Pupo e la ludopatia/ “Ho pensato di farla finita….”

- Emanuele Ambrosio

Pupo tra gli ospiti – concorrenti di “Guess My Age”. Il cantante sulla sua vita privata: “non ho alcun tipo di frustrazione e desiderio represso”

Pupo
Il cantautore Pupo

Pupo è tra gli ospiti – concorrenti della nuova edizione di “Guess My Age“, il game show condotto da Max Giusti su TV8. In questi giorni il cantante è tornato a cantare dal vivo le sue canzoni in occasione della festa patronale di Civitanove Marche. Una grande emozione per l’ex opinionista del Grande Fratello Vip che da diverso tempo, causa Covid, non cantava dal vivo. “Sono felice di tornare a Civitanova – ha dichiarato il cantante – ma sono ancora più contento di poter tornare a cantare davanti al pubblico” riferendosi al lungo stop di quasi 2 anni legato alle restrizioni imposte per contrastare la pandemia da Coronavirus.

Non solo, alcune settimane fa il cantante è tornato a parlare di un momento davvero terribile della sua vita nel programma “Oggi è un altro giorno” di Serena Bortone. “Mi è toccato toccare il fondo, ero miliardario e a un certo punto ero indigente, non avevo più nulla. Questo dramma mi ha toccato, ma mi ha insegnato molto più del successo” sono state le parole di Enzo Ghinazzi che aveva il vizio del gioco. La ludopatia, la dipendenza da scommesse e gioco d’azzardo, l’ha portato quasi a compiere un gesto estremo.

Pupo e la ludopatia: “ho pensato di farla finita”

“C’è stato un momento in cui ho pensato di farla finita”. Con queste parole Pupo ospite di “Oggi è un altro giorno” ha raccontato quando ha pensato di togliersi la vita a causa del vizio del gioco. “Parcheggiai la mia Jaguar nella corsia di emergenza, era molto stretta, su un viadotto che collega l’Emilia Romagna e la Toscana. Avevo perso tutto invece di aver guadagnato qualcosa quella notte. Scesi dall’auto con l’intenzione di farla finita” – ha confessato l’artista di “Gelato al cioccolato”. Il suo folle gesto è stato però interrotto dall’arrivo di un camion: “un tir, passò a mezzo millimetro dalla Jaguar e spostò con questa onda d’urto di vento la macchina e anche me e mi fece quasi cadere. E’ stato come se mi risvegliassi”.

La dipendenza dal gioco d’azzardo è stata una dipendenza – malattia da cui il cantante è uscito grazie all’aiuto di tantissimi amici e colleghi tra cui anche Gianni Morandi. Proprio lui l’ha aiutato come ha rivelato Ghinazzi: “c’è stato un momento particolare in cui fu proprio Gianni Morandi – di fronte a un mancato pagamento di un mio debito. Lo pagò personalmente”. Infine il cantante ha parlato anche della sua vita privata e del rapporto a tre con moglie e compagna: “abbiamo scelto una strada per non distruggere. Non condividiamo la stessa casa, non facciamo l’amore insieme. Viviamo in luoghi diversi e ci incontriamo, senza ostentazioni, quando devo stare con la mia compagna o con mia moglie. Questa è la mia vita e non me ne frega niente di certa gente che vive in maniera ipocrita. Mi sento una delle persone più oneste e pulite del mondo: non ho alcun tipo di frustrazione e desiderio represso”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA