RISULTATI REFERENDUM 2011/ Bersani, la conferenza stampa: “Referendum divorzio tra governo e Paese”

- La Redazione

La conferenza stampa di Pierluigi Bersani segretario del Partito democratico. E’ stato un referendum sul divorzio tra governo e Paese, gli italiani non ascoltano più Berlusconi

Bersani-pierluigi-r400
Pier Luigi Bersani (Imagoeconomica)

Pierluigi Bersani è il primo rappresentante politico a prendere la parola alla luce dei primi dati provenienti dagli scrutini dei referendum. Il segretario del Partito democratico non nasconde la grande soddisfazione: “E’ stato un referendum sul divorzio tra questo governo e il Paese”. Dopo questo risultato, dice, Berlusconi deve riflettere:quella che era una crisi politica conclamata di un governo senza maggioranza,sarebbe da irresponsabili non riflettere che il Paese volgi ali cambiamento. Sono tecniche di sopravvivenza che possono solo aggravare il baratro fra maggioranza e opinione pubblica. Per Bersani, i referendum hanno mostrato uno straordinario moto di partecipazione su problemi rilevantissimi: la giustizia, il nucleare, l’acqua. Adesso tocca a noi dare risposte positive, siamo pronti a proporre e a esprimere un altro programma di politica energetica, che faccia a meno del piano nucleare del governo, siamo pronti a discutere una proposta di legge già presentata sull’acqua, che non preveda la privatizzazione forzata con altri meccanismi la prospettiva degli investimenti. Ha continuato Bersani: “Siamo pronti a discutere su  proposte già presentate un miglioramento del servizio giustizia per tutti i cittadini che sono uguali davanti alla legge, in questo darsi la mano fra una buona politica e una società civica che vuole partecipare sta la chiave di una riscossa italiana”. Sono i due messaggi fondamentali, dice ancora Bersani, che vengono da queste straordinarie giornate, l’enormità di questo dato dopo 16 anni dove il quorum non si raggiungeva: tutte le regioni italiane nord e sud hanno superato il quorum.

Vedendo i dati finali potremmo forse accorgerci che i sì hanno avuto la maggioranza assoluta degli italiani, un risultato incredibile per tanti versi, un messaggio pieno di speranza e fiducia per un cambiamento possibile. A proposito di Berlusconi, Bersani dice che ciò che il premier ormai dice agli italiani entra in una orecchia ed esce dall’altra. Il Pd dice poi, è oggi il più grande partito italiano.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori