RITA LEVI-MONTALCINI/ Trama, cast e diretta: tante lacrime nel finale

- Hedda Hopper

Rita Levi-Montalcini, Rai1, anticipazioni, trama e cast del film con Elena Sofia Ricci: Elena viene curata grazie all’intervento della professoressa.

L’attrice Elena Sofia Ricci
L’attrice Elena Sofia Ricci

Rita Levi-Montalcini del film biografico: commento live

La cura di Rita Levi-Montalcini viene somministrata in forma di collirio. Lei stessa, per provare al chirurgo e ai genitori l’inesistenza di effetti collaterali, decide di instillarselo negli occhi, e alla fine tutti acconsentono a darle una possibilità. Il finale del film tv è da lacrime: non solo si scopre che Elena non perderà la vista (grazie evidentemente all’intervento di Rita), ma la professoressa stessa si (ri)scopre una donna forte, compiuta, che ha saputo dare un senso alla sua vita. “La luce a noi vecchi fa lacrimare gli occhi”, si giustifica, quando ancora una volta – per l’ultima volta – fa venire fuori il suo lato umano. E il merito di questo film è stato proprio quello di farcelo approfondire. (agg. di Rossella Pastore)

Ultima speranza per Elena

La notte prima dell’intervento risolutivo, ultimo tentativo dei medici per salvarle almeno i bulbi oculari, Elena scappa dall’ospedale. Dopo averla cercata dappertutto, i suoi genitori la ritrovano nel porticato della clinica mentre suona il suo violino, e lo fa emblematicamente da bendata, come a voler ‘fare la prova’ per capire se dopo ci riuscirà o meno. ‘Dopo’ l’operazione, s’intende: i dottori, infatti, sono pronti a intervenire. La cura di Rita Levi-Montalcini sembra arrivare in ritardo, ma in realtà lei e i suoi uomini hanno ancora un po’ di margine per agire. Si tratta di pochi minuti, prima che Elena perda la vista definitivamente. (agg. di Rossella Pastore)

La cura sperimentale di Rita Levi-Montalcini

Il racconto di Rita Levi-Montalcini da giovane è accorato e a tratti struggente. Emblematico anche il momento in cui la professoressa mostra al suo collega una foto risalente agli anni dell’università, in cui lei figura al centro in un gruppo di soli uomini. Da allora, come nota anche Franco, le cose sono parecchio cambiate, e adesso è lei la ‘leader’ del loro gruppo di ricercatori. Tutti pendono dalle sue labbra, quando si tratta di dare un parere ultimo sulla scoperta di un’eventuale cura per Elena. Intanto, ancora ignara di tutto, la bambina dice ai suoi genitori di non essere pronta (a perdere la vista). Per i suoi genitori è stato difficile darle quella notizia, e adesso condividono con lei il suo dolore. (agg. di Rossella Pastore)

Rita Levi-Montalcini va a trovare Elena

Dopo l’iniziale ‘paralisi’, Rita Levi-Montalcini trova la forza di (re)agire. “Si è ricordata di me!”, esclama la piccola Elena quando la professoressa va a trovarla. La giovane violinista, infatti, era svenuta nel bel mezzo di un concerto di cui era ospite anche la Montalcini, ed Elena le ‘doveva’ la fine dell’esibizione che non aveva potuto completare. Adesso, però, Elena dice di non voler più suonare. Il colloquio con Elena rappresenta per Rita un’occasione per pensare al suo passato e in particolare agli anni dell’università, quando fu fortemente limitata prima dal padre e poi dalle discriminazioni ai danni degli ebrei. Ciononostante, non si fece rovinare la carriera da nessuno, e trovò anche un appoggio in Guido, suo compagno di corso. Al sentire il racconto di Rita, la bambina cambia idea: continuerà a coltivare il suo sogno, al di là delle asperità. (agg. di Rossella Pastore)

L’umanità di Rita Levi-Montalcini

È la giovane Elena, la co-protagonista della fiction su Rita Levi-Montalcini in onda oggi in prima serata su Rai1. Non è chiaro se la sua sia una storia vera oppure no; il regista Alberto Negrin lo descrive come tale, mentre nel comunicato Rai figura come escamotage narrativo. In ogni caso, lo scopo di questa narrazione verosimile è quello di far maturare una pur anziana Rita, che non nutre grandi speranze nei confronti delle sperimentazioni. La patologia della piccola Elena sembra inizialmente incurabile, e alla professoressa non va assolutamente di mentire ai genitori, o meglio di incoraggiarli ad avere fiducia in una cura inesistente. Ritroviamo una Rita sorprendentemente umana e introspettiva: “Sa perché dopo la laurea ho rinunciato a fare il medico?”, domanda a un certo punto alla sua governante. Risposta: “Perché il dolore per la sofferenza dei malati che non potevo guarire mi paralizzava”. (agg. di Rossella Pastore)

Elena Sofia Ricci parla del personaggio

È Elena Sofia Ricci, l’attrice protagonista della fiction sulla vita di Rita Levi-Montalcini, ‘fan’ oltre che interprete della celebre donna di scienza. In un’intervista pubblicata oggi su Movieplayer.it, la Ricci ha descritto in questi termini il suo rapporto con Rita: “Mi sono preparata in tempi non sospetti sulla professoressa Montalcini perché mi ero appassionata di lei da quando ero stata chiamata a celebrare la giornata nazionale della salute della donna che è poi il 22 aprile, data di nascita della professoressa. Pensai fosse opportuno leggere qualcosa di suo e piano piano mi sono letta tutti i suoi libri, rimanendo affascinata dalla scienziata e dalla donna. Io sono un’umanista di estrazione culturale e poco pratica di scienza ma grazie a lei ho appreso di molte cose di scienza molto affascinanti che non pensavo di poter capire”. (agg. di Rossella Pastore)

Rita Levi Montalcini, anticipazioni, trama e cast del film con Elena Sofia Ricci

Toccherà ad Elena Sofia Ricci interpretare Rita Levi Montalcini per il film tv di Rai1 incentrato sulla sua figura e in onda proprio oggi, 26 novembre, nel prime time a partire dalle 21.30 circa. L’appuntamento con l’attesissimo film di Alberto Negrin, vuole rendere omaggio alla vita della donna che ha consacrato la sua vita alla scienza e la stessa Elena Sofia Ricci, accettando questa parte, ha voluto permettere alle nuove generazioni di ricordare e conoscere una donna straordinaria, di una neurologa e Premio Nobel per la medicina. Il soggetto del film porta la firma di Roberto Jannone e dello stesso regista, che ne hanno firmato anche la sceneggiatura insieme a Monica Zapelli. Nel cast, al fianco della protagonista che avrà il volto di Elena Sofia Ricci (e da piccola quello di Iris Dondi), ci sarà anche il suo storico collaboratore, Franco, che avrà il volto di Luca Angeletti. Il ruolo più interessante però sarà affidato alla giovane violinista Elisa, la bambina che a soli 12 anni rischia di perdere la vista e tutto quello in cui sogna e che ama, fino a che non diventa la fiamma che spinge Rita Levi Montalcini a tornare in laboratorio per cercare una soluzione e darle speranza.

La trama di Rita Levi Montalcini e la storia di Elisa

Il film Rita Levi Montalcini partirà dal culmine della carriera della scienziata che poi analizzerà la sua vita ma anche l’impossibilità di dare forma alla sua scoperta, il famoso NGF, il Fattore di Accrescimento Nervoso. Una vita passata a combattere il dualismo interiore tra scienza ed etica ma anche tra la paura di fallire e quella di fermarsi sui successi ottenuti evitando di spingersi oltre. Alla fine però Rita Levi Montalcini va incontro al suo destino diventando un’eroina e un esempio per due generazioni di donne. E’ lei che torna poi in laboratorio per curare Elena andando oltre e dando vita ad una vera e propria scoperta che questa volta non sarà solo teorica. In laboratorio, insieme ai suoi assistenti, riuscirà a sintetizzare sotto forma di collirio il Nerve Growth Factor per poi somministrarlo alla piccola Elena. Solo quando la violinista avrà modo di togliere le bende dopo la cura, Rita Levi Montalcini scoprirà se il suo sforzo sarà ripagato e se la sua lunga carriera di studi e ricerche avrà dato i suoi frutti e non sarà solo una teoria che finirà sui libri di scienze. Sarà qui che finirà il film in onda su Rai1 questa sera? Siamo sicuri che lo scopriremo solo con la messa in onda.

© RIPRODUZIONE RISERVATA