Risultati Serie A live 8^ giornata/ Il Milan sbanca Napoli e si riprende il 1° posto!

- Claudio Franceschini

Risultati Serie A live 8^ giornata: il Sassuolo vince a Verona e continua a sognare in grande, ma in testa rimane il Milan che espugna il San Paolo con un’altra doppietta di Ibrahimovic.

Berardi Sassuolo esultanza lapresse 2020 640x300
Risultati Serie A, 8^ giornata (Foto LaPresse)

L’ultimo dei risultati di Serie A per l’ottava giornata ci consegna il volo del Milan, che vince al San Paolo e si riprende il primo posto in classifica: continua a fare benissimo la squadra rossonera, anche con Daniele Bonera in panchina, e deve ringraziare il solito Zlatan Ibrahimovic che con la sua doppietta – l’ennesima – sale a quota 10 gol indirizzando la sfida. Il Napoli la riapre con Dries Mertens, ma un minuto dopo riceve una mazzata terribile: fallo da dietro dell’ex Bakayoko, secondo giallo ed espulsione. In dieci uomini la squadra di Gennaro Gattuso ci prova ma le manca concretezza; Bonera cambia di fatto tutto l’assetto offensivo e proprio dai uno dei sostituti, il norvegese Jens Petter Hauge, trova in pieno recupero la terza firma che permette al Diavolo di effettuare il controsorpasso al Sassuolo e portarsi a 20 punti nella classifica di Serie A. Si tornerà a giocare la prossima settimana, intanto però un verdetto lo abbiamo avuto: sperando che l’infortunio occorso a Ibrahimovic non sia nulla di grave i rossoneri possono veramente aspirare allo scudetto, è ancora presto per fare bilanci ma sicuramente quanto abbiamo visto nelle prime otto giornate della Serie A lascia intendere parecchie cose sulla bontà del progetto tecnico. Il Napoli, sconfitto in casa anche dal Sassuolo prima della sosta, è rimandato: continuano a non convincere alcune delle scelte da parte di Gennaro Gattuso, e non solo riferite a questa sera. (agg. di Claudio Franceschini)

RISULTATI SERIE A: SI GIOCA NAPOLI MILAN!

È arrivato il momento di Napoli Milan: l’ultimo dei risultati di Serie A per l’ottava giornata ci dirà se i rossoneri si riprenderanno il primo posto in classifica o se, incredibilmente, sarà il Sassuolo a chiudere questo turno in vetta al campionato. Qualora il Diavolo non dovesse fare il colpo al San Paolo, la stessa classifica di Serie A ne risulterebbe accorciata in maniera sostanziale: con una vittoria infatti i partenopei si porterebbero in seconda posizione agganciando proprio il Milan e la Roma, la Juventus a quel punto sarebbe quinta ma con “soli” 3 punti di margine dalla compagine di Roberto De Zerbi, con l’Inter che invece arriverebbe a -4. Di sicuro il campionato di Serie A post-lockdown si sta rivelando entusiasmante e parecchio equilibrato; intanto bisogna dire che per la lotta alla salvezza ha battuto un colpo importante l’Udinese, capace di battere il Genoa grazie al gol messo a segno dal solito Rodrigo De Paul., con giallo finale perché Gianluca Scamacca aveva messo a segno la rete del pareggio al 94’ minuto, salvo vedersela annullare per fuorigioco. Con questo successo la squadra friulana scavalca il Grifone e il Parma, portandosi a +2 sulla zona calda; in crisi il Genoa che è penultimo avendo solo Torino e Crotone alle spalle, a questo punto per quanto siamo solo all’inizio rischia grosso anche la Fiorentina, che come abbiamo visto ha solo 8 punti. Ora però è arrivato il momento di lasciar parlare il campo: mettiamoci comodi, per i risultati di Serie A Napoli Milan sta prendendo il via! (agg. di Claudio Franceschini)

RISULTATI SERIE A: SASSUOLO IN TESTA ALLA CLASSIFICA

Ecco l’epilogo dei risultati di Serie A per il primo pomeriggio: il Sassuolo è la nuova capolista del campionato aspettando che il Milan giochi a Napoli, i neroverdi non si fermano e continuano a sognare in grande vincendo a Verona. Torna al gol Jeremie Boga, raddoppia Domenico Berardi: momento straordinario per Roberto De Zerbi che non si vuole fermare, allo stesso modo la Roma cavalca l’onda tornando a sorpassare la Juventus salendo al secondo posto della classifica di Serie A (al pari dello stesso Milan), la pratica Parma viene sbrigata nel primo tempo con Borja Mayoral e la doppietta dello scatenato Henrik Mkhitaryan. A San Siro succede di tutto: l’Inter si salva e resta in scia, il Torino riesce a perdere l’ennesima partita incredibile. Doppio vantaggio con Simone Zaza e il rigore dell’ex Cristian Ansaldi, ma i granata in tre minuti vengono raggiunti da Alexis Sanchez e Romelu Lukaku e poi il belga sorpassa su rigore, prima che Lautaro Martinez lanci in orbita la squadra di Antonio Conte affondando Marco Giampaolo, che era già stato durissimo circa i punti persi in extremis. Infine, mentre aspettiamo che prenda il via Udinese Genoa, si risolleva il Bologna che espugna la Marassi blucerchiata: a Claudio Ranieri non basta passare in vantaggio con Morten Thorsby, l’autorete di Vasco Regini e il gol di Riccardo Orsolini lo condannano e la Sampdoria chiude anche senza allenatore, proprio Ranieri viene espulso nel finale. (agg. di Claudio Franceschini)

LA FIORENTINA PERDE IN CASA!

Clamoroso ma vero, il primo dei risultati di Serie A per la domenica dell’ottava giornata fa registrare il ko della Fiorentina. Amaro ritorno per Cesare Prandelli sulla panchina viola: la sua squadra cade al Franchi contro un Benevento che si rilancia in chiave salvezza – agganciato lo Spezia a quota 9 punti – grazie al gol di Riccardo Improta all’inizio del secondo tempo. Ennesimo infortunio per Franck Ribéry, che esce nel finale di prima frazione: si spegne la luce in casa Fiorentina, una sconfitta inattesa ma che dice delle tante difficoltà che questa squadra sta attraversando. La classifica di Serie A piange: fanno 8 punti in 8 partite e al momento solo sei squadre sono alle sue spalle, con la possibilità che il Genoa la raggiunga in serata e il Parma effettui il sorpasso. I ducali giocano però sul campo di una Roma che può riprendere momentaneamente il Milan; a tale proposito diciamo allora che tra pochi minuti prenderanno il via altre quattro partite per i risultati di Serie A, in campo anche l’Inter che ospita il Torino mentre la Sampdoria se la vede a Marassi contro il Bologna, sogna il Sassuolo del quale abbiamo parlato in precedenza e che affronta il sorprendente Verona. Ora la parola torna ai campi, perché si torna a giocare! (agg. di Claudio Franceschini)

INIZIA FIORENTINA BENEVENTO!

Nell’analisi dei risultati di Serie A che stanno per cominciare non può ovviamente mancare un focus sul ritorno di Cesare Prandelli: è curioso il fatto che la sua ultima partita allenata in Serie A, nel 2019, sia stata proprio contro la Fiorentina e che grazie al pareggio contro i viola, e alla traversa colpita dall’Empoli a San Siro, il tecnico di Orzinuovi sia riuscito a salvare il Genoa grazie alle sfide dirette con i toscani. Prandelli invece torna ad allenare la Fiorentina dopo 10 anni: per lui cinque stagioni in viola con un totale di 190 panchine in Serie A e 94 vittorie, portando la squadra per due volte consecutive al quarto posto (che all’epoca però non valeva per qualificarsi in Champions League) ma anche a disputare un ottavo di Champions League e una semifinale di Coppa Uefa. E’ stata l’ultima grande Fiorentina, che ha avuto qualche ottimo sprazzo sotto la guida di Paulo Sous; Prandelli adesso dovrà provare a riportarla in Europa, consapevole che anche lui abbia bisogno di riscatto perché nelle esperienze seguenti (Galatasaray, Valencia, Al Nasr e appunto Genoa) ha avuto un totale di 69 partite con appena 21 vittorie, 22 pareggi e 26 sconfitte, un esonero e le dimissioni dai pipistrelli spagnoli. Proprio la sua Fiorentina inaugura contro il Benevento questa domenica: mettiamoci comodi, per i risultati di Serie A si inizia a giocare! (agg. di Claudio Franceschini)

IL SASSUOLO SOGNA IN GRANDE

Siamo pronti a vivere le emozioni dei risultati di Serie A per questa domenica legata all’ottava giornata. Come abbiamo detto nel presentare le partite di oggi, sogna in grande il Sassuolo: in caso di vittoria al Bentegodi e contemporanea sconfitta del Milan al San Paolo, i neroverdi sarebbero incredibilmente al primo posto solitario in classifica. E’ il frutto del grande lavoro di Roberto De Zerbi, ma anche di una società che ha saputo lavorare con lungimiranza e senza forzare le tappe, come aveva già fatto ai tempi di Eusebio Di Francesco. De Zerbi potrebbe aprire un ciclo ancora migliore: Giovanni Carnevali gli ha messo a disposizione giocatori come Jeremie Boga, Francesco Caputo e un Domenico Berardi mai venduto nonostante le offerte anche sostanziose da parte delle big, lui ci ha messo del suo facendo maturare giocatori come Filip Djuricic e Manuel Locatelli che sono diventati imprescindibili e sotto la sua guida stanno vivendo il momento migliore di una carriera ancora giovane. Certo non sarà semplice oggi, perché il Verona di Ivan Juric è una squadra difensivamente organizzatissima e che ha già frenato Juventus e Milan, ma il Sassuolo ci crede e, al netto di quello che succederà oggi, sa di potersi prendere un posto in Europa. La strada è lunga, ma il sogno neroverde è grande e De Zerbi lo vuole perseguire fino all’ultimo… (agg. di Claudio Franceschini)

SI INIZIA CON FIORENTINA BENEVENTO!

Si torna a giocare nel massimo campionato di calcio, si torna a giocare per i risultati di Serie A per l’ottava giornata: archiviati i tre anticipi è tempo di tuffarsi nelle partite di domenica 22 novembre, e subito notiamo che l’assenza di un Monday Night, unita al fatto che sabato si è giocata una gara in meno rispetto al solito, modifica l’abituale calendario. Infatti dopo aver assistito a Fiorentina Benevento, il lunch match delle ore 12:30, avremo ben quattro partite alle ore 15:00 che saranno Inter Torino, Roma Parma, Sampdoria Bologna e Verona Sassuolo; alle ore 18:00 ci sarà il primo posticipo e saremo alla Dacia Arena per Udinese Genoa, mentre alle ore 20:45 sarà tempo di spostarci al San Paolo per vivere il big match Napoli Milan. Come cambierà la classifica di Serie A dopo queste partite? Sarà interessante scoprirlo insieme, dunque possiamo cominciare a dare uno sguardo a quelli che sono i temi importanti e più interessanti per questa domenica, mentre aspettiamo che per i risultati di Serie A si torni a giocare.

RISULTATI SERIE A E CLASSIFICA: LA SITUAZIONE

Nell’analisi dei risultati di Serie A, che compongono il quadro dell’ottava giornata, bisogna considerare che si arriva dalla sosta per le nazionali: significa che tante squadre hanno lavorato a ranghi ridotti e ritrovano giocatori che invece sono scesi in campo più volte in pochi giorni, avendo anche affrontato viaggi di andata e ritorno. Il focus non può che essere su Napoli Milan, dove i partenopei sognano l’aggancio in vetta alla classifica ma i rossoneri possono invece allungare, forti di un passo che fino a questo momento è stato ottimo e anche oltre le più rosee previsioni. A caccia di riscatto c’è in particolare l’Inter che non vuole staccarsi troppo dalle posizioni di testa, ma oggi il primo posto potrebbe clamorosamente prenderselo il Sassuolo di Roberto De Zerbi, che continua a stupire ma sarà anche chiamato ad una partita non semplice sul campo dell’altrettanto sorprendente Verona di Ivan Juric. Per la coda della classifica, delicatissimo il match delle 18:00 perché Udinese e Genoa non hanno ancora trovato il passo giusto e sono già in zona retrocessione, avendo un bisogno disperato di punti per risalire la corrente.

 

RISULTATI SERIE A: 8^ GIORNATA

RISULTATO FINALE Fiorentina Benevento 0-1 – 52′ Improta

RISULTATO FINALE Inter Torino 4-2 – 45’+2′ Zaza (T), 62′ rig. Ansaldi (T), 64′ A. Sanchez (I), 67′ R. Lukaku (I), 84′ rig. R. Lukaku (I), 90′ L. Martinez (I)

RISULTATO FINALE Roma Parma 3-0 – 28′ Borja Mayoral, 32′ Mkhitaryan, 41′ Mkhitaryan

RISULTATO FINALE Sampdoria Bologna 1-2 – 7′ Thorsby (S), 44′ aut. Regini (B), 52′ Orsolini (B)

RISULTATO FINALE Verona Sassuolo 0-2 – 42′ Boga, 76′ D. Berardi

RISULTATO FINALE Udinese Genoa 1-0 – 35′ De Paul. Note: 98′ esp. Perin (G)

RISULTATO FINALE Napoli Milan 1-3 – 20′ Ibrahimovic (M), 54′ Ibrahimovic (M), 63′ Mertens (N), 95′ Hauge (M). Note: 65′ esp. Bakayoko (N)

 

CLASSIFICA SERIE A

Milan 20

Sassuolo 18

Roma 17

Juventus 16

Inter 15

Napoli (-1), Atalanta, Lazio 14

Verona 12

Sampdoria, Cagliari 10

Bologna, Spezia, Benevento 9

Fiorentina 8

Udinese 7

Parma 6

Genoa 5

Torino 4

Crotone 2

© RIPRODUZIONE RISERVATA