RIFORMA PENSIONI/ Ganga (Cisl): Quota 102 non è soluzione adeguata (ultime notizie)

- Lorenzo Torrisi

Riforma pensioni, le parole del Segretario confederale della Cisl Ignazio Ganga riguardanti le misure previste nella Legge di bilancio

riforma pensioni
Lapresse

RIFORMA PENSIONI, LE PAROLE DI GANGA

Ignazio Ganga spiega, in un dialogo con pensionipertutti.it, che “Quota 102 non risponde all’idea della Cisl di dare flessibilità nell’accesso alla pensione e non è una soluzione adeguata ai bisogni dei lavoratori e delle lavoratrici rispetto alla quale non possiamo che ribadire che bisogna convergere sul requisito dei 62 anni di età, insieme alla possibilità di pensione con 41 anni di contributi a prescindere dall’età”. Il Segretario confederale della Cisl evidenzia anche che “il Fondo per l’uscita anticipata dei lavoratori delle piccole medie imprese in crisi può rappresentare uno strumento interessante e sarà importante che nell’elaborazione dei contenuti del decreto ministeriale previsto per la sua attuazione siano coinvolte anche le Organizzazioni Sindacali”.

IL GIUDIZIO SU APE SOCIAL E OPZIONE DONNA

Ganga esprime anche un giudizio sulle altre misure di riforma pensioni contenute nella Legge di bilancio, spiegando che “la proroga dell’Ape sociale è positiva così come l’ampliamento delle categorie dei gravosi e l’eliminazione dell’intervallo di 3 mesi tra il termine dell’ammortizzatore sociale e il diritto alla prestazione, ma anche in questo caso non è sufficiente. È infatti indispensabile estendere la platea delle attività gravose anche alla pensione per lavoratori precoci che, invece, non essendo stata considerata rimane ferma a 15 categorie, perché si tratta di una discrasia incomprensibile”. Inoltre, pur apprezzando la proroga di Opzione donna, “la Cisl vuole un complesso più articolato di misure di carattere previdenziale che compensino i sacrifici fatti dalle donne in questi anni, uno fra tutti lo scomputo di un anno di contributi per figlio”.

— — — —

Abbiamo bisogno del tuo contributo per continuare a fornirti una informazione di qualità e indipendente.

SOSTIENICI. DONA ORA CLICCANDO QUI



© RIPRODUZIONE RISERVATA