RISULTATI SERIE LIVE 9^ GIORNATA/ Il Verona vince a Bergamo, è 6° in classifica!

- Claudio Franceschini

Risultati Serie A live 9^ giornata: nei tre anticipi la Juventus stecca ancora e pareggia a Benevento, l’Inter risorge a Reggio Emilia segnando tre gol, l’Atalanta affonda contro il Verona.

Vidal Lukaku Inter esultanza lapresse 2020 640x300
Arturo Vidal, Inter (Foto LaPresse)

RISULTATI SERIE A: IL VERONA VINCE A BERGAMO

L’ultimo dei risultati di Serie A per gli anticipi del sabato ci consegna un’altra sorpresa: il Verona passa al Gewiss Stadium di Bergamo affondando l’Atalanta che, nonostante la grande impresa di Anfield, non riesce a riprendere la marcia in campionato. Hellas invece decisamente incisivo e che continua a stupire: i gol sono arrivati tutti nel secondo tempo, ad aprire le danze è stato un rigore trasformato da Miguel Veloso e il radoppio lo ha firmato nel finale Mattia Zaccagni, sperando le speranze della Dea di arrivare quantomeno al pareggio. Con questa vittoria il Verona scavalca proprio l’Atalanta, otre a Napoli e Lazio – ma qui potrebbe essere solo per qualche ora – e si prende il sesto posto in classifica, a due punti dalla coppia Roma-Juventus e per il momento a 5 dal Milan capolista. Un’altra grande serata per Ivan Juric, e per una volta si può ben dire che l’allievo croato abbia superato il maestro Gian Piero Gasperini con l’Atalanta che accusa problemi soprattutto nella sua fase offensiva, quella che nelle ultime stagioni è stata la sua arma più devastante; per i risultati di Serie A è tutto ma soltanto per il sabato, perché domenica la nona giornata di campionato riprenderà con Lazio Udinese (ore 12:30) e poi vivremo tante altre emozioni, come sempre succede. (agg. di Claudio Franceschini)

ALTRA FRENATA DELLA JUVENTUS

La Juventus sbatte sul Benevento, e per i risultati di Serie A ecco la sorpresa: ancora una volta i bianconeri steccano in trasferta e rischiano di staccarsi ancor più dalla testa della classifica, al cospetto di una squadra sannita solida che ha fatto il suo dovere, fortunata nel trovare il pareggio con una magia di Gaetano Letizia all’ultimo secondo del primo tempo ma poi brava a tenere i campioni d’Italia lontani dall’area nel secondo tempo, se si esclude una grande parata di Montipò sul colpo da biliardo di Dybala, con conclusione però troppo debole. Una Juventus che ancora una volta ha dominato nel possesso palla ma è apparsa sterile nelle occasioni create, e senza grinta; a questo punto può diventare un problema se l’atteggiamento senza Cristiano Ronaldo è questo, intanto il dato ci dice che in Serie A i bianconeri hanno pareggiato più partite di quelle che hanno vinto. Tra poco per i risultati di Serie A si torna a giocare: saremo al Gewiss Stadium di Bergamo per Atalanta Verona, con la Dea che può approfittare di questo passo falso della Juventus. (agg. di Claudio Franceschini)

INTERVALLO A BENEVENTO

Incredibilmente, per i risultati di Serie A legati alla nona giornata la Juventus è stata ripresa dal Benevento: continuano i problemi da trasferta dei bianconeri che, dopo essere passati in vantaggio, si sono fatti quasi dominare dalla neopromossa sannita che al termine di un recupero fiume, al 48’ minuto, ha trovato il modo di pareggiare con Gaetano Letizia. Il gol della Juventus lo ha timbrato al 21’ minuto Alvaro Morata, che non si ferma più: rete numero 8 per lo spagnolo in questa stagione, ma il suo timbro rimane una delle poche cose positive di una frazione che ha visto i campioni d’Italia nuovamente in affanno, sotto sul piano del gioco e senza la giusta fiducia per dominare una partita che sulla carta avrebbe dovuto comodamente portare a casa. Magari lo farà nel secondo tempo, ma per il momento il Benevento sta ottenendo un punto preziosissimo per la salvezza e la Juventus non guarisce dal suo mal di trasferta che oggettivamente può diventare un grosso problema; per di più, ancora una volta la squadra di Andrea Pirlo ha subito gol all’ultimo secondo di una frazione (o quasi) come già era capitato contro la Lazio, quando era sfumata una vittoria già in archivio. (agg. di Claudio Franceschini)

INTER TRAVOLGENTE A REGGIO EMILIA

L’Inter rinasce al Mapei Stadium: nel primo dei risultati di Serie A i nerazzurri si lasciano alle spalle critiche e momento negativo demolendo le speranze del Sassuolo, che per la prima volta in questo campionato conosce una sconfitta netta. È decisivo l’avvio veemente della banda di Antonio Conte: al 4’ Inter già in vantaggio con Alexis Sanchez, poi arriva il raddoppio sotto forma di autorete di Vlad Chiriches (che poi esce per infortunio) e poi sostanzialmente i nerazzurri amministrano la situazione, trovando all’ora di gioco il tris con Roberto Gagliardini. Male oggi il Sassuolo, ma una giornata così chiaramente ci può stare anche perché parliamo di una squadra che fino a questo momento ha fatto ben oltre le aspettative; si rilancia l’Inter che migliora la sua classifica e aspetta con fiducia e morale ritrovato gli impegni delle rivali per lo scudetto. A cominciare dalla Juventus, che tra poco sarà in campo al Vigorito per sfidare il Benevento: un ex come Pippo Inzaghi, reduce dal campo sul campo della Fiorentina, saprà fermare la corsa dei campioni d’Italia rendendo ancora più entusiasmante il campionato di Serie A? Tra poco cominceremo ad avere una risposta… (agg. di Claudio Franceschini)

SI GIOCA SASSUOLO INTER!

Con Sassuolo Inter stiamo per dare il via alle partite che compongono il quadro dei risultati di Serie A legati agli anticipi della 9^ giornata, ma prima facciamo un focus sull’Atalanta. La Dea ha avuto un calo nelle sue prestazioni, cosa che chiaramente ci può stare se consideriamo che fino a pochi anni fa questa squadra giocava per salvarsi: trovatasi a lottare per lo scudetto (possiamo dirlo), ha approcciato in maniera straripante questo nuovo campionato vincendo le prime tre partite, con un totale di 13 gol realizzati e il poker centrato sul campo della Lazio. Poi però è iniziata la Champions League, e gli orobici hanno sentito la fatica del doppio impegno: in Serie A le cinque partite seguenti hanno portato in dote 5 punti, ma soprattutto la produzione offensiva si è bruscamente arrestata perché i gol sono stati solo 5, con il primo zero arrivato sul campo dello Spezia. Un rendimento che ovviamente ha impedito all’Atalanta di tenere il passo del Milan e delle squadre migliori; niente di compromesso visto che comunque si punta a tornare in Europa senza troppe pretese, ma chiaramente Gian Piero Gasperini spera di riprendere subito la sua marcia e dunque vorrà prendersi una vittoria contro il suo ex allievo Ivan Juric. Vedremo se succederà questo al Gewiss Stadium, ma lo scopriremo solo stasera: intanto la parola passa subito al Mapei Stadium dove c’è Sassuolo Inter, per i risultati di Serie A si inizia finalmente a giocare! (agg. di Claudio Franceschini)

LA JUVENTUS DA TRASFERTA

Approcciando i risultati di Serie A per la nona giornata, possiamo analizzare anche il dato che riguarda la Juventus: se in Champions League i bianconeri hanno vinto entrambe le partite esterne che hanno giocato (contro Dinamo Kiev e Ferencvaros, segnando un totale di 6 gol), in campionato le cose vanno diversamente. Abbiamo infatti un solo successo e tre pareggi: la vittoria è maturata a Cesena, al Dino Manuzzi che ospita le partite dello Spezia, sul campo sintetico la squadra di Andrea Pirlo ha sofferto parecchio ma poi l’ingresso di Cristiano Ronaldo ha cambiato il match e sono arrivate quattro reti per la prima gioia fuori casa della stagione. In precedenza la Juventus aveva pareggiato all’Olimpico contro la Roma (2-2) e sorprendentemente a Crotone (1-1) con Alvaro Morata che si era visto annullare il primo di una serie di gol per fuorigioco millimetrici; poi ancora a Roma, contro la Lazio che all’ultimo secondo aveva punito la Signora con la rete di Felipe Caicedo. Sono dunque 6 punti in quattro partite, non esattamente un rendimento da Juventus: oggi contro il Benevento Andrea Pirlo proverà a migliorare questa statistica, che ovviamente nel lungo periodo potrebbe costare lo scudetto. (agg. di Claudio Franceschini)

GLI INCROCI DELLE PANCHINE

Analizzando i risultati di Serie A per gli anticipi della 9^ giornata, scopriamo che ci sono due incroci curiosi in panchina: Filippo Inzaghi sfida la Juventus con cui ha giocato per quattro stagioni, vincendo uno scudetto (segnando 18 gol) e una Supercoppa Italiana (in cui fece doppietta) e raggiungendo la finale di Champions League poi persa contro il Real Madrid. Proprio contro i bianconeri però ha avuto una delle sue massime soddisfazioni in carriera: la prima delle due Champions League, alzata al cielo di Manchester. A differenza di quanto sarebbe accaduto sei anni dopo ad Atene non aveva segnato, anche perché Gigi Buffon (che ritrova da avversario) gli aveva tolto dalla porta in ma3iera incredibile un colpo di testa a botta sicura. Al Gewiss Stadium di Bergamo invece arriva Ivan Juric, che di Gian Piero Gasperini è stato quasi il prolungamento in campo: il croato infatti ha svolto il ruolo di pretoriano del tecnico piemontese nella bella esperienza al Genoa, con tanto di ritorno in Serie A e campionati sempre di alto profilo. Juric è inoltre un ex allenatore del Grifone, anche se le cose non sono andate benissimo; due incroci dunque da tenere d’occhio nelle partite di oggi per i risultati di Serie A… (agg. di Claudio Franceschini)

SI PARTE CON SASSUOLO INTER

I risultati di Serie A per sabato 28 novembre sono quelli che riguardano gli anticipi: avremo tre partite ad inaugurare la 9^ giornata del massimo campionato, che si concluderà con il Monday Night e dunque ci terrà compagnia per tre giorni. Sfide già interessanti quelle cui assisteremo oggi, perché sono coinvolte quattro squadre che in questo momento sono in corsa per lo scudetto o comunque per le posizioni che qualificano alla prossima Champions League: Sassuolo Inter apre il turno alle ore 15:00, poi avremo la sfida delle ore 18:00 che è Benevento Juventus e infine, come di consueto alle ore 20:45, ci sposteremo al Gewiss Stadium per Verona Atalanta. Tre partite che non sono affatto scontate nel loro possibile esito; dunque per saperne di più proviamo a tuffarci in questa atmosfera legata ai risultati di Serie A, per scoprire insieme quello che potrebbe succedere in un sabato che, vada come vada, ci auguriamo entusiasmante.

RISULTATI SERIE A: LA SITUAZIONE

Nell’analisi dei risultati di Serie A legati agli anticipi della 9^ giornata bisogna considerare che, probabilmente, il Sassuolo non arriverà a giocarsi lo scudetto fino a maggio, ma per il momento è lì: prima inseguitrice del Milan, la squadra emiliana continua a non sbagliare e intanto avrà la possibilità di prendersi il primo posto in classifica stavolta per 24 ore, cosa che aveva già fatto domenica scorsa vincendo a Verona. Solidissimo il progetto di Roberto De Zerbi, lo è anche quello dell’Atalanta che invece, per quello che ha fatto nelle ultime stagioni, ha dimostrato di poter stare lassù fino alla fine. Vero è però che la Dea ha perso punti preziosi ultimamente, e che si è leggermente staccata; Gian Piero Gasperini ha il principale obiettivo di confermare la presenza in Champions League, ma adesso i tifosi si sono fatti il palato fine e si aspettano sempre grandi cose. È ovviamente così per Inter e Juventus: le due big sono ancora le principali candidate per vincere il campionato, entrambe hanno giocato in Europa nel corso della settimana e in campionato hanno bisogno di dimostrare qualcosa in più di quanto fatto vedere a oggi, perché i punti ci sono ma anche qualche frenata di troppo. Il Verona gioca per il sogno europeo, il Benevento vuole punti per la salvezza e ne ha già messi da parte di utilissimi, a questo punto non resta che vedere quello che ci diranno i campi tra poche ore…

RISULTATI SERIE A: ANTICIPI 9^ GIORNATA

RISULTATO FINALE Sassuolo Inter 0-3 – 4′ A. Sanchez, 14′ aut. Chiriches, 60′ Gagliardini

RISULTATO FINALE Benevento Juventus 1-1 – 21′ Morata (J), 45’+3′ G. Letizia (B). Note: 97′ esp. Morata (J)

RISULTATO FINALE Atalanta Verona 0-2 – 62′ rig. Miguel Veloso, 84′ Zaccagni

CLASSIFICA SERIE A

Milan 20

Inter, Sassuolo 18

Roma, Juventus 17

Verona 15

Napoli (-1), Atalanta, Lazio 14

Sampdoria, Cagliari 11

Benevento 10

Bologna, Spezia 9

Fiorentina 8

Udinese 7

Parma 6

Torino, Genoa 5

Crotone 2

© RIPRODUZIONE RISERVATA