Riscatto laurea per la pensione/ Costi e iter per convertire gli anni in contributi (9 dicembre 2023)

- Danilo Aurilio

Il riscatto della laurea con la pensione è previsto a patto di esborsare una determinata cifra, che può essere sia agevolata che "tradizionale"

Amato Giuliano Amato, laurea honoris causa alla Sapienza di Roma (LaPresse)

Il riscatto della laurea per andare pensione è una delle opzioni valide per poter convertire gli anni dell’Ateneo in anni di contributi utili ad accedere alla previdenza sociale. Si tratta di una soluzione che seppur molto nota ai contribuenti italiani, allo stesso tempo sembra meno richiesta per il dubbio di poterla attuare con successo.

Fermo restando che i requisiti per la pensione anticipata restino invariati ancora un per un po’ di tempo, vedremo in quali casi si potranno riscattare gli anni di laurea per poterli integrare sotto forma di “contributi previdenziali”.

Riscatto laurea per la pensione: come recuperare gli anni

Se è pur vero che il riscatto della laurea può permettere degli anni di pensione come conversione in “anni contributi”, è anche vero che non è mai corretto standardizzare la convenienza di questa misura.

Infatti, una delle distinzioni che andrebbero fatte riguarda il riscatto agevolato e quello tradizionale. Non molti sanno che questa “mossa” ha un costo, la cui applicazione dipende molto dal periodo in cui vengono incastonati gli anni per il contributo previdenziale.

Dunque, per poter distinguere i prezzi per riscattare la laurea prendiamo d’esempio il 1° gennaio del 1996. Periodo in cui è stato integrato il sistema contributivo.

Mentre coloro che possono godere del riscatto agevolato devono tenere in considerazione i periodi oltre al 31 dicembre del 1995. Questa versione potrebbe far risparmiare almeno il 65% rispetto alla soluzione tradizionale.

Nel sistema contributivo ad esempio, il riscatto si basa sull’ultimo anno di retribuzione, a partire dalla data in cui è stata effettuata la domanda.

Nel conteggio retributivo invece, l’operazione è più complessa, perché dipende dal genere, dall’età e dalla retribuzione.

Parlando di numeri, con il riscatto agevolato della laurea per la pensione, il costo ammonta a circa 5.500€ per ciascun anno da convertire (versamento previsto da commercianti e artigiani).

Chi non rientra nella misura agevolata, dovrà considerare un costo pari a 4 volte tanto (sempre paragonato ad ogni anno da dover recuperare).







© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ultime notizie di Università

Ultime notizie