PROBABILI FORMAZIONI SVIZZERA TURCHIA/ Quote: il flop degli attaccanti di Senol Gunes

- Claudio Franceschini

Probabili formazioni Svizzera Turchia: le quote per il pronostico e le scelte dei due CT per la partita valida per il gruppo A degli Europei 2020, i rossocrociati sperano nel secondo posto.

Shaqiri Svizzera occhiolino riscaldamento facebook 2021 1 640x300
Probabili formazioni Svizzera Turchia, Europei 2020 gruppo A (da facebook.com/EURO2020)

PROBABILI FORMAZIONI SVIZZERA TURCHIA: QUOTA 0 GOL

Analizzando le probabili formazioni di Svizzera Turchia, possiamo sicuramente notare come la nazionale di Senol Gunes entri nell’ultima partita del gruppo A agli Europei 2020 senza aver segnato. Eppure la potenza offensiva della nazionale turca non è da poco: Burak Yilmaz è stato straordinario realizzatore con le principali squadre del suo Paese prima di andare a vincere da protagonista la Ligue 1 con il Lille, qui peraltro è stato compagno di squadra di Yusuf Yazici che ricordiamo per la tripletta centrata a San Siro contro il Milan, in una Europa League in cui è stato devastante finchè il suo club è stato in corsa. Di Hakan Calhanoglu sappiamo, non è certo uno sfondareti ma un giocatore che sa mandare in porta i compagni e anche mettersi in proprio, soprattutto con tiri dalla distanza e calci di punizione. Anche Kenan Karaman vede la porta: in tre stagioni con il Fortuna Dusseldorf ha comunque segnato 16 gol in campionato, e dunque all’occorrenza può risolvere in prima persona. Eppure la Turchia è a quota zero reti in questi Europei 2020: stasera a Baku, contro la Svizzera, arriveranno finalmente i primi? (agg. di Claudio Franceschini)

SVIZZERA TURCHIA: IL PROTAGONISTA

Come protagonista nelle probabili formazioni di Svizzera Turchia vogliamo indicare Granit Xhaka: classe ’92, rappresenta al meglio l’unicità della nazionale rossocrociata visto che è in possesso anche delle cittadinanze albanese e kosovara. Della Svizzera è il capitano, e anche un giocatore imprescindibile: è lui che detta i ritmi di gioco in mezzo al campo, tutti i palloni passano dal suo piede e da questo punto di vista fa sostanzialmente quello che Remo Freuler esegue nell’Atalanta, tanto che il centrocampista della Dea in nazionale sembra sacrificato, non riuscendo ad esprimersi come nello scacchiere tattico di Gian Piero Gasperini. Xhaka, cresciuto e affermatosi nel Basilea, è andato in Bundesliga dove ha disputato quattro stagioni più che positive nel Borussia Monchengladbach, poi nel 2016 si è trasferito all’Arsenal: entrato in rotta di collisione con l’ambiente, è prossimo all’addio e come già detto nel suo futuro dovrebbe esserci la Roma, che va alla ricerca di un centrocampista con le sue caratteristiche e dunque dovrebbe averlo trovato. Xhaka intanto riuscirà a trascinare la Svizzera agli ottavi degli Europei 2020? (agg. di Claudio Franceschini)

SVIZZERA TURCHIA: BAKU TINTA DI AZZURRO

Nelle probabili formazioni di Svizzera Turchia spiccano ovviamente i giocatori impegnati nel nostro calcio, o che lo sono stati: possiamo dire che le due nazionali sono, tra quelle agli Europei 2020, quelle con la maggiore concentrazione di “italiani” in tal senso. Avevamo già detto che tra le fila dei rossocrociati possiamo contare Remo Freuler che gioca oggi nell’Atalanta, ma poi anche Ricardo Rodriguez che è al Torino – dopo essere passato dal Milan – e ancora Xherdan Shaqiri ex dell’Inter, Silvan Widmer che a lungo è stato il terzino dell’Udinese e Haris Seferovic, ex di Novara e Fiorentina. Non solo: tra poco alla lista potrebbe aggiungersi Granit Xhaka che pare ad un passo dall’accordo con la Roma, mentre Vladimir Petkovic ha vinto una Coppa Italia con la Lazio. Nella Turchia abbiamo Merih Demiral come centrale della Juventus, ex del Sassuolo dove attualmente giocano Mert Muldur e Kaan Ayhan; Hakan Calhanoglu potrebbe lasciare il Milan dopo quattro stagioni, mentre formalmente farà ritorno alla Roma Cengiz Under che era in prestito al Leicester, e del quale ora andrà definito il futuro. Alcuni di questi calciatori dunque si conoscono, vedremo come si comporteranno… (agg. di Claudio Franceschini)

SVIZZERA TURCHIA: CHI GIOCA A BAKU?

Le probabili formazioni di Svizzera Turchia ci conducono verso la partita che si gioca alle ore 18:00 di domenica 20 giugno, valida per la terza e ultima giornata nel gruppo A degli Europei 2020. L’Italia è già agli ottavi in questo girone, i rossocrociati sconfitti nettamente a Roma possono sperare ma devono chiaramente vincere con un ampio margine e poi sperare che dagli altri gironi non arrivino terze classificate migliori, a meno che ovviamente per differenza reti non superino il Galles prendendosi il secondo posto ed evitando calcoli difficili.

La Turchia è sostanzialmente eliminata, perché arrivare terzi con 3 punti, e partendo attualmente da un -5 nel quoziente gol, fa vedere in maniera parecchio complessa il passaggio del turno; Senol Gunes però provare a mettere in campo la squadra migliore per sperare nel miracolo. Aspettando che la partita si giochi, proviamo ora a capire in che modo le due nazionali potrebbero essere disposte sul terreno di gioco, leggendo insieme le probabili formazioni di Svizzera Turchia allo stadio Olimpico di Baku.

QUOTE E PRONOSTICO

L’agenzia Snai ha tracciato il suo pronostico su Svizzera Turchia, e allora possiamo andare a vedere quali siano le previsioni di questo bookmaker per la partita degli Europei 2020. Il segno 1 che identifica la vittoria dei rossocrociati vale 1,70 volte quanto messo sul piatto, per l’eventualità del pareggio – regolata dal segno X – siamo ad una vincita che ammonta a 4,00 volte la vostra giocata mentre il segno 2, per il successo della nazionale turca, vi permetterebbe di guadagnare una cifra corrispondente a 4,75 volte l’importo investito.

PROBABILI FORMAZIONI SVIZZERA TURCHIA

I DUBBI DI PETKOVIC

Per le probabili formazioni di Svizzera Turchia Vladimir Petkovic potrebbe puntare sul solito modulo ma cambiando qualcosa: l’assetto potrebbe essere quello visto a gara in corso mercoledì sera, dunque con Ricardo Rodriguez che va a fare il terzo in difesa insieme a Schar e Akanji (ma dipenderà dalle condizioni di Schar) e con Widmer e Zuber che invece correranno sulle fasce laterali. Sommer ovviamente sarà il portiere, non dovrebbe cambiare nemmeno l’assetto di centrocampo con Freuler a giocare al fianco di Granit Xhaka; davanti, con Shaqiri e Embolo confermati come trequartisti, questa volta il Commissario Tecnico dei rossocrociati potrebbe puntare dal primo minuto su Gavranovic, lasciando dunque in panchina Seferovic.

LE SCELTE DI GUNES

Per Senol Gunes il modulo da utilizzare nelle probabili formazioni di Svizzera Turchia è ancora il 4-1-4-1, e tecnicamente la squadra potrebbe essere la stessa vista contro il Galles: dunque Cakir in porta, poi Soyuncu e Ayhan a fare i difensori centrali mentre Celik e Meras corrono sulle fasce laterali (qui anche Muldur potrebbe avere spazio), Yokuslu sarebbe nuovamente il riferimento a protezione della difesa con Cengiz Under che avrebbe la conferma sulla fascia destra. Sulla linea dei trequartisti Calhanoglu dovrebbe accentrare la sua posizione e giocare al fianco di Yazici, che probabilmente sarà preferito a Tufan; poi Burak Yilmaz sempre schierato come centravanti, il laterale sinistro alto dovrebbe essere Karaman che giocherà così da titolare la terza partita degli Europei 2020.

IL TABELLINO

SVIZZERA (3-4-2-1): Sommer; Akanji, Schar, Ri. Rodriguez; Widmer, Freuler, G. Xhaka, Zuber; Shaqiri, Embolo; Gavranovic. Allenatore: Vladimir Petkovic

TURCHIA (4-1-4-1): Cakir; Celik, Soyuncu, Ayhan, Meras; Yokuslu; Cengiz Under, Yazici, Calhanoglu, Karaman; Burak Yilmaz. Allenatore: Senol Gunes

© RIPRODUZIONE RISERVATA