Regione Campania, bonus imprese 2mila euro/ Oggi via a domande: requisiti e procedura

- Silvana Palazzo

Regione Campania, bonus 2mila euro per le imprese: da oggi via a domande. I requisiti, la procedura di invio e la scadenza prevista

bonus imprese campania 640x300
Bonus imprese Regione Campania

Da oggi, lunedì 20 aprile 2020, è possibile richiedere il bonus imprese in Campania. Lo ha previsto la Regione, che ha pensato ad una indennità una tantum a fondo perduto a favore delle microimprese artigiane, commerciali, industriali e di servizi. Questo bonus è stato inserito nel Piano per l’emergenza socioeconomica della Regione Campania. È stato messo a disposizione un importo complessivo pari a 908 milioni di euro. Per presentare le domande bisogna collegarsi alla piattaforma predisposta dalla Regione Campania (conleimprese). L’accesso è consentito da oggi fino al 30 aprile 2020. Le richieste possono essere presentate tutti i giorni, dalle 8 alle 22. Non sono previsti criteri cronologici per le istruttorie, quindi una richiesta inviata il primo giorno non ha precedenza rispetto, ad esempio, ad una mandata l’ultimo giorno. Ma chi può richiedere questo bonus imprese in Campania? Quelle che al 31 dicembre 2019 erano attive e con sede operativa nella regione, che risultano iscritte nel Registro delle Imprese e che espletano un’attività economica sospesa a causa dell’emergenza coronavirus, a meno che non si siano avvalse di deroghe.

REGIONE CAMPANIA, BONUS IMPRESE 2MILA EURO: LA PROCEDURA

Il bonus imprese della Regione Campania è pari a 2mila euro. Viene concesso nella forma di contributo a fondo perduto una tantum per ogni impresa che lo richiede. Inoltre, è cumulabile con le altre indennità e agevolazioni previste, anche finanziarie, che sono state emanate a livello nazionale a causa della crisi sanitaria da Covid-19. Una volta conclusa l’analisi della domanda, la Regione Campania comunica al beneficiario, attraverso Pec, se è ammesso al bonus. In tal caso dispone l’immediata erogazione attraverso bonifico bancario sull’Iban indicato nella domanda. Per presentarla bisogna indicare correttamente i dati relativi all’attività (come codice fiscale, iscrizione alla Camera di Commercio, etc). Le informazioni inserite vengono confrontate digitalmente con la banca dati del Registro Imprese della Camera di Commercio. La procedura per la presentazione della domanda è del tutto digitale: basta compilare online il modulo, quindi scaricare il file da firmare e poi ricaricarlo sulla piattaforma.

© RIPRODUZIONE RISERVATA