Calendario Bundesliga/ Si parte il 16 maggio con Dortmund-Schalke: fine 27-28 giugno

- Michela Colombo

Calendario Bundesliga: il campionato tedesco riprende il 16 maggio con le sfide della 26^ giornata. Si apre con Dortmund-Schalke: fine stagione fissato per il 27-28 giugno.

Bayern Bundesliga
Quando riparte la Bundesliga? Il nuovo calendario (LaPresse)

Dunque è ufficiale: il campionato della Bundesliga ripartirà il prossimo 16 maggio e già è stato fissato un primo calendario con date e partite che ci faranno dunque compagnia, per le prossime settimane, salvo ovviamente grandi sorprese legate alla pandemia da coronavirus. La federazione tedesca, durante una conferenza stampa solo poco fa ha quindi ufficializzato la ripartenza e come abbiamo visto prima, sarà la sfida tra Borussia Dortmund-Schalke 04 a dare il giusto avvio, alle ore 15.30 il prossimo sabato: in contemporanea però per la 26^ giornata della Bundesliga non scordiamo che pure assisteremo alle sfide Lipsia-Friburgo, Hoffenheim-Herta Berlino, Fortuna Dusseldorf-Paderbon, Augsburg-Wolfsburg, mentre solo alle ore 18.30 ecco anche Eintracht-Monchengladbahc. A completamento della 26^ giornata della Bundesliga, la prima dopo lo stop per coronavirus, ecco che il calendario ufficiale ci presenta per domenica 17 maggio Colonia-Mainz (ore 15.30) e Unione-Berlin-Bayern (Ore 18.00), mentre la chiusura è affidata a Werder Brema-Leverkusen, prevista solo lunedì, alle ore 20.30 Va quindi aggiunto che ad ora il termine della stagione è stata fissato per il prossimo 27-28 giugno, entro dunque il termine fissato per la scadenza dei contratti dei giocatori. Durante la conferenza stampa Seifert, ricordando che serviranno disciplina e rispetto delle regole, ha poi annunciato che le partite saranno disputate a porte chiuse e che ancora non si sa se si potrà già applicare la norma, al vaglio della FIFA, sui cinque cambi. (agg Michela Colombo)

E’ UFFICIALE SI RIPARTE IL 16 MAGGIO

Dopo una breve riunione, la federazione tedesca ha quindi ufficializzato la data del 16 maggio per la ripresa della Bundesliga, appena un giorno dopo la data precedentemente annunciata dal 15. Dopo l’ok dato ieri dalla cancelliera Angela Merkel, la Lega non ci ha messo molto per trovare accordo su calendario e date ed ecco quindi che nel fine settimana del 16-17 maggio il primo campionato tedesco scenderà di nuovo in campo, a porte chiuse, per disputare gli incroci previsti per la 26^ giornata regolare. Tra meno di una decina di giorni dunque ecco che il calcio tedesco riaprirà e il primo incontro sarà il fantastico derby della Ruhr che vedrà protagonisti alle ore 15.30 Borussia Dortmund e Schalke 04: il turno poi si chiuderà Solo lunedì sera alle ore 20.30 con la sfida tra Werder Brema e Bayer Leverkusen. Ma mentre si definiscono dunque i calendari per la ripresa della Bundesliga ecco che si infiammano le polemiche, per il “trattamento di favore“ che il calcio avrebbe avuto in questo periodi da parte della politica, sulla ripartenza. L’ex giudice costituzionale federale Udo Di Fabio ha infatti commentato ai microfoni di RTL: “Non puoi permettere al calcio professionistico, che è finanziariamente meglio attrezzato di una squadra di pallamano amatoriale di fare qualcosa che è proibito agli altri. Nel permesso di riavviare il calcio a metà maggio, vede una differenza nel trattamento rispetto agli altri sport”. (agg Michela Colombo)

OGGI RIUNIONE PER DECIDERE DI COPPA E CALENDARIO

Dopo il via libera arrivato solo ieri pomeriggio dal governo, nella persona della Cancelliera Angela Merkel, ecco che pure nella tarda serata è arrivata conferma dal parte della Federazione: la Bundesliga riparte ufficialmente il prossimo venerdì 15 maggio, dopo lo stop imposto a marzo per l’esplodere dell’emergenza coronavirus. Il documenti ufficiali sono già stati inviati a club e calciatori e già per la giornata di oggi è attesa una nuova riunione per discutere dei dettagli della ripartenza, come pure della disputa della Coppa Tedesca, che potrebbe venire rivoluzionata, oltre che naturalmente del prossimo calendario. La Bild questa mattina ha anticipato che pure pare posizione condivisa quella di tornare in campo già settimana prossima con le sfide della 26^ giornata, a partire dal match Paderborn-Fortuna Dusseldorf. ma questi solo solo dettagli, su cui non dovrebbero accendersi grandi polemiche, come è invece occorso ieri, quando, annunciata dal governo la ripresa delle attività, alcuni club erano restii a fissare per il 15 maggio al ripartenza della Bundesliga. Come ci riporta Kicker, alcuni club come Werder Brema e Mainz infatti avevano chiesto ancora una settimana di preparazione.

QUANDO RIPRENDE LA BUNDESLIGA: IL GOVERNO LANCIA UN AVVERTIMENTO

Dunque nonostante anche le dieci positività riscontrate al coronavirus di questi giorni nei primi due campionati tedeschi e tutte le perplessità sul protocollo fissato da club e lega, ecco che la Bundesliga riapre i battenti. Pur con degli avvertimenti ovviamente. Ieri sera la stessa Cancelliera Angela Merkel non ha esitato a ricordare che “Se il contagio risale, si torna alle restrizioni”. Ma pure voci di avvertimento sono arrivate dal Presidente della Baviera Markus Soender, che in conferenza stampa ha dichiarato: “Abbiamo deciso con ragionevolezza e abbiamo visto che le misure di sicurezza sono rigide. Però i giocatori devono attenersi alle regole, chi le infrange ne pagherà le conseguenze. Le regole valgono per tutti, anche per chi guadagna moltissimo. Non si può fare autogol come è successo nei giorni scorsi a un calciatore dell’Hertha”. Ovvio il riferimento a Kalou, giocatore dell’Herta Berlino che nei giorni scorsi è finito nell’occhio del ciclone per un video girato in allenamento, che lo vedeva protagonista di violazioni delle norme imposte per il distanziamento sociale. In ogni caso, dopo lo stop e la decisione di cancellare i campionati in Francia,Belgio e Olanda, ecco che la Germania prova invece a ripartire: e sarà a lei che si guarderà in questi giorni come una sorta di modello ed esperimento, dalle cui conseguenze potrebbero arrivare decisione importanti anche per gli altri paesi e campionati, Serie A in primis.

© RIPRODUZIONE RISERVATA