Risultati Mondiali basket 2019/ Quarti: l’Australia regola la Repubblica Ceca!

- Claudio Franceschini

Risultati Mondiali basket 2019: Francia e Australia volano in semifinale battendo Usa e Repubblica Ceca, per gli Stati Uniti si interrompe una striscia record fatta di 58 vittorie.

Australia basket inno Mondiali lapresse 2019
Risultati Mondiali basket 2019, quarti di finale (Foto LaPresse)

I risultati dei Mondiali basket 2019 ci dicono che l’Australia è l’ultima semifinalista: gli oceanici battono la Repubblica Ceca per 82-70 e sfideranno la Spagna con la totale consapevolezza di poter volare in finale. La Repubblica Ceca esce a testa altissima: Tomas Satoransky arriva a un rimbalzo dalla prima tripla doppia di sempre nella storia della manifestazione (13 punti, 9 rimbalzi e 13 assist), ci sono anche 21 punti con 8/11 di un grande Patrik Auda ma alla fine l’Australia gestisce alla grande, trova il contributo di un Andrew Bogut dal quoziente cestistico sconfinato (10 punti, 3 assist e canestri di alta scuola) e si affida al suo leader Patty Mills per i punti della staffa. Il playmaker di San Antonio chiude con 24 punti, 4 rimbalzi e 6 assist, 9/15 al tiro di cui 6/9 dal perimetro; la sua prestazione maschera qualche carenza di altri elementi, per esempio di Joe Ingles che parte a rilento ma alla fine è comunque capace di realizzare 6 punti, 5 rimbalzi e 4 assist. Dunque Australia in semifinale: la nazionale di Andrej Lemanis sarà un’avversaria durissima per la Spagna. (agg. di Claudio Franceschini)

LA FRANCIA ELIMINA GLI USA

Il primo dei risultati dei Mondiali basket 2019 per le partite del mercoledì legittima una sensazione che era già evidente da quando era stato annunciato il roster: gli Stati Uniti sono eliminati ai quarti di finale, la Francia vola in semifinale dove affronterà la sorprendente Argentina. Cade la nazionale campione in carica, sotto i colpi di Rudy Gobert: 21 punti e 16 rimbalzi per il centro degli Utah Jazz, ce ne sono 22 per Evan Fournier che ha rischiato di rovinare tutto con un inspiegabile sfondamento e i Bleus in controllo. Non sono bastati i 29 punti di uno straripante Donovan Mitchell, che aveva riportato gli Usa avanti 78-76; da lì però la Francia ha scavato un altro parziale e l’attacco statunitense si è fatto meno fluido, tra errori e banali palle perse gli americani hanno perso la via per la semifinale e abbandonano il tetto del mondo dopo due titoli consecutivi. Una sorpresa dicevamo, ma nemmeno troppo: si sapeva che questa nazionale senza stelle di prima grandezza avrebbe faticato. Adesso occhi puntati su Australia-Repubblica Ceca, l’ultimo dei quarti di finale: la vincente andrà a giocare contro la Spagna. (agg. di Claudio Franceschini)

USA SOTTO CONTRO LA FRANCIA

All’intervallo della prima partita per i risultati dei Mondiali basket 2019 c’è il risultato che non ti aspetti, almeno parzialmente: la Francia è in vantaggio contro gli Usa, che già sulla carta e dopo le prime uscite sapevamno di dover sudare sette camicie contro una delle nazionali più forti in circolazione. Che gli Stati Uniti non fossero nella loro migliore versione si sapeva, e adesso potrebbero pagare dazio: l’atletismo dei Bleus ha imposto al gruppo di Gregg Popovich un inseguimento praticamente dalla palla a due, la Francia ha trovato ottime prove da parte di Rudy Gobert, che oltre a proteggere il ferro ha anche garantito 13 punti, e Evan Fournier che si prende responsabilità dal perimetro segnando allo stesso modo 13 punti. Bene anche Nando De Colo e un Andrew Albicy che sembra decisamente dentro la partita; per gli Usa invece il solo Donovan Mitchell (15 punti e un canestro prezioso sulla sirena del secondo periodo) sembra in grado di reggere l’urto avversario, ci sono 7 punti per Jaylen Brown mentre sta ancora latitando Kemba Walker, 0/3 dal campo e 3 palle perse. Il secondo tempo al Dongguan Basketball Center si preannuncia molto interessante… (agg. di Claudio Franceschini)

COMINCIA USA FRANCIA

Siamo pronti a vivere finalmente le partite che ci forniranno i risultati dei Mondiali basket 2019 per i quarti di finale: gli Usa, due ori consecutivi dopo il flop del 2006, hanno convinto ma non ancora del tutto. Abbiamo parlato più volte della vittoria sul filo di lana contro la Turchia, una partita che più che altro è stata persa dalla nazionale della mezzaluna (e almeno tre volte); le altre gare hanno presentato una nazionale sicuramente favorita per l’oro ma che deve ancora fare il definitivo salto in avanti. Kemba Walker è il suo miglior realizzatore con 14,6 punti e tira con il 41,4% dall’arco; in doppia cifra vanno anche Harrison Barnes, Jayson Tatum e Donovan Mitchell ma sicuramente sta facendo molto bene Myles Turner, che gioca come centro titolare e ha 8,4 punti con 8,0 rimbalzi. Come detto la Francia è un brutto cliente, anche perchè tanti giocatori (Evan Fournier, Rudy Gobert, Nicholas Batum, Frank Ntilikina ma potremmo dire anche Nando De Colo, che pure ci manca da tanti anni) conoscono i loro avversari; vedremo allora quello che succederà, è finalmente arrivato il momento di lasciare la parola al parquet del Dongguan Basketball Center dove si comincia a giocare! (agg. di Claudio Franceschini)

L’AUSTRALIA E’ L’OUTSIDER

Se la Repubblica Ceca è la sorpresa, nei risultati dei Mondiali basket 2019 parliamo anche dell’outsider: l’Australia, avversaria dei cechi, è la nazionale che si posiziona un gradino sotto le grandi favorite ma forse, per quello che ha fatto vedere fino a qui, ha tutto per giocarsi l’oro alla pari con le altre. Intanto non ha mai perso, e non è un dato scontato: lungo il cammino ha dovuto affrontare Canada, Lituania e Francia (oltre a Canada e Repubblica Dominicana) e ha dimostrato di sapersela giocare con le big. Il roster è fatto di giocatori che hanno esperienza in NBA: è così per i primi quattro realizzatori ovvero Patty Mills (21,8 punti e 4,2 assist), Joe Ingles che è andato ad un passo dalla prima tripla doppia di sempre ai Mondiali basket (e che ha 11,4 punti, 5,8 rimbalzi e 6,2 assist), Matthew Dellavedova e Aron Baynes. Quello che impressiona è sicuramente la percentuale al tiro: l’Australia nelle prime cinque partite del torneo ha avuto il 61,2% da 2 punti e il 40,8% dal perimetro, con Dellavedova al 44% e Baynes e Jock Landale che, tra i giocatori con almeno due triple tentate per partita, sono al 50% o più. (agg. di Claudio Franceschini)

LA SORPRENDENTE REPUBBLICA CECA

Come abbiamo già detto nel presentare i risultati dei Mondiali basket 2019, la grande sorpresa è la Repubblica Ceca: quattro anni fa questa nazionale aveva conquistato i quarti agli Europei ma non si era mai qualificata alla manifestazione iridata prima di questa edizione. Presentatasi qui senza troppe speranze, ha superato il primo girone dominando la partita decisiva contro la Turchia e poi si è addirittura superata nella seconda fase, schiantando il Brasile e volando ai quarti per differenza canestri. Il leader è certamente Tomas Satoransky, due anni a Barcellona prima di volare nella NBA dove si è ritagliato uno spazio importante: per lui 15,2 punti, 6,0 rimbalzi e 7,4 assist con la più alta valutazione (21,2) anche se il miglior realizzatore è Jaromir Bohacik (gioca nel CEZ Nymburk) che segna 17,4 punti. La Repubblica ceca manda cinque giocatori in doppia cifra, vale a dire tutti quelli che giocano almeno 20 minuti; un osso duro per l’Australia che rimane certamente favorita, ma che sa di dover dare il 100% per qualificarsi alla semifinale dei Mondiali basket 2019. (agg. di Claudio Franceschini)

GLI ULTIMI DUE QUARTI DI FINALE

Gli ultimi due quarti di finale, che ci sono presentati dai risultati dei Mondiali basket 2019, si giocano mercoledì 11 settembre: siamo ovviamente in Cina, in una parte di tabellone nella quale spiccano ovviamente gli Stati Uniti campioni in carica. Diciamo subito che ovviamente le gare in programma sono due, e che le due partite non si incroceranno poi in semifinale: si parte a Dongguan dove, alle ore 13:00 (di casa nostra) si gioca Usa-Francia. Alle ore 15:00 saremo invece a Shanghai per Australia-Repubblica Ceca: anche qui come ieri c’è dunque una grande sorpresa che è rappresentata dalla nazionale dell’Est Europa, mentre ad affrontare Team Usa sarà quella Francia che, sia pure in ricostruzione e meno competitiva rispetto al passato, rimane una squadra con cui anche Gregg Popovich dovrà fare i conti. Non ci resta dunque che ingannare l’attesa per la palla a due presentando alcuni dei temi principali legati ai risultati dei Mondiali basket 2019, parlando delle quattro nazionali che vedremo oggi sul parquet. Ricordiamo che in semifinale sono già arrivate Argentina e Spagna: le due nazionali aspettano di conoscere le loro avversarie.

RISULTATI MONDIALI BASKET 2019: CONFERME E SORPRESE

Come abbiamo già detto, la grande sorpresa nei risultati dei Mondiali basket 2019 è rappresentata dalla Repubblica Ceca: alla prima partecipazione assoluta alla competizione iridata, il gruppo guidato da Ronen Ginzburg si è qualificato ai quarti e lo ha fatto sul campo, prima eliminando la Turchia (andata a un millimetro dal battere gli Stati Uniti) e poi facendo fuori Brasile e Grecia, perdendo con gli ellenici ma facendo fruttare la differenza canestri. Le altre tre nazionali sono conferme: gli Stati Uniti arrivano qui con due titoli mondiali consecutivi ma sono in Cina con un roster tra i meno competitivi degli ultimi anni, e non è affatto scontato che riescano a mettersi un altro oro al collo. La Francia tra alti e bassi è presente nella Top 8 ma dovrà dimostrare di poter fare anche i passi ulteriori, e allora attenzione all’Australia: gli oceanici fin qui hanno sempre vinto e convinto, hanno avuto un cammino realmente complesso e dato una sensazione di grande solidità. Che possano davvero essere loro a fare il colpo grosso e raggiungere la finale? Staremo a vedere…

RISULTATI MONDIALI BASKET 2019: QUARTI DI FINALE

RISULTATO FINALE Usa-FRANCIA 79-89
RISULTATO FINALE AUSTRALIA-Repubblica Ceca 82-70

© RIPRODUZIONE RISERVATA