Regina Baresi lascia l’Inter dopo 17 anni/ “Ora la chitarra, un reality? Perchè no”

- Davide Giancristofaro Alberti

Regina Baresi, figlia di Beppe, lascia il calcio e l’Inter dopo 17 anni vissuti con addosso la casacca nerazzurra: “Non so cosa farò, ma non mi dispiace un reality”

regina baresi 2021 ig 505x300
Regina Baresi (Foto Instagram)

Regina Baresi, figlia di Beppe, ha deciso di svestire la casacca dell’Inter a soli 29 anni. Così come il padre e lo zio (Franco, leggenda del Milan) è sempre stata fedele ad una sola casacca, diciassette stagioni con una sola maglia, da quando frequentava la scuola media. Una vera e propria bandiera della compagine nerazzurra, capace di superare la carriera del papà Beppe di un solo anno. “A 30 anni mi devo reinventare – racconta ai microfoni del Corriere della Sera – ma ho altri progetti e nuove sfide da abbracciare che, spero, mi aiuteranno a colmare la nostalgia per il pallone”.

Ovviamente l’età del pensionamento è differente rispetto a quelli dei colleghi uomini: “Diciamo che gli uomini guadagnano rispetto a noi cifre infinitamente superiori e non hanno fretta di aprirsi una seconda strada per quando smetteranno”. Regina Baresi ha aggiunto: “Non è stato semplice decidere di lasciare prima l’Inter e il calcio in generale. Inizia una vita nuova, ma dopo averci riflettuto sono convinta”. Diciassette anni con la stessa maglia ma Regina Baresi lo ha sempre fatto con orgoglio: “Non avrei potuto fare altrimenti, avendo avuto mio padre come esempio. Non mi è costato fatica, anzi è stata una scelta d’amore per l’Inter”.

REGINA BARESI: “IL MIO COGNOME HA VOLTE HA ‘PESATO’”

La cosa certa è che da quando ha iniziato a indossare gli scarpini con i tacchetti il calcio femminile si è profondamente trasformato: “Il movimento è in continua crescita, ma è servita tanta pazienza per arrivare a questo livello di seguito e di notorietà. Fino a pochi anni fa sembrava impensabile che i club più celebri di serie A potessero avere squadre femminili, e invece è successo. Il Mondiale ha fatto da moltiplicatore di attenzioni e visibilità, siamo sulla strada giusta”.

Sul suo cognome pesante: “Qualche volta ho sentito i commenti di chi insinuava che avessi il posto in squadra perché ero figlia di Baresi. Non ne ho fatto un cruccio. Per me è un orgoglio”. Ed ora cosa farà Regina Baresi? “Mi piacerebbe restare in quest’ambiente ma non come allenatore. Magari come commentatrice, ruolo che ho già svolto. Intanto imparerò a suonare la chitarra e mi migliorerò in cucina. Un reality? Perché no? Ma più che al Grande Fratello mi vedo bene all’Isola dei Famosi e soprattutto a Pechino Express. Amo l’avventura, e visiterei, dopo tanti anni in ritiro, posti esotici e curiosi”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA