Rissa in Armenia-Italia, Verratti contro Karapetyan/ Azzurro ammonito: era diffidato

- Silvana Palazzo

Rissa in Armenia-Italia, Verratti contro Karapetyan. Il centrocampista azzurro ammonito: era diffidato, salterà la sfida contro la Finlandia.

armenia italia rissa
Armenia-Italia rissa

Si sono scaldati subito gli animi in Armenia-Italia. Quando sono passati solo ventisei minuti di gioco, ecco la rissa in campo nel match valido per le qualificazioni agli Europei 2020. L’arbitro è stato costretto a placare gli animi mostrando il cartellino giallo a Verratti e Karapetyan, che avevano innescato la lite sul terreno di gioco. Ma non è stato semplice per il direttore di gara placare gli animi. Il centrocampista dell’Italia si è lamentato di una manata sul volto dopo aver subito il fallo dal calciatore che finora si è reso protagonista per il gol che ha aperto le marcature. Karapetyan, infatti, al 10’ ha sfruttato un contropiede micidiale e l’ha trasformato in rete con un diagonale imparabile. Insomma, la rissa è partita da un banale contrasto. A centrocampo si è creato subito caos, con Leonardo Bonucci e Alessandro Florenzi nervosi e frenati da Mkhitaryan. Ma ad avere la peggio è Verratti, perché per lui è un giallo pesante. Essendo diffidato, il centrocampista salterà la prossima partita, quella contro la Finlandia.

RISSA IN ARMENIA-ITALIA, VERRATTI CONTRO KARAPETYAN

Solo due minuti prima Federico Bernardeschi aveva avuto l’occasione per il pareggio. Una grande occasione per l’Italia con un tiro a giro deviato in corner dal portiere armeno. Il gol comunque era nell’aria, infatti poi al 29’ Belotti ha pareggiato i conti su un bel cross di Emerson Palmieri. Nel mezzo una rissa a due passi dall’arbitro. Nervi tesi infatti in campo dopo il fallo di Karapetyan su Verratti. Quest’ultimo si è arrabbiato molto e, proprio come l’avversario, ha rimediato un ammonizione. Il calciatore armeno è stato poi espulso nei minuti di recupero per doppia ammonizione. Il secondo giallo gli è stato mostrato per un intervento gol gomito su Leonardo Bonucci, ma in realtà è apparso un provvedimento eccessivo. C’è stato il contrasto col difensore, ma non così scomposto e neppure cattivo. Esagerata dunque la seconda ammonizione per Karapetyan.



© RIPRODUZIONE RISERVATA