di regia con Missiroli e uno tra Murgia e Bryan Dabo che agirebbero come mezzali, senza dimenticarsi di Lucas Castro che però potrebbe tornare utile maggiormente come trequartista in un 4-4-1-1 . In questo caso fuori un mediano e i due esterni farebbero un passo indietro, verosimilmente si tratterebbe di Strefezza e D’Alessandro anche se Reca se la può giocare; poi in attacco avremo probabilmente Petagna, ma attenzione a Floccari con un reparto classico con due prime punte schierate contemporaneamente.

I DUBBI DI CONTE

Barella e Vecino potrebbero farcela per Spal Inter, non così Sensi che resta fuori dai giochi: Antonio Conte dunque torna ad avere qualche scelta ulteriore a centrocampo, anche se poi i titolari potrebbero essere ancora Brozovic e Gagliardini per la maggiore condizione rispetto ai recuperati. In difesa Alessandro Bastoni e Skriniar proteggeranno ancora il fianco a De Vrij schierato a protezione del portiere Handanovic, quindi i due esterni che potrebbero essere Candreva e Ashley Young, senza però dimenticarsi di Biraghi per la corsia sinistra e di Victor Moses, che sembra aver recuperato e dunque potrebbe essere impiegato dal primo minuto. Sulla corsia potrebbe essere spostato Danilo D’Ambrosio che però, attualmente, è più utile come cambio dei centrali difensivi; Eriksen dovrebbe essere nuovamente destinato a giocare come trequartista, ruolo che Conte gli ha cucito addosso e grazie al quale il danese ha migliorato il proprio rendimento. Alexis Sanchez insidia la maglia di un Romelu Lukaku non al top, il belga potrebbe avere un giro di riposo favorendo l’accoppiata sudamericana con l’ex Barcellona e Lautaro Martinez.

IL TABELLINO

SPAL (4-4-1-1): Letica; Cionek, Vicari, Bonifazi, Zukanovic; Strefezza, Missiroli, Valdifiori, D’Alessandro; Castro; Petagna
A disposizione: D. Thiam, Sala, Salamon, Felipe, Tomovic, Reca, Tunjov, Murgia, B. Dabo, F. Di Francesco, Cerri, Floccari
Allenatore: Luigi Di Biagio
Squalificati:
Indisponibili: E. Berisha, Fares, Valoti

INTER (3-4-1-2): Handanovic; Skriniar, De Vrij, A. Bastoni; Candreva, Brozovic, Gagliardini, A. Young; Eriksen; A. Sanchez, L. Martinez
A disposizione: Padelli, Berni, Ranocchia, Dan. D’Ambrosio, Moses, Barella, Borja Valero, Vecino, Biraghi, R. Lukaku, Se. Esposito
Allenatore: Antonio Conte
Squalificati: Godin
Indisponibili: Sensi

© RIPRODUZIONE RISERVATA