Risultati Serie A, classifica/ Il Benevento frena la Roma, ottimo punto per Inzaghi!

- Claudio Franceschini

Risultati Serie A, classifica: nelle partite della 23^ giornata. L’Inter domina il derby e vola a +4 su un bruttissimo Milan, l’Atalanta batte il Napoli, la Roma frena contro il Benevento.

San Siro Serie A
Risultati Serie A (Foto LaPresse)

RISULTATI SERIE A: LA ROMA PAREGGIA A BENEVENTO

L’ultimo dei risultati di Serie A per la 23^ giornata è sorprendente: la Roma non sfonda al Vigorito nonostante abbia giocato quasi 40 minuti in superiorità numerica (compreso il lunghissimo recupero concesso dall’arbitro), e si deve accontentare di guadagnare un solo punto al Milan in chiave secondo posto, arrivando ora a -5 dai rossoneri ma perdendo anche due lunghezze nei confronti di Lazio e Atalanta, che si fanno sotto. Un punto invece ottimo per il Benevento, che allontana ancor più la zona retrocessione: Filippo Inzaghi è riuscito a imbrigliare una Roma che dal 57’ minuto ha giocato in 11 contro 10 per l’espulsione di Kamil Glik – doppio cartellino giallo – subito dopo Paulo Fonseca ha mandato in campo Dzeko al fianco di Borja Mayoral sentendo che il momento poteva essere propizio ma né il bosniaco, né tantomeno Pedro ed El Shaarawy entrati in seguito sono riusciti a portare a termine il compito della vittoria. È un passo falso per la Roma: domani sera la Juventus potrebbe nuovamente sorpassare i giallorossi al terzo posto della classifica di Serie A – ospitano il Crotone, con cui avevano pareggiato all’andata – come detto esulta il Benevento che continua nel suo ottimo campionato, vedendo la salvezza da molto più vicino. (agg. di Claudio Franceschini)

L’ATALANTA BATTE IL NAPOLI

Atalanta Napoli, penultimo dei risultati di Serie A per questa domenica, è stata una partita splendida: l’ha vinta la Dea che si porta dunque a quota 43 punti in classifica, agganciando la Lazio e – temporaneamente, almeno – la Roma al terzo posto. Per il Napoli è un altro ko contro la squadra che l’ha eliminata dalla Coppa Italia: senza i due centrali titolari gli azzurri continuano a imbarcare acqua in difesa, mentre per una sera la banda di Gian Piero Gasperini è tornata quella roboante dei giorni migliori. Succede tutto nel secondo tempo, e nello spazio di 26 minuti arrivano sei gol: un grande spettacolo inaugurato dall’ex Duvan Zapata che ha aperto le danze 5 minuti prima del pareggio di Piotr Zielinski. L’Atalanta è scattata quasi subito trovando il nuovo vantaggio con Robin Gosens, il Napoli ha sfiorato la nuova parità ma ha incassato la terza rete da Luis Muriel, centro numero 14 del suo straordinario campionato. Poi, reazione veemente dei partenopei che ha portato all’autogol di Gosens; altri 4 minuti ed è stato Cristian Romero a rimettere due reti di vantaggio tra le squadre, questa volta mazzata troppo pesante per un Napoli che aveva già sofferto contro la Juventus ma in quel caso era riuscito a vincere mantenendo la porta inviolata, mentre stasera è crollato. Il futuro di Gattuso torna a essere a rischio? Vedremo, intanto per i risultati di Serie A la Roma ha ora l’occasione di tornare al terzo posto solitario – avvicinando la seconda piazza del Milan – giocando sul campo di un Benevento che cerca punti per mettersi ancor più al sicuro in chiave salvezza, ricordiamo che la 23^ giornata del campionato si concluderà domani sera con il Monday Night Juventus Crotone. (agg. di Claudio Franceschini)

L’INTER DOMINA IL DERBY

L’Inter è padrona del campionato: il più atteso tra i risultati di Serie A per la 23^ giornata ci consegna una vittoria schiacciante per i nerazzurri nel derby della Madonnina, 4 punti di vantaggio sui rossoneri in una classifica che, aspettando le altre, rischia adesso di essere una fuga solitaria. L’Inter sblocca al 5’ minuto con Lautaro Martinez, che al 57’ raddoppia; 9 minuti più tardi Romelu Lukaku fa tris, sancendo un dominio netto sul terreno di gioco di San Siro. Il Milan perde la seconda partita consecutiva e adesso rischia di aver sperperato quanto di buono fatto fino a questo momento, che comunque non si può cancellare; adesso però anche l’Inter dovrà confermare questo straordinario passo che sta tenendo. Alle ore 18:00 il Gewiss Stadium apre le sue porte su Atalanta Napoli, altro big match che potrebbe avvicinare una delle due almeno al secondo posto; vedremo quello che succederà, ma intanto l’Inter di Antonio Conte si gode il primato e l’abbozzo di “uccisione” di un campionato di Serie A che, adesso possiamo dirlo, ha decisamente cambiato padrone. (agg. di Claudio Franceschini)

ECCO IL DERBY MILAN INTER

Finalmente i risultati di Serie A ci presentano Milan Inter: non vedevamo l’ora che arrivasse questo momento, il derby della Madonnina che arriva una settimana dopo che i nerazzurri hanno effettuato il sorpasso ai danni dei cugini, e dunque giocano questa stracittadina all’ombra del Duomo con il primo posto in classifica e la concreta possibilità di scappare via in classifica. Naturalmente il Milan può riprendersi la vetta, mentre alle spalle ci sono le inseguitrici che sperano in un pareggio per tornare sotto: la Lazio ha già fatto il suo dovere battendo la Sampdoria, Atalanta e Napoli si affreonteranno tra di loro nel tardo pomeriggio, la Roma sarà in campo nel posticipo serale a Benevento, la Juventus affronterà il Monday Night contro il Crotone. Intanto per i risultati di Serie A abbiamo assistito a uno straordinario lunch match al Tardini: doppio vantaggio di un Parma che, finalmente concreto, nel primo tempo ha bussato con Andreas Cornelius e il rigore di Juraj Kucka, ma nella ripresa l’Udinese ha sfruttato le paure ducali e ha trovato due volte la via della rete con Stefano Okaka e Bram Nuytick, pareggiando la contesa. Il Parma dunque non ritrova la vittoria e anzi questo pareggio, che non le consente di raggiungere o scavalcare il Cagliari, può essere psicologicamente devastante; l’Udinese tiene il passo del Bologna e viene ripreso dalla Fiorentina, adesso si trova a +10 sulla zona retrocessione e dunque il risultato di oggi è assolutamente positivo per Luca Gotti, anche per come si era messa la partita nel primo tempo. Ora però spazio a San Siro, perché Milan Inter sta per cominciare… (agg. di Claudio Franceschini)

INIZIA PARMA UDINESE

Finalmente siamo arrivati al momento in cui parlano i risultati di Serie A per la 23^ giornata. Il Parma ospita l’Udinese nel lunch match, e come abbiamo detto non può che vincere: la crisi dei ducali è profonda, tanto che Roberto D’Aversa non ha saputo invertire la tendenza e da quando è tornato sulla panchina gialloblu non ha mai vinto. Anzi: un solo punto in 6 partite, con una vittoria sfuggita in pieno recupero a causa di un rigore. Fabio Liverani, in 16 partite, aveva fatto 12 punti: rendimento assolutamente insufficiente ma se non altro il suo Parma poteva ancora giocarsela, mentre ora sembra francamente aver perso anche le ultime energie emotive. L’ultima vittoria è lontanissima: un 2-1 sul campo di un Genoa non ancora trasformato dalla cura Ballardini, da quel momento sono arrivati 4 pareggi a fronte di 9 sconfitte. L’occasione contro i friulani è di quelle d’oro, ma la squadra di Luca Gotti ha dimostrato di saper fare punti in situazione di emergenza: dunque vedremo quello che succederà sul terreno del Tardini, noi a tal proposito ci mettiamo comodi e lasciamo parlare i protagonisti di questa domenica dedicata ai risultati di Serie A, che può finalmente prendere il via! (agg. di Claudio Franceschini)

IL DERBY SCUDETTO

Affrontando il tema dei risultati di Serie A per la 23^ giornata bisogna fare una specifica che riguarda il derby della Madonnina. Inter e Milan prima e seconda in campionato: da quanto tempo non si verificava qualcosa del genere? Da troppo, ormai: possiamo ricordare che nel 2003 e nel 2005 le due milanesi arrivarono seconda e terza, ma alle spalle della Juventus che sostanzialmente dominò (il secondo scudetto le fu revocato) e dunque non ci fu un vero duello all’ombra del Duomo. Per trovarne uno reale bisogna tornare addirittura al 1992-1993: nell’era dei 2 punti per vittoria e di 18 squadre appartenenti alla Serie A, il Milan di Fabio Capello aveva vinto il secondo titolo consecutivo (sarebbero stati tre) con 4 punti di vantaggio sull’Inter allenata da Osvaldo Bagnoli, che aveva in Ruben Sosa il suo bomber (20 gol) laddove i rossoneri schieravano Marco Van Basten e Jean-Pierre Papin con 13 marcature a testa. Sono passati 28 anni, ed era un altro calcio: rapportato ai 3 punti per vittoria il Milan avrebbe vinto quello scudetto con 68 punti (e la media esatta di 2 punti per gara) contro i 63 dell’Inter. Da quel momento non c’è mai stato un momento in cui una delle due milanesi abbia ottenuto il tricolore con l’altra che fosse la sua prima e diretta rivale: si torna oggi in questa situazione, ma bisognerà valutare quello che succederà alla fine della stagione perché c’è anche chi potrebbe giocare il ruolo di terzo incomodo… (agg. di Claudio Franceschini)

CONTINUA LA 4^ DI RITORNO

I risultati di Serie A sono arrivati alla 23^ giornata: calendario davvero curioso quello di domenica 21 febbraio, perché avremo soltanto quattro partite a tenerci compagnia e dunque un match per fascia oraria. Vediamo subito quello che ci propone il programma, perché comunque c’è tanta carne al fuoco: Parma Udinese è il tradizionale lunch match e dunque si giocherà alle ore 12:30, poi alle ore 15:00 avremo il grande appuntamento con il derby della Madonnina che è Milan Inter, seguito alle ore 18:00 da un altro big match di questo turno e cioè Atalanta Napoli.

Alle ore 20:45 il posticipo serale, forse meno scintillante ma comunque interessante perché sarà Benevento Roma; domani sera Juventus Crotone chiuderà il quadro di questa 23^ giornata di Serie A. Adesso, senza indugiare oltre, andiamo a vedere quali possano essere i temi principali che sono legati a queste partite tuffandoci nell’atmosfera dei risultati di Serie A, e provando a capire come potrebbe cambiare la classifica di un campionato che sta entrando nella sua fase decisiva.

RISULTATI SERIE A: SITUAZIONE E CONTESTO

Dunque per i risultati di Serie A abbiamo la stracittadina, che dopo qualche anno torna anche a essere decisiva per lo scudetto: i nerazzurri hanno coronato il lungo inseguimento ai cugini battendo la Lazio e, approfittando della incredibile sconfitta rossonera a La Spezia, si sono presi un primo posto in classifica che adesso vogliono difendere con le unghie e con i denti, consapevoli del fatto che sia la grande occasione per rivincere qualcosa dopo 10 anni.

Il Milan ovviamente non si dà per vinto, perché continua ad accarezzare il sogno ed è forte della vittoria nel derby di andata, sapendo anche che la classica legge per cui la squadra che vince le stracittadine non è quella favorita si verifica spesso; poco dopo avremo un incrocio per la Champions League a Bergamo, che per il Napoli sarà anche l’occasione per vendicare l’eliminazione subita nella semifinale di Coppa Italia e, parlando personalmente di Gennaro Gattuso, la possibilità di far vedere di potersi meritare ancora questa panchina.

Interessante la sfida di Benevento, dove Pippo Inzaghi testa una squadra che sta facendo bene contro una Roma che invece lotta per il terzo posto e sa che il derby di Milano le dà un’occasione per avvicinare il tricolore; a Parma andrà in scena una partita delicatissima per la salvezza, ma l’Udinese non è certo messo male a differenza dei ducali, che hanno un solo risultato a disposizione e a questo punto non possono più sbagliare.

RISULTATI SERIE A: 23^ GIORNATA

RISULTATO FINALE Parma Udinese 2-2 – 3′ Cornelius (P), 32′ rig. Kucka (P), 64′ Okaka (U), 80′ Nuytinck (U)

RISULTATO FINALE Milan Inter 0-3 – 5′ L. Martinez, 57′ L. Martinez, 66′ R. Lukaku

RISULTATO FINALE Atalanta Napoli 4-2 – 53′ D. Zapata (A), 58′ Zielinski (N), 64′ Gosens (A), 71′ Muriel (A), 75′ aut. Gosens (N), 79′ C. Romero (A)

RISULTATO FINALE Benevento Roma 0-0

 

CLASSIFICA SERIE A

Inter 53

Milan 49

Roma 44

Atalanta, Lazio 43

Juventus 42

Napoli 40

Sassuolo 35

Verona 34

Sampdoria 30

Genoa 26

Bologna, Udinese, Fiorentina, Benevento 25

Spezia 24

Torino 20

Cagliari 15

Parma 14

Crotone 12

© RIPRODUZIONE RISERVATA