Risultati Serie A, classifica/ Diretta gol live score: Atalanta, che rimonta! Roma ok

- Claudio Franceschini

Risultati Serie A, classifica: diretta gol live score delle tre partite che mercoledì 24 giugno completano il quadro della 27^ giornata del campionato. Giocano Atalanta, Inter, Lazio e Roma.

Immobile Lazio marcatori
Ciro Immobile (Foto LaPresse)

Partita splendida al Gewiss Stadium con la Lazio che parte a razzo portandosi sullo 0-2 con un autogol di De Roon e una rete di Milinkovic-Savic, splendida prodezza balistica del serbo. Immobile divora il 3-0 ma la Lazio dura mezz’ora, con l’Atalanta che inizia a macinare occasioni e trova l’1-2 con un colpo di testa di Gosens. La ripresa inizia con l’Atalanta subito pericolosa con Freuler e Djimsiti, il Papu Gomez fa il bello e il cattivo tempo ma è una bordata di Malinovskyi a trovare il 2-2. Poi il ritmo cala un po’, la Lazio è in difficoltà e perde Correa e Cataldi per infortunio, quindi un’uscita a vuota di Strakosha permette a Palomino di completare una straordinaria rimonta. All’Olimpico la Roma trema per il gol di Gabbiadini, si vede annullato il pari di Veretout ma nella ripresa si attacca ancora a Dzeko, che con due capolavori ribalta la situazione e tiene in corsa per l’Europa che conta i giallorossi. (agg. di Fabio Belli)

RISULTATI SERIE A: PARI EMOZIONANTE A SAN SIRO

Mille emozioni a San Siro tra Inter e Sassuolo. I nerazzurri mancano il 3-1 con un incredibile errore di Gagliardini che da due passi, e a porta completamente vuota, manda il pallone sulla traversa dopo una respinta di Consigli su Lukaku. Il Sassuolo non si arrende, reclama un rigore e ne ottiene uno al 35′ che Berardi trasforma col brivido, con Handanovic che tocca ma non trattiene. L’Inter però insiste e Borja Valero al 41′ buca la difesa neroverde siglando il 3-2, inserendosi in area e appoggiando in rete comodamente beffando la marcatura di Defrel. Sembra fatta per gli uomini di Conte che allo scadere però si fanno sorprendere nello stesso modo, Magnani sbuca alle spalle di Lautaro Martinez e sigla il definitivo 3-3, che costringe l’Inter all’inaspettata frenata in casa. Espulso Skriniar nel recupero. Ora spazio alle partite delle 21.45: Atalanta-Lazio e Roma-Sampdoria. (agg. di Fabio Belli)

RISULTATI SERIE A: L’INTER RIBALTA IL RISULTATO

Terminato il primo tempo a San Siro con l’Inter in vantaggio 2-1 sul Sassuolo. Ma i nerazzurri hanno dovuto ribaltare il risultato con gli emiliani che hanno messo alle corde la squadra di Conte, portandosi in vantaggio con Caputo dopo appena 4′. Per i neroverdi interessanti spazi in contropiede per tutto il primo tempo, Berardi però in un paio di occasioni propizie si addormenta e al 41′ Boga compie una brutta ingenuità: fallo da rigore che Lukaku trasforma con freddezza spiazzando Consigli. E’ l’episodio che rimette in carreggiata l’Inter, al 46′ all’inizio del recupero Biraghi innescato da Alexis Sanchez sfonda sulla sinistra e da posizione defilata piazza il pallone sotto la traversa. L’Inter arriva così all’intervallo con un vantaggio insperato considerando che dopo 40′ il Sassuolo era ancora in vantaggio. (agg. di Fabio Belli)

RISULTATI SERIE A: IN CAMPO A SAN SIRO

I risultati di Serie A legati alla conclusione della 27^ giornata stanno per fornirci il loro esito: tra pochi minuti saremo in campo a San Siro per Inter Sassuolo, una partita che all’andata i nerazzurri avevano vinto con un rocambolesco 4-3. Sfida speciale per l’ex Stefano Sensi, che i neroverdi avevano acquistato dal Cesena; sembrava che dietro l’operazione ci fosse in particolar modo la Juventus, invece il centrocampista è finito all’Inter ma la sua stagione di esordio è stata sfortunata, perché dopo un avvio straordinario si è infortunato proprio contro i bianconeri, è stato fuori a lungo e da allora non ha mai davvero recuperato, tanto che ora Antonio Conte lo schiera molto raramente. Il passaggio da Reggio Emilia alla Milano nerazzurra sarebbe potuto essere una realtà anche per Domenico Berardi: il calabrese però, conteso anche dalla stessa Juventus, fino a questo momento non ha mai lasciato l’Emilia. Presumibilmente sul fatto che le big non si siano mai convinte ad acquistarlo pesa qualche questione caratteriale; adesso però Berardi è pronto a dimostrare di poter essere un fattore e vuole lasciare il segno contro l’Inter. Vedremo come andranno le cose: la parola al campo, per il primo dei risultati di Serie A si gioca! (agg. di Claudio Franceschini)

RISULTATI SERIE A: RIFLETTORI SULLA LAZIO

Ne parlavamo in precedenza per i risultati di Serie A, torniamo a farlo adesso: l’osservata speciale in questa ripartenza è senza ombra di dubbio la Lazio, che ha la possibilità di rivivere il passato e prendersi quello che sarebbe uno straordinario scudetto ai danni della Juventus. Era successo 20 anni fa, sia pure in un contesto diverso: allora la Lazio fece una rimonta straordinaria trovandosi a -9 dai bianconeri con 6 turni da giocare, in questo campionato invece è sempre rimasta a contatto anche se, almeno nelle battute iniziali, era la terza forza della classifica alle spalle anche dell’Inter. Di quel gruppo biancoceleste, allenato da Sven-Goran Eriksson, faceva parte anche Simone Inzaghi: l’attuale allenatore dell’Aquila era alla sua prima stagione con questa maglia, sarebbe rimasto fino al gennaio 2005 (per poi tornare a fine carriera) e aveva contribuito alla grande impresa firmando 7 gol in 22 partite. Ora potrebbe entrare nell’elite di chi ha vinto lo scudetto da giocatore e allenatore con la stessa società: tra questi possiamo ricordare Carlo Ancelotti e Nils Liedholm con il Milan, Carlo Parola e Fabio Capello con la Juventus anche se i due scudetti da tecnico del friulano sono poi stati revocati. (agg. di Claudio Franceschini)

IL RITORNO DELLE ROMANE

Scorrendo l’elenco delle squadre che oggi daranno vita ai risultati di Serie A per la 27^ giornata, scopriamo che sono appena due quelle che ancora devono giocare dopo il lockdown da Coronavirus: curiosamente, le due romane. Ricordiamo allora quali erano stati i loro ultimi impegni: la Lazio aveva battuto il Bologna allo stadio Olimpico, un 2-0 con il quale si era portata temporaneamente in testa alla classifica prima che la Juventus facesse la voce grossa contro l’Inter, riprendendo il comando della situazione. Gli stessi biancocelesti peraltro avevano rimontato i nerazzurri ottenendo un preziosissimo 2-1 in casa, nel turno precedente. Per la Roma invece era arrivato un pirotecnico 4-3 alla Sardegna Arena, contro un Cagliari in caduta libera ma pur sempre temibile: finalmente anche Nikola Kalinic si era sbloccato trovando il primo gol nella sua avventura giallorossa, con quel successo la squadra di Paulo Fonseca si era portata a -3 dall’Atalanta in chiave quarto posto, sia pure con la Dea che ancora doveva recuperare la partita contro il Sassuolo. Stasera dunque le due squadre della capitale riprendono la marcia: è curioso che la Lazio sia stata quella che maggiormente spingeva per la ripresa della Serie A e anche l’ultima a tornare in campo… (agg. di Claudio Franceschini)

RISULTATI SERIE A

Nuova carrellata dedicata ai risultati di Serie A: ormai la prassi da qui al termine del campionato sarà quella di avere praticamente un appuntamento al giorno, secondo il calendario ufficializzato e ratificato per la ripartenza dopo il lungo lockdown da Coronavirus. Si completa il quadro della 27^ giornata, che era iniziata due giorni fa: mercoledì 24 giugno avremo dunque le ultime tre partite, una di queste è Inter Sassuolo che alle ore 19:30 farà da apripista. Le altre due gare si giocheranno invece nel nuovo e inconsueto orario delle 21:45, e saranno Atalanta Lazio e Roma Sampdoria. Dunque, la Lega ha voluto tenere i colpi migliori per il gran finale, almeno per quanto riguarda questo turno; troviamo infatti in campo due delle tre squadre che si stanno giocando lo scudetto, e le due che sono in lotta per l’ultimo posto utile in Champions League. Destini incrociati per quanto riguarda la classifica di Serie A, che finalmente vedrà le 20 rappresentanti aver giocato lo stesso numero di partite; non resta adesso che approfondire il discorso, perché manca ancora qualche ora al primo match e di conseguenza possiamo metterci in attesa dei risultati di Serie A valutando quello che potrebbe succedere.

RISULTATI SERIE A: SITUAZIONE E CONTESTO

Come abbiamo detto, i risultati di Serie A per questo mercoledì ci presentano partite bellissime: non possiamo evitare di dire che il big match sia quello del Gewiss Stadium, perché Atalanta e Lazio in questi anni hanno sempre regalato spettacolo nei loro incroci, hanno giocato una contro l’altra la finale di Coppa Italia nel maggio 2019 e a detta di praticamente tutti gli addetti ai lavori sono le due realtà che in questo momento esprimono il calcio più bello ed efficace. Basta guardare del resto la classifica di Serie A: la Dea è quarta e punta un’altra qualificazione in Champions League (aspettando che ad agosto arrivino i quarti di finale), i biancocelesti hanno chiuso il campionato pre-Coronavirus ad un solo punto dalla Juventus capolista e, mai come negli ultimi 20 anni (data dell’ultimo trionfo) sognano concretamente lo scudetto – che è anche il motivo per cui Claudio Lotito avrebbe voluto ripartire subito, per evitare che più passava il tempo e più fosse complicato terminare la stagione. Da non sottovalutare in questo contesto l’Inter, che ha ancora nelle sue corde la possibilità di rimontare; e la Roma, che è appunto la squadra che contende il quarto posto in classifica all’Atalanta.

RISULTATI SERIE A: 27^ GIORNATA

FINALE Inter Sassuolo 3-3 – 4′ Caputo (S), 41′ rig. R. Lukaku (I), 45’+1′ Biraghi (I), 81′ Berardi rig. (S), 86′ Borja Valero (I), 89′ Magnani (S)

FINALE Atalanta Lazio 3-2 – 5′ aut. De Roon (L), 11′ Milinkovic-Savic (L), 38′ Gosens (A), 66′ Malinovskyi (A), 80′ Palomino (A)

FINALE Roma Sampdoria 2-1 – 11′ Gabbiadini (S), 64′ Dzeko (R), 85′ Dzeko (R)

CLASSIFICA SERIE A

Juventus 66

Lazio 62

Inter 58

Atalanta 54

Roma 48

Napoli 42

Parma, Milan 39

Verona 38

Cagliari 35

Bologna 34

Sassuolo 33

Fiorentina, Torino 31

Udinese 28

Sampdoria 26

Genoa, Lecce 25

Spal 18

Brescia 17

* una partita in meno

© RIPRODUZIONE RISERVATA