Red Canzian, infezione al cuore: come sta?/ Il figlio Phil Mer: “Percorso lungo”

- Alessandro Nidi

Red Canzian, come sta? Bassista dei Pooh ricoverato in terapia intensiva per un’infezione cardiaca. Le parole di Phil Mer sui social: “Ricoverato da inizio mese”

Red Canzian a Domenica In
Red Canzian a Domenica In (Rai, 2018)

Come sta Red Canzian? Il bassista dei Pooh, com’è noto, ha vissuto momenti di grande paura nei giorni scorsi, quando è stato ricoverato in ospedale per un’infezione cardiaca che gli ha fatto sfiorare la setticemia. La notizia si è diffusa a seguito di una comunicazione diramata dallo stesso artista, che ha voluto rassicurare i propri fan, evidenziando che “il peggio è alle spalle”, ma comunque si trova ancora ricoverato in terapia intensiva. Da allora, non sono pervenuti ulteriori aggiornamenti, fino al post pubblicato su Facebook poco fa da Phil Mer, figlio della seconda moglie di Red, Beatrix Niederwieser.

Queste sono state le parole del giovane: “Abbiamo ricoverato Red a inizio mese, una sfortunata coincidenza proprio con il primo giorno di prove di Casanova Opera Pop… Da allora la situazione di una brutta infezione è andata fortunatamente migliorando e l’altra sera, alla fine dell’anteprima dello spettacolo, Red ha voluto diffondere un audio messaggio in cui giustificava la sua assenza e ufficializzava la notizia. Confidiamo in una sua pronta guarigione, anche se il percorso è ancora lungo e dobbiamo avere pazienza…”.

RED CANZIAN, COME STA? PHIL MER: “MOMENTO DIFFICILE”

Così, mentre tra i numerosi fan di Red Canzian e dei Pooh prosegue il tam tam alla ricerca di indiscrezioni confortanti sulle condizioni di salute di uno dei protagonisti dei 50 anni di carriera del gruppo musicale italiano, Phil Mer ha voluto spezzare il silenzio che si faceva via via sempre più assordante, lanciando poi un ulteriore messaggio ai sostenitori del vincitore della scorsa edizione de “Il Cantante Mascherato“. Quale? Eccola di seguito.

“In questo momento difficile la cosa che gli potrebbe fare più piacere è sapere che in tanti volete venire a teatro a vedere la sua opera pop, che ha curato in ogni dettaglio negli ultimi 2 anni: il progetto più importante della sua vita, dopo quello ormai concluso con i Pooh. Grazie a tutti per i messaggi di vicinanza!”.







© RIPRODUZIONE RISERVATA