Robbie Williams choc: “Ho pensato al suicidio”/ Rivelazione “Tutta colpa della droga”

Robbie Williams senza filtri nel corso di un’intervista ad Alien Nation: il cantante ha raccontato di aver pensato al suicidio a causa l’uso massiccio di stupefacenti.

Robbie Williams
Robbie Williams

«Ho pensato al suicidio a causa della droga»: Robbie Williams choc nel corso di un’intervista rilasciata ai microfoni di Alien Nation, con il cantante britannico che ha ammesso di aver meditato di farla finita per l’effetto delle sostanze stupefacenti assunte. L’ex leader dei Take That si è raccontato senza filtri, spiegando di aver dovuto fare i conti con un periodo decisamente negativo agli inizi degli anni Novanta, quando si trovava a Londra: il 45enne abitava a Primrose Hill, quartiere situato nella zona nord della city, insieme alla sua ragazza dell’epoca e quell’abitazione aveva «un’energia oscura». Robbie Williams ha ammesso di essere sempre «strafatto di cocaina», che gli procurava delle allucinazioni: dall’accensione inspiegabile di uno stereo alle porte che si chiudevano da sole, una serie di manifestazioni che gli procuravano dei turbamenti. «Dopo due mesi così non potevo più andare avanti», ha spiegato il cantante, che ha aggiunto poco dopo: «Mi sono convinto che se fosse rimasta con me (la presunta entità, ndr), mi sarei dovuto uccidere».

ROBBIE WILLIAMS: “HO PENSATO AL SUICIDIO PER COLPA DELLA DROGA”

Una confessione sincera, con Robbie Williams che ha raccontato ogni minimo particolare del delicato periodo. L’artista decise di abbandonare la casa, che ha poi scoperto essere stata costruita su un terreno dove venivano sepolti i morti a causa della peste nei secoli precedenti, e di trasferirsi in un hotel. Ma non solo. Nel corso del lungo dialogo con il conduttore di Alien Nation, Robbie Williams ha spiegato di essere stato “perseguitato” anche dal fantasma di Mama Cass, la cantante dei Mamas & Papa, nel corso del suo soggiorno nella villa di Los Angeles affittata dall’attore Dan Aykroyd: proprio in quell’appartamento morì per un infarto la celebre artista. «Ho sentito che la casa era totalmente infestata dalla sua presenza ed ero terrorizzato», spiega il quarantacinquenne, affermando di aver dovuto lottare con i fantasmi. Allucinazione e visioni causate dall’uso di droga, cocaina in particolare, che gli hanno fatto passare per la testa il suicidio…



© RIPRODUZIONE RISERVATA