Roberto Vecchioni/ “Concerti virtuali al tempo del Coronavirus? Solo un surrogato!”

- Anna Montesano

Roberto Vecchioni a Un Giorno da pecora annuncia: “Surante il lockdown ho scritto un libro. I concerti virtuali? Non hanno il valore di quelli reali”

Roberto Vecchioni
Roberto Vecchioni (Rai, 2020)

Siamo abituati a ascoltare i suoi testi in musica, presto però potremmo leggerli tra le pagine di un libro. Roberto Vecchioni, ospite di Un Giorno da Pecora, su Rai Radio1, ha infatti annunciato di aver scritto un romanzo. “In questi mesi ho scritto un nuovo romanzo, ho già mandato le bozze, l’ho scritto tra febbraio e marzo: si intitolerà ‘Lezioni di volo e di atterraggio’, sono delle lezioni che davo ai ragazzi al parco, verso la fine degli anni Ottanta”, ha raccontato il celebre cantautore. Si parla chiaramente anche di Coronavirus e delle conseguenze che ha avuto anche per il mondo della musica. Sulla possibilità di assistere in futuro ai concerti, ad esempio, con le modalità del drive-in, Vecchioni ha dichiarato: “Ai concerti è bello vedere la massa di gente, le persone che applaudono, ballano, cantano con te, sennò che senso ha il live?” E su possibili concerti virtuali: “Tutto quello che è virtuale è un surrogato, non ha il valore di quello reale”.

Roberto Vecchioni: “Francesco Guccini ed Ornella Vanoni brontoloni e pessimisti”

Anche Francesco Guccini ed Ornella Vanoni si sono espressi sul difficile periodo che il mondo sta attraversando e entrambi si sono detti convinti che dopo questa emergenza Coronavirus non saremo migliori. In merito Roberto Vecchioni ha dichiarato: “Adoro Ornella e Francesco, ma sono due meravigliosi brontoloni e pessimisti. Io credo che ci si debba togliere dalla testa che qualcuno diventi migliore dopo aver passato un periodo del genere: avete presente la quiete dopo la tempesta?” In merito al possibile ritorno in del calcio, ha poi aggiunto: “Io sono un tifoso acceso ma in questo momento non me ne frega nulla del calcio. E sto benissimo così”. Nel corso dell’intervista, Vecchioni ha poi spiegato di abitare in prossimità di della casa di Silvia Romano, a Milano: “abito di fronte a casa sua, a Milano, qui c’è una festa bellissima, la via è piena di fiori e di cartelli. E’ davvero una cosa bellissima”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA