Renzi, ultimatum a Letta/ “Sostegno a Siena se rinuncia a sudditanza dal M5s”

- Carmine Massimo Balsamo

Matteo Renzi lancia un messaggio al Partito Democratico: “Deve capire se vuole stare dalla parte di Draghi o contro Draghi”

matteo renzi
Matteo Renzi al Senato (LaPresse)

Nuovo confronto a distanza tra Matteo Renzi e Enrico Letta. Storici “nemici”, i due stanno provando a dialogare in vista delle elezioni suppletive di Siena, dove il segretario del Partito Democratico si è candidato. Il sostegno di Italia Viva però non è scontato, il senatore di Rignano ha lanciato un ultimatum…

Intervenuto ai microfoni de La Nazione, Matteo Renzi ha spiegato che il suo partito è pronto ad appoggiare Letta alle suppletive, ma a determinate condizioni. «Sarò diretto: siamo di fronte a un bivio e Letta deve decidere, lui adesso, da che parte vuole stare, ragionando in prospettiva e non sulla base di calcoli d’opportunità di corto respiro»: di mezzo c’è l’asse giallorosso…

RENZI, ULTIMATUM A LETTA

Matteo Renzi ha spiegato che il Partito Democratico deve decidere se vuole stare dalla parte del premier Draghi oppure contro. I pentastellati non si sfileranno dal governo – «credo che Conte ci proverà, ma non ci riuscirà perché pochi nel Movimento saranno disposti a seguirlo, a cominciare da Di Maio che non lascia una poltrona nemmeno morto: tre governi diversi, tre volte ministro» – ma il leader di Italia Viva s’è detto preoccupato dalle bordate e dai sabotaggi arrivati dal mondo grillino. Renzi ha dunque evidenziato che l’alternativa per i dem è «allearsi con noi riformisti filo Draghi: siamo pronti a sostenerlo se rinuncerà alla sudditanza nei confronti dei pentastellati, se rinuncerà alla folle idea di trasformare il Pd nella sesta stella di Conte». Messaggio forte e chiaro, la palla adesso passa a Letta



© RIPRODUZIONE RISERVATA