Pronostico Dinamo Zagabria Atalanta/ Mutti: “Ottavi possibili!” (esclusiva)

- int. Bortolo Mutti

Pronostico Dinamo Zagabria Atalanta: Bortolo Mutti ha commentato in esclusiva la grande attesa per l’esordio assoluto della Dea in Champions League, che avverrà allo Stadion Maksimir.

Gasperini Atalanta
Probabili formazioni Atalanta Napoli - Gasperini con De Roon (Foto LaPresse)

Dinamo Zagabria Atalanta, alle ore 21:00 di mercoledì 18 settembre, rappresenta il debutto storico della Dea nella fase a gironi di Champions League: in attesa dell’esordio casalingo (le partite interne verranno giocate a San Siro), sarà lo Stadion Maksimir il teatro di una première assolutamente straordinaria – a prescindere da tutto – per una società e una squadra che nelle ultime tre stagioni hanno fatto un salto di qualità inatteso e decisamente elevato, confermandosi tra le migliori realtà del calcio italiano e andando a caccia di gloria europea, dopo quel sedicesimo di Europa League rimasto ancora indigesto. Le premesse sono buone: le altre avversarie del gruppo C sono Manchester City e Shakhtar Donetsk, gli inglesi sulla carta appaiono fuori portata ma sicuramente gli ucraini, e ancor più gli stessi croati, sono una squadra che l’Atalanta òpu superare andando a qualificarsi per gli ottavi. Per un pronostico su Dinamo Zagabria Atalanta, e per presentare i temi principali di questa partita, IlSussidiario.net ha contattato in esclusiva Bortolo Mutti.

Che partita sarà? Una partita speciale, storica direi. La prima volta in Champions League, un traguardo che sembrava quasi irrangiungibile: un sogno diventato realtà, ma che è frutto degli straordinari risultati centrati nelle ultime tre stagioni.

Cosa teme della Dinamo Zagabria? L’esperienza, la mentalità, l’abitudine a questi appuntamenti. Una cosa che ha anche l’Atalanta, che però è alla prima volta in Champions League e potrebbe pagare.

Il fattore ambientale potrebbe trascinare la Dinamo? Questa sarà un ‘altra cosa a loro vantaggio; inoltre bisogna ricordare il grande livello del calcio croato, una nazionale vice campione del mondo. Insomma: a prescindere da tutto, non sarà facile.

L’Atalanta però ci arriva avendo battuto il Genoa all’ultimo respiro… Una vittoria importante contro una buona squadra, e su un campo difficile; un successo che ripaga di come erano andate le cose contro il Torino.

La Dea in ogni caso è stata costruita anche per fare bene in Champions League? E’ stato fatto un buon mercato: la rosa è molta buona e si è rafforzata, i presupposti per un buon cammino europeo ci sono tutti.

Un grande colpo è stato confermare Duvan Zapata… Zapata a Bergamo si è ritrovato, è diventato un grande giocatore. Contro il Genoa ha tirato fuori dal cilindro qualcosa di eccezionale, un gol veramente straordinario!

Che partita si attende dalla squadra di Gasperini? Mi aspetto la solita partita delle squadre di Gasperini: pressing alto, consapevolezza di poter surclassare l’avversario sul piano del gioco. Non penso che il tecnico cambierà la sua impostazione per questo esordio.
Quali sono le reali possibilità di qualificazione per l’Atalanta? Ci sono, perchè no? Certamente il Manchester City ha un livello superiore per tanti fattori, ma contro Shakhtar e Dinamo Zagabria l’Atalanta può giocarsi il secondo posto nel girone, gli ottavi sono possibili.
Che attesa c’è a Bergamo per questo debutto in Champions? Tanta attesa, come è normale: tanti tifosi sono andati a Zagabria per rimanere vicini alla squadra, tutti gli altri seguiranno la partita dalla televisione.

Il suo pronostico su Dinamo Zagabria Atalanta? Mi auguro che l’Atalanta possa fare bene e vincere la prima partita, sarebe davvero importante iniziare l’avventura in Champions League con 3 punti!

(Franco Vittadini)

© RIPRODUZIONE RISERVATA