Qual è il capo di abbigliamento più diffuso in Italia nel 1970?/ Nella top 10 anche..

- Jacopo D'Antuono

Qual è il capo di abbigliamento più diffuso in Italia nel 1970? E’ il quesito che Carlo Conti pone ai suoi concorrenti vip durante la diretta di TOP 10. “Parliamo della moda..”

carlo conti
Carlo Conti a Tale e Quale Show

Qual è il capo di abbigliamento più diffuso in Italia nel 1970? E’ il quesito che Carlo Conti pone ai suoi concorrenti vip durante la diretta di TOP 10. “Parliamo della moda degli anni 70. Catapultiamoci negli anni settanta e scopriamo la classifica…“, introduce il conduttore. Andiamo dunque a scoprire la particolare classifica, con i 10 capi di moda di maggior successo nel nostro paese negli settanta. Al primo posto abbiamo gli indimenticabili Jeans a zampa d’elefante, indossati anche da star del cinema. Secondo posto per gli occhiali da sole, accessorio esploso proprio nel 1970. Terzi in classifica i guanti Lovvika, quarta posizione per le scarpe con la zeppa, considerato un mister per i più audaci. Quinto posto per gli stivali da scooter, sesto per Moonboots e settima posizione per il Berretto Stenmark, ovvero il cappellino caldo da sciatore. All’ottavo posto il tailleur pantalone unisex e reversibile, che all’epoca rappresentava sicuramente un tocco di novità ed estro. Nella classifica del capo di abbigliamento più diffuso in Italia abbiamo gli zoccoli olandesi al nono posto e al decimo i confortevolissimi calzini-mocassini. Per quanto riguarda gli zoccoli olandesi, rappresentano certamente un senso di libertà e di anticonformismo registrato appunto negli anni 70.



© RIPRODUZIONE RISERVATA