Quo Vado?, Canale 5/ Checco Zalone in “una storia accattivante con battute gustose”

- Matteo Fantozzi

Quo vado? in onda su Canale 5 oggi, 27 ottobre, dalle 21.20. Regia di Gennaro Nunziante e Checco Zalone con quest’ultimo grande protagonista. Streaming del film

quo vado 2019 film 640x300
Quo Vado?

Quo vado? racconta “una storia accattivante con battute gustose e satira in musica. La comicità di Checco Zalone è più addomesticata e meno deliziosamente iconoclastica rispetto al passato”. Paola Casella premia il film su MyMovies con tre stellette sulle cinque messe a disposizione dal portale: “Arriva il cinema in una quantità spaventosa di copie, subito dopo l’uscita di Star Wars, il Ponte delle Spie di Steven Spielberg e i cinepanettoni”. Il film funziona e anche se a volte esce qualche parolaccia la comicità non è mai volgare e sempre in linea con un personaggio che può essere tranquillamente indirizzato anche verso il pubblico dei più giovani. Quo vado? va in onda su Canale 5 stasera, clicca qui per il video del trailer. Il film si potrà seguire in diretta streaming su MediasetPlay, clicca qui per farlo.

Checco Zalone campione di incassi

Quo vado? ha raggiunto incassi davvero straordinari, con ben 6850000 euro solo nel suo primo giorno di programmazione. Nel complesso, i dati hanno superato i 65 milioni di euro solo in Italia, raggiungendo il primo posto dell’anno 2015-16 e superando i record del precedente Sole a catinelle. Numerosi sono i riconoscimenti ottenuti dalla pellicola, tra i quali spiccano tre candidature ai David di Donatello, un nastro d’argento come miglior produttore su quattro nomination, un Ciak d’oro come miglior attrice non protagonista per Sonia Bergamasco e un Premio Alida Valli al Bari International Film Festival, sempre alla Bergamasco.

Checco Zalone nel cast

Quo vado? va in onda su Canale 5 per la prima serata di oggi, martedì 27 ottobre, a partire dalle ore 21.20. Il film del 2016 è stato tratto da un soggetto e da una sceneggiatura realizzati da Gennaro Nunziante e Checco Zalone. È quest’ultimo il vero protagonista assoluto della pellicola, pseudonimo di Luca Medici e capace di farsi apprezzare prima in televisione con Zelig, poi al cinema con Cado dalle nubi, Che bella giornata, Sole a catinelle e l’ultimo Tolo Tolo. La produzione è stata curata da Medusa Film, Taodue con la collaborazione di Mediaset Premium. Il montaggio è stato gestito da Pietro Morana, con le musiche di Checco Zalone, Albano e Romina Power, la scenografia di Valerio Girasole e Alessandro Vannucci e i costumi di Francesca Casciello. Al fianco di Zalone, è stata scelta la collega Eleonora Giovanardi, che può vantare una notevole carriera teatrale ed è stata apprezzata nei film Italy amore mio, Status, la serie web e Natale a Londra – Dio salvi la regina. Il parterre è completato da Sonia Bergamasco, Maurizio Micheli, Ninni Bruschetta, Paolo Pierobon e Lino Banfi. La regia è stata invece assegnata a Gennaro Nunziante, che ha diretto i primi quattro film di Zalone oltre al più recente Il vegetale.

Quo vado? La trama del film

La trama di Quo vado? è incentrata sulla figura di Checco, che viene imprigionato da un gruppo di indigeni nella savana africana. Dopo essere stato rilasciato, racconta la sua storia. Si tratta di un giovane pugliese vissuto con il culto del posto fisso, conquistato come dipendente stradale. Ha la stessa fidanzata da sempre, vive insieme ai genitori per non pagare bollette e affitti. La sua vita è tranquilla, ma il governo riforma la pubblica amministrazione e fa licenziare numerosi dipendenti pubblici. Deve così scegliere se mantenere il posto fisso lontano da casa o lasciarlo. Checco decide di andarsene e la dottoressa Sironi lo fa andare in luoghi impossibili per fare in modo che lui se ne andasse, ma Checco resiste ad ogni angheria. La Sironi sceglie, quindi, di inviarlo presso le isole Svalbard, un luogo freddo e inospitale. Checco sembra in procinto di lasciare il lavoro, ma si innamora della ricercatrice italiana Valeria.

Checco si adatta anche al nord. In Italia, l’uomo diventa un esempio di spreco di denaro pubblico e la dottoressa Sironi va in Norvegia per proporgli un trattamento di fine rapporto da ben 100 mila euro. L’uomo sceglie di mettersi in aspettativa e torna in Calabria, portando con sé Valeria e i suoi figli. Lei se ne andrà di lì a poco dopo un progetto professionale fallito. Dopo essere tornato a lavorare in Puglia, Checco viene informato da Valeria che lei aspetta un figlio da lui in Africa. La piccola nasce e viene chiamata Ines. Lui decide così di dire addio al suo posto fisso e riceve un indennizzo, utilizzato per comprare vaccini e medicine per l’ospedale africano dove è nata Ines. Checco sceglie così di restare in Africa per aiutare Valeria.

Video, il trailer del film “Quo vado?”



© RIPRODUZIONE RISERVATA