Roberto Fico/ “Vaticano sul ddl Zan? Non accettiamo ingerenze”

- Carmine Massimo Balsamo

Il presidente della Camera Roberto Fico netto sul tema: “Il Parlamento è sovrano, i parlamentari decidono in modo indipendente”

roberto fico
(Agorà)

La nota della Santa Sede recapitata al governo di Mario Draghi sul ddl Zan ha infuocato il dibattito politico. Il premier non si è ancora sbilanciato sulla richiesta del Vaticano di rivedere la proposta di legge sull’omotransfobia attesa al Senato, mentre la Sinistra ha ribadito di non accettare ingerenze. Roberto Fico, presidente della Camera e volto di spicco del Movimento 5 Stelle, è sulla stessa lunghezza d’onda…

Intervenuto ai microfoni di Agorà, Roberto Fico ha replicato così alla richiesta del Vaticano: «La risposta da questo punto di vista è molto semplice: il Parlamento è assolutamente sovrano, i parlamentari decidono in modo indipendente ciò che vogliono o non vogliono votare».

ROBERTO FICO: “VATICANO SU DDL ZAN? NON ACCETTIAMO INGERENZE”

Nel corso del suo intervento, Roberto Fico ha ribadito che non si accettano ingerenze: «Il ddl Zan è già passato alla Camera ed è stato già votato, adesso è al Senato e quindi farà la procedura parlamentare normale: noi non accettiamo ingerenze, il Parlamento è sovrano e tale rimane sempre». Clima accesissimo, con il Centrodestra schierato da tempo contro il ddl Zan – la richiesta è quella di rivedere grande parte del testo firmato dal dem Alessandro Zan – mentre Enrico Letta si è espresso così nel corso del Forum con l’Ansa: «Guarderemo quello che l’esecutivo ci dirà, perché è titolare dei rapporti con la Santa Sede: non è una questione interna al dibattito italiano ma di rapporti giuridici tra due Stati, regolati dal Concordato. Ciò che dirà il governo è particolarmente importante, la mia impressione è che il ddl Zan non va ad intaccare quel tipo di preoccupazioni sull’autonomia scolastica e sulla libertà di espressione, è un intervento contro i reati odio ma non limita la libertà di espressione».



© RIPRODUZIONE RISERVATA