RICCHI E POVERI/ Angela Brambati e Angelo Sotgiu: “Siamo stati fidanzati”

- Emanuele Ambrosio

Ricchi e Poveri ospiti a Domenica In Angela Brambati, Franco Gatti, Marina Occhiena e Angelo Sotgiu: dalla Reunion a Sanremo fino alla pandemia da Coronavirus: “la stiamo vivendo male”

I Ricchi e Poveri nel 2020
I Ricchi e Poveri nel 2020

I Ricchi e Poveri sono intervenuti in qualità di ospiti a “Domenica In”, in occasione della puntata andata in onda su Rai Uno nel pomeriggio di oggi, 18 aprile 2021. Il quartetto musicale ha intonato “Che sarà”, aprendo così il momento televisivo a loro dedicato e parlando successivamente della loro reunion, titolo peraltro del loro nuovo cd, che racchiude tutti i successi della loro carriera. Franco Gatti, a proposito dell’attuale situazione connessa al Coronavirus, ha sottolineato: “Da lunedì 26 aprile ci sarà un po’ più di luce e smetteremo di girare con la candela”.

Dopo il loro esordio al Festival di Sanremo, nel quale sostituirono Gianni Morandi e che si chiuse al secondo posto, la loro carriera decollò, ma prima della kermesse canora matuziana i Ricchi e Poveri di fatto non esistevano, lavoravano in maniera indipendente. Angela Brambati e Angelo Sotgiu erano fidanzati e sono stati insieme quattro anni: “Non cantavamo però insieme, è iniziato tutto successivamente”. (aggiornamento di Alessandro Nidi)

Ricchi e Poveri ospiti a Domenica In

Ricchi e Poveri sono tra gli ospiti della nuova puntata di Domenica In, il programma condotto da Mara Venier su Rai1. Angela Brambati, Franco Gatti, Marina Occhiena e Angelo Sotgiu si raccontano a cuore aperto: dal grandissimo successo a Sanremo fino alla reunion dello scorso anno che li ha visti ripresentarsi insieme proprio sul palcoscenico del Teatro Ariston di Sanremo. A 40 anni dal primo successo, la band ha deciso di tornare a cantare nella formazione originale dopo l’abbandono di Marina Occhiena e Franco Gatti. Un momento cult che è stato molto apprezzato da critica e pubblico con un tour in partenza poi interrotto dalla pandemia da Coronavirus. Intervistati da Rolling Stone, la band parlando proprio del tour e della pandemia hanno dichiarato: “arriviamo a Sanremo, entriamo mano nella mano, scendiamo le scale, arriviamo sul quel palco, il pubblico in piedi. E poi… pandemia! Avevamo dei progetti meravigliosi da fare e, invece, è tutto fermo. L’abbiamo vissuta male”. A Sanremo sono tornati anche per lanciare un nuovo album dal titolo “Reunion”: un doppio album in cui hanno raccolto tutte le hit della loro straordinaria carriera. “Contiene i nostri successi. Alcune canzoni, forse, non hanno ottenuto un grandissimo riscontro, come quelle degli anni ’70, ma ci sono rimaste nel cuore” – ha dichiarato Angelo Sotgiu.

Ricchi e Poveri, la reunion e la vittoria a Sanremo

Una carriera di grandi successi quella dei Ricchi e Poveri che a Sanremo hanno partecipato diverse volte. Una delle loro partecipazioni più importanti è sicuramente quella del 1981 con il brano “Sarà perché ti amo” con cui si classificano al quinto posto. “Mai pensato di vincere, speravamo solo piacesse la canzone” – ha detto Angela, mentre Angelo ha sottolineato “il festival è una vetrina di promozione e la speranza è che vada nel miglior modo possibile, soprattutto per il lavoro futuro”. Sta di fatto che il brano è diventata una hit da 7 milioni di dischi venduti. Un successo enorme al punto che pochi anni dopo, nel 1985, tornano in gara a Sanremo con “Se m’innamoro” e questa volta vincono. “Non ci aspettavamo di vincere” – precisa la mora del gruppo, mentre Franco Gatti aggiunge “in quel momento eravamo sulla bocca di tutti, anche se avessimo cantato un necrologio probabilmente ci avrebbero premiato”. Sono anni d’oro per la band: “il lavoro andava bene e il nostro discografico non voleva partecipassimo. Nel 1985, quando partecipammo con Se m’innamoro, avevamo questo brano che ci ha fatto dire: «Quasi quasi andiamo a Sanremo». Il nostro discografico non era d’accordo, ma noi ci siamo voluti andare lo stesso e, combinazione, abbiamo vinto. Probabilmente abbiamo raccolto i frutti di tutto quello che avevamo fatto prima: avevamo beccato un filotto di successi”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA