Roberta Bruzzone diventa cantante/ Video “E’ troppo tardi ormai” vs violenza su donne

- Silvana Palazzo

Roberta Bruzzone diventa cantante: video “E’ troppo tardi ormai”. La criminologa lancia canzone contro la violenza sulle donne con la RockRiders Band

roberta bruzzone vieni da me 640x300
Roberta Bruzzone

Non solo criminologa, ora anche cantante. Roberta Bruzzone coltiva anche la passione per la musica. Infatti, ha lanciato la canzone “È troppo tardi ormai” con la RockRiders Band, che punta i riflettori sulla violenza sulle donne. È stata proprio la Bruzzone a formare la band. Lo ha fatto nel maggio del 2020 insieme al marito chitarrista, Massimo Marino. I due hanno coinvolto un gruppo di amici che sono appassionati di musica rock “old school” e di viaggi in sella alle Harley Davidson. Consapevole che la musica sia un potete strumento di comunicazione, la psicologa e criminologa investigativa e star della tv, vuole sfruttarla per innescare cambiamenti positivi.

Roberta Bruzzone, che è una delle cantanti della band con l’amica Mara Panzieri, ha deciso di mettersi in gioco, scegliendo di usare quest’altro canale di comunicazione per provare a raggiungere più donne possibili. “L’obiettivo è sollecitare quel ‘clic’ interiore che possa innescare l’indispensabile presa di coscienza per arrivare davvero a dire basta”, dichiara la criminologa a Libero.

ROBERTA BRUZZONE, CRIMINOLOGA E CANTANTE

La canzone “È troppo tardi ormai” della RockRiders Band di cui fa parte Roberta Bruzzone rientra, quindi, nella campagna di prevenzione della violenza sulle donne cominciata dal 2018 all’interno di un progetto più ampio, “Io non ci sto più”. Il testo del brano è stato scritto dal marito della criminologa, Massimo Marino. “È un viaggio doloroso all’interno di una storia sbagliata e malevola, in cui non sono mancati i maltrattamenti fisici e psicologici”, spiega Roberta Bruzzone ai microfoni di Libero. La criminologa aggiunge che “la protagonista del brano attraversa tutte le fasi critiche per prendere consapevolezza e arrivare, finalmente, a dire basta”. Dunque, si è scelto di mandare un messaggio “perentorio e preciso”, cioè che “il momento giusto per dire basta è adesso”.

Un nuovo progetto, dunque, per Roberta Bruzzone, abituata ad occuparsi di assassini e omicidi. “Sei così acuta e attenta che potresti anche uccidere qualcuno e non essere mai scoperta”, le dice Roberto Alessi. E lei risponde con una battuta: “Chi te lo dice che non l’abbia fatto?”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA