Quartetto Cedra, chi sono?/ Storia e successi del gruppo con Giovanni “Tata” Giacobetti

- Stella Dibenedetto

Quartetto cetra, storia e successi del gruppo che segnò gli anni ’50-’80 con Felice Chiusano, Giovanni “Tata” Giacobetti, Lucia Mannucci e Virgilio Savona

Festival di Sanremo 2019
Il Quartetto Cetra

Il Quartetto Cetra è stato il gruppo vocale italiano più famoso. Era da formato da Felice Chiusano, Giovanni “Tata” Giacobetti, Lucia Mannucci e Virgilio Savona e hanno cominciato la propria attiva negli anni Quaranta. Al Quartetto Cetra si devono mode e generi musicali nuovi che hanno cambiato la visione della musica italiana. Quando Jacomelli lascia il gruppo, viene sostituito da Savona. La nuova formazione debutta nel 1941 e il primo successo radiofonico è “Il Visconte di Castelfombrone”.

Con gli anni, Il Quartetto Cetra calca importanti palcoscenici, anche mentre era in corso ancora la Seconda Guerra Mondiale e, al termine del conflitto, continua la propria attività artistica. Dopo la radio, il Quartetto Cetra debutta anche in televisione e tra le varie trasmissioni a cui ha partecipato si ricordano: Poltronissima, Il Canzoniere, Il musichiere, Canzonissima e Studio Uno 1961.

I SUCCESSI DISCOGRAFICI DEL QUARTETTO CETRA

La lunga e straordinaria carriera del Quartetto Cetra è stata costellata da una serie di successi discografici. La canzone sicuramente più conosciuta del famoso gruppo vocale è “Nella vecchia fattoria”, ma il Quartetto ha lasciato in eredità tantissimi brani, ancora oggi molto amati e conosciuti tra i quali spiccano “Un bacio a mezzanotte”, “Però mi vuole bene” e “Mamma mia dammi cento lire”. Nella lunga discografia del gruppo vocale si contano 33 giri, ma si trovano anche EP, 45 giri. Nel 2006 e nel 2009 sono stati pubblicati anche dei cd omaggio. La carriera del gruppo è stata lunga e si è divisa tra musica, televisione e recitazione. Il gruppo vocale, infatti, è apparso anche nei film “Maracatumba… ma non è una rumba” e “La ragazza sotto il lenzuolo”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA