BOLLETTINO CORONAVIRUS ITALIA 15 LUGLIO/ Min. Salute: +13 morti, 162 nuovi contagiati

- Davide Giancristofaro Alberti

Bollettino coronavirus Italia del Ministero della Salute: i dati di oggi 15 luglio 2020, con 13 nuovi decessi registrati e 162 nuovi contagi in 24 ore

Conte e Borrelli
Angelo Borrelli con Giuseppe Conte (LaPresse, 2020)

Si cristallizza o quasi l’andamento epidemiologico visto ieri nell’ultimo bollettino coronavirus del Ministero della Salute aggiornato alla situazione di oggi: +13 morti, lo stesso numero di ieri, con 162 nuovi contagi (erano 114 nel bollettino del 14 luglio), con la costante diminuzione di malati e ricoverati in rianimazione. 243.506 persone sono state colpite dal coronavirus da inizio pandemia, di cui purtroppo 34,997 decedute (+13) e 196.016 sono state dimesse-guarita, con aumento considerevole di 575 rispetto alla sola giornata di ieri. Sono ancora malati attivi 12.493 cittadini positivi al Covid-19, -426 dall’ultimo bollettino coronavirus del 14 luglio. Nella sola Regione Lombardia, con calo comunque considerevole rispetto a solo qualche settimana, sono 63 i casi positivi e 5 le vittime registrate nelle ultime 24 ore: fronte ospedali, in tutta Italia si segnalano +20 ricoveri (777 totali), -3 terapie intensive (60 in tutto il Paese). A livello di contagi distribuiti per le Regioni, dietro alla Lombardia si segnalano 18 casi in Emilia Romagna, 20 nel Lazio, 21 nel Veneto.

I DATI DI IERI

Attorno alle ore 17:00 di questa sera verrà emesso dalla Protezione Civile il nuovo bollettino riguardante l’epidemia di coronavirus, con i dati aggiornati ad oggi, 15 luglio. Scopriremo così quanti saranno i nuovi infetti delle ultime 24 ore, ma anche i guariti e le eventuali vittime. Facendo un breve ripasso di quanto accaduto ieri, le nuove persone contagiate sono state solo 114, uno dei dati più bassi delle ultime settimane, per un totale di infezioni da quando è scoppiata l’emergenza, lo scorso 21 febbraio, pari a 243.344 casi. 48 ore fa i nuovi contagi erano stati 169, mentre 72 ore fa erano 234, di conseguenza il dato si è più che dimezzato nel giro di due giorni. I morti sono stati 17, per un totale di 34.984, numero che è invece in aumento rispetto ai 13 di 48 ore fa e ai 9 di sabato. Le persone al momento positive nel Belpaese sono 12.919, mentre i guariti sono saliti a quota 195.441, di cui 335 che hanno lasciato gli ospedali nelle ultime 24 ore.

PROTEZIONE CIVILE, BOLLETTINO CORONAVIRUS: SALVINI VS SPERANZA

Per quanto riguarda i ricoveri sono 777 le persone negli ospedali dello stivale, ma solo 60 in terapia intensiva (-5 rispetto alla precedente comunicazione). Da oggi entrerà in vigore il nuovo Dpcm che di fatto prorogherà le precedenti misure anti-covid salvo qualche eccezione; si andrà avanti così almeno fino al 31 luglio, come ha spiegato chiaramente il ministro della Salute, Roberto Speranza, parlando ieri in Senato: “proroga delle misure attualmente vigenti sino al 31 luglio”. Perché bisogna “continuare ad avere un livello alto di attenzione”. Se nel “quadro italiano ed europeo – ha proseguito – la situazione è sotto controllo, la questione che più ci preoccupa è il quadro mondiale, dove le cose peggiorano di settimana in settimana e siamo nella massima impennata dei casi”. Ha risposto a muso duro il leader della Lega Salvini: “Smettetela di spaventare gli italiani, di tenerli chiusi in casa. Gli italiani vogliono vivere, lavorare, amare e sperare senza distanziamento sociale. L’emergenza ospedaliera da Covid è finita – ha concluso – lo dicono i numeri. Smettetela di dipingere l’Italia come un lazzaretto”.

PROTEZIONE CIVILE, BOLLETTINO CORONAVIRUS 14 LUGLIO



© RIPRODUZIONE RISERVATA