Pupo/ “Il mio obbiettivo? Condurre di Sanremo ma il Festival non mi deve nulla”

- Morgan K. Barraco

Pupo da opinionista del Grande Fratello Vip alla conduzione del Festival di Sanremo? Il suo obiettivo: “Mi sento pronto”

Pupo al GF VIP 4
Pupo al Grande Fratello Vip 4
Pubblicità

Il mese di febbraio è sempre più importante per Pupo, alias Enzo Ghinazzi, ovvero uno dei due opinionisti del Grande Fratello Vip 4. E non solo perchè ha rilanciato la propria presenza in tv in un contesto diverso da quello musicale, ma anche e soprattutto perchè si prepara a fare un grande salto di qualità. “Il mio obbiettivo è condurlo e curare la direzione artistica”, ha detto a La Nazione parlando del Festival di Sanremo, “mi sento pronto, poi vedremo”. Non è detta l’ultima parola insomma: il fatto che Pupo abbia deciso di sfruttare l’occasione del reality per tornare in tv in certe vesti, potrebbe tranquillamente aprirgli le porte della kermesse. Il suo debutto come cantante all’Ariston risale invece al 1980, ma Pupo già allora aveva avuto modo di farsi conoscere in tutto il mondo. “Non devo nulla al Festival e il Festival non deve nulla a me”, sentenzia proprio ricordando i passi compiuti nel corso della sua carriera. “Era quasi il mio turno di cantare”, ricorda, “sul palco c’era Morandi e poi toccava a me. Mi prese un bisogno fisiologico improvviso […] Vado in bagno, lo dissi al direttore del palcoscenico. Lui sconvolto, stava per iniziare la diretta”. Così alla fine Pupo decise di usare un cappello presente nel dietro le quinte per fare i suoi bisogni. Un episodio che secondo l’artista dimostrerebbe come, all’epoca, non fosse per nulla emozionato di trovarsi fra i concorrenti della competizione canora.

Pubblicità

PUPO, DAL GRANDE FRATELLO AL SOGNO DEL FESTIVAL DI SANREMO

40 anni per la sua Su di noi e Pupo non vede l’ora di festeggiare con un tour in giro per il mondo. Sempre ironico e sorridente, l’opinionista del Grande Fratello Vip 4 si prepara a oltrepassare i confini italiani per incontrare il pubblico che lo segue da sempre. Forse il cantante prova solo un po’ di dispiacere nel non essere stato convocato a Sanremo 2020, vista la ricorrenza. E a quanto pare Pupo e Amadeus ne avevano persino parlato: “C’erano diverse idee, avevo pensato di cantarla portando un coro femminile dell’Armata Rossa qui in Italia”, ha detto a Music Fanpage. Poi non si sa per quale motivo, il progetto non è andato in porto. “Hanno scelto i Ricchi e Poveri optando per una celebrazione più pop e sacrificando Su di noi”, continua, “mi spiace perchè a questo punto dovrò aspettare altri dieci anni per la celebrazione dei 50 anni. Chissà magari ci ripensano e mi invitano”. Intanto sui social, Pupo ha pensato di fare un omaggio alla band italiana rivelando di aver formato una nuova band: “Dopo i Ricchi e Poveri, arrivano i Colti e gli Ignoranti”, scrive taggando sia i colleghi che Aristide Malnati e Barbara Alberti, che secondo il cantante sarebbero i Colti. Lui e Wanda Nara invece sarebbero gli Ignoranti. Nel video, Pupo intona una sua personale versione di Sarà perchè ti amo. Clicca qui per guardare il video di Pupo

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità