Rambo 2 La vendetta, Italia 1/ “Un film mediocre e patriottico, ma…”

- Matteo Fantozzi

Rambo 2 La vendetta in onda su Italia 1 oggi, 23 settembre 2020, dalle 21.30. Protagonista del sequel di un film cult è ancora una volta Sylvester Stallone. Streaming del film

Rambo 2 - La vendetta
Rambo 2 - La vendetta, una scena del film (Wikipedia)

Rambo 2 – la vendetta è “un film mediocre e patriottico, ma di grandissimo successo di pubblico”. MyMovies dipinge così il film, bocciandolo con appena due stelline sulle cinque messe a disposizione. Ancor peggiore è la situazione che emerge da ilMorandini che di stelline gliene dà appena una: “Seguito fumettistico in cui, scomparsa ogni ambiguità, emerge un patriottismo fanatico, facendone un veicolo di propaganda del presidente Reagan”. Sicuramente il film vive del successo di quello che l’ha preceduto non riuscendo a sovvertire l’assioma che vuole il sequel sempre inferiore al capitolo originale. Non riesce dunque a fare quanto accaduto negli anni a pellicole come Terminator 2 e Aliens che erano risultati film di maggiore risonanza rispetto a chi veniva prima di loro. Rambo 2 – la vendetta va in onda stasera su Italia 1, clicca qui per la diretta streaming.

Un film che alimenta l’edonismo reaganiano

‘Rambo 2 – La vendetta’, uscì in un periodo nel quale il patriottismo americano veniva definito ‘edonismo reaganiano’ e fu proprio Ronald Reagan, allora Presidente alla casa Bianca, a voler eleggere ‘Rambo’ eroe nazionale dopo avere visto il film in una premiere privata proprio a Washington. Quindi un film che per l’America rappresenta lo spirito di quegli anni, un po’ come quando Rocky fece il discorso ad Ivan Drago e a tutti i russi in terra sovietica, un’America che si riconosce in questo sceriffo moderno che guadagnò tantissimo al botteghino e che vide anche una nomination agli Oscar.

Sylvester Stallone protagonista

Rambo 2 La vendetta va in onda su Italia 1 nella prima serata alle ore 21,30 di oggi, 23 settembre 2020. Dopo il bel cinema proposto, anche attraverso le tematiche reali delle problematiche dei reduci del Vietnam, il sequel prodotto dalle case di produzione Estudios Churubusco Azteca S.A. e Anabasis N.V. e diretto dal regista greco, ma di nascita fiorentina, George Pan Cosmatos ‘Cassandra Crossing’ con Sophia Loren negli anni ’60, ancora con ‘Sly’ Stallone in ‘Cobra’ nell’86 subito dopo ‘Rambo 2 – La vendetta’ e ‘Shadow Program – Programma segreto (Shadow Conspiracy)’ del ’97 sono forse i film che meglio lo rappresentano. Ci sono pochi protagonisti nella saga ‘Rambo’, anzi c’è solo il marine più combattivo e funzionale della storia del cinema, Sylvester Stallone, per quanto anche Richard Crenna, il suo Colonnello sia in Vietnam che in suolo americano, si dimostri un attore degno di stare al fianco di una stella così brillante.

D’altronde Richard Crenna è un grande attore sin dai tempi del bianco e nero, protagonista di film di ogni genere, anche in accoppiate insolite come in ‘Il colpo era perfetto, ma… (Midas Run)’ assieme a Fred Astaire, uno dei film meno ballati dal re del ‘tip tap’, in ogni caso artisticamente di alto livello, oppure in ‘Lo chiamavano Mezzogiorno (Un hombre llamado Noon)’ si dimostra abile pistolero assieme alla bellissima attrice italiana Rossana Schiaffino. La saga ‘Rambo’ non sbagliò in nessuno dei tre film e le musiche furono affidate a Jerry Goldsmith, diciotto candidature all’oscar come Migliore Colonna Sonora, vinta solamente una volta, nel 1977, con l’horror ‘Il presagio’, un compositore al quale, ad Hollywood e in tutto il mondo, ci si rivolge con un inchino, uno dei grandi artisti del pentagramma per il cinema.

Rambo 2 La vendetta, la trama del film

La società americana capisce che John Rambo, marine ultra-specializzato in tecniche di guerriglia solitaria e in sopravvivenza estrema, non è un criminale ma, al contrario, può essere un patrimonio per azioni tattiche che richiedono un super-uomo in azione e Rambo di comune ha ben poco. Viene così convocato, in seguito al ritiro di ogni denuncia dai casini commessi al suo arrivo nella città di Hope, dal Comando Militare americano per una missione delicatissima e segreta nel cuore dell’ex nemico, John Rambo infatti dovrà tornare in Vietnam per liberare alcuni prigionieri americani ancora nelle prigioni segrete dei Vietcong, quindi, uscito dal carcere dove spaccava pietre, amnistiato per l’occasione, viene inviato in Thailandia per incontrare l’ufficiale di supporto alla missione segreta. Rambo entrerà in Vietnam attraverso il ‘Corridoio di Ho Chi Min’ in Laos, un percorso che conosce bene tra villaggi rurali e giungla folta, umidità altissima e pericolo sempre in agguato nascosto tra le risaie, ma il nostro eroe non si ferma davanti a nulla, solamente davanti agli occhi a mandorla del suo supporto in missione, la bella Co Lao che s’innamorerà subito del marine.

© RIPRODUZIONE RISERVATA