Riforma pensioni 2022/ Il Ministro interviene per distendere gli animi

- Maria Melania Barone

Riforma pensioni 2022, il Ministro Orlando interviene per distendere gli animi proprio quando si temeva una conferma della Fornero. Ecco cosa ha detto.

Orlando al Mise
Andrea Orlando, il Ministro del Lavoro fuori dal MISE (LaPresse, 2021)

Riforma pensioni 2022: dal Governo segnali di apertura…

Finalmente dopo mesi qui il tema della riforma pensioni 2022 sembrava essere stato messo in un cassetto per poi essere recuperato chissà quando, il governo ha dato un segnale di vita. Dal Ministero del lavoro infatti, giungono nuove dichiarazioni volte a distendere gli animi di coloro che temevano che una riforma non ci sarebbe stata nell’anno 2022.

Riforma pensioni 2022: i timori delle parti sociali

Infatti l’assenza della presentazione di una riforma durante la presentazione del documento di economia e finanza il 7 Aprile 2022, aveva scatenato il terrore di un ritorno della legge Fornero, essendo stata peraltro non confermata quota 100 e quota 102.

Questa volta dal Ministero del lavoro si apprende che il silenzio attuale è dovuto soltanto alla priorità della risoluzione della crisi economica ed energetica che ha interessato tutta l’eurozona a seguito del conflitto in Ucraina. Per questo motivo il governo prenderà nuovamente in mano la riforma delle pensioni non appena possibile.

Riforma pensioni 2022: le parole di Orlando

A dirlo è stato il ministro Andrea Orlando che ha spiegato le difficoltà riscontrate in questo determinato periodo storico. Tuttavia il ministro ha sempre dichiarato di voler superare la legge Fornero attraverso una riforma delle pensioni nuova e che metta d’accordo tutte le parti sociali. È chiaro che una volta risolte le problematiche relative alla crisi energetica e alla crisi economica, sarà molto più difficile trovare le risorse per accontentare tutti. Tuttavia la speranza non è l’ultima a morire.







© RIPRODUZIONE RISERVATA