Pronostico Juventus Barcellona/ Cuccureddu “Spero in Dybala e Kulusevski” (esclusiva)

- int. Antonello Cuccureddu

Pronostico Juventus Barcellona: intervista esclusiva con Antonello Cuccureddu che ha fornito il suo punto sul big match valido per la Champions League tra due squadre per ora in difficoltà.

Kulusevski Demiral Morata Juventus rosa lapresse 2020 640x300
Probabili formazioni Spezia Juventus (Foto LaPresse)

PRONOSTICO JUVENTUS BARCELLONA: LA PREVISIONE DI CUCCUREDDU!

Juventus Barcellona è la grande partita nella seconda giornata dei gironi di Champions League: alle 21:00 di mercoledì 28 ottobre, a Torino all’Allianz Stadium, i bianconeri sono chiamati a fornire una risposta importante dopo un inizio complicato in Serie A. Tre pareggi in quattro partite, squadra fermata da Crotone e Verona e già in ritardo in classifica, ma soprattutto con gioco e identità ancora da trovare. Andrea Pirlo non è chiaramente sotto esame, ma qualcosa deve dimostrare anche adesso: intanto si è preso l’importante vittoria di Kiev che ha permesso di mettere le cose in discesa in Champions League, ma ci si aspettava un avvio diverso. A Barcellona le cose vanno ancora peggio: la movimentata estate e il braccio di ferro con Leo Messi potrebbero essere solo la punta dell’iceberg di una spaccatura più ampia, sul campo la squadra arriva dalla sconfitta casalinga nel Clasico che, come sappiamo, vale più di tante strisce negative. Può approfittarne allora la Vecchia Signora; per avere un pronostico su Juventus Barcellona, IlSussidiario.net ha contattato in esclusiva Antonello Cuccureddu che ha fatto il punto sulla partita di Champions League.

Che partita si aspetta in Juventus Barcellona? Una grande partita di calcio, un confronto importante tra due squadre che hanno fatto la storia della Champions League. Mi auguro che la Juventus possa innanzitutto giocare molto bene.

E’ però una Juventus in difficoltà in campionato: si attende una prova di riscatto dei bianconeri? Devo dire che sia Crotone che Verona hanno messo in difficoltà la Juventus, ma ormai questo è un problema comune: le cosiddette provinciali sanno come affrontare i bianconeri, che devono però trovare le contromisure adatte. La Juventus resta comunque una squadra di grande spessore.

Quali sono i motivi di questo avvio difficile? Magari è perchè siamo ad inizio campionato e Pirlo sta ancora lavorando per sistemare gli equilibri ideali della squadra; magari è perchè si sente l’assenza di Cristiano Ronaldo, di certo non è ancora la Juventus che tutti noi ci aspettiamo…

Cosa ci vorrebbe quindi? Le squadre avversarie corrono, non si lasciano fermare facilmente. Non ho visto una Juventus brutta o negativa contro il Verona, ma la formazione bianconera deve essere più cattiva, incidere di più. Bisogna pressare gli avversari, non concedere loro spazio; essere risolutivi in area di rigore. Bonucci ha fatto da regista, molte azioni sono partite da lui: ha notevoli qualità tattiche e tecniche, ma bisogna che tutta la squadra giochi più convinta!

Magari con Cristiano Ronaldo il Barcellona si potrà battere… Ronaldo deve ancora riprendersi dal Covid, allora diciamo che mi aspetto tanto da Chiesa e soprattutto da Dybala: è lui il giocatore sul quale fare affidamento per la partita.

Intanto Kulusevski sembra essere il giocatore più in forma… Se la Juventus l’ha preso è perchè conosceva il suo valore. Kulusevski è un ottimo giocatore, e potrebbe risultare determinante anche contro il Barcellona.

E dal Barcellona cosa si aspetta? Il Barcellona è sempre il Barcellona: ha un nuovo allenatore e ha cambiato tanto, ma resta sempre la squadra di prima. E poi c’è Leo Messi, uno che sul campo può fare qualunque cosa.

Anche i blaugrana però non se la passano bene: sabato hanno perso il Clasico al Camp Nou… Vero, è in crisi: ha iniziato male, ma non per questo va preso sotto gamba. Resta una squadra di grande potenzialità e, al netto delle difficoltà da ambo le parti, questa rimane una grande partita.

Nel Barcellona c’è l’ex Pjanic, un pericolo sui calci piazzati… Il modo che la Juventus ha per evitarli è quello di giocare con il baricentro alto, in modo che il gioco passi poco dal suo limite dell’area.

Qual è il suo pronostico su Juventus Barcellona? Da tifoso bianconero, dico sempre Juventus. Poi si sa che ogni partita è diversa dalle altre e il Barcellona è una big del calcio mondiale; speriamo che stasera la Juventus faccia una grande partita e possa vincere…

(Franco Vittadini)

© RIPRODUZIONE RISERVATA