Robin Williams, 6 anni dal suicidio/ “Non si sentiva più lo stesso”

- Mirko Bompiani

Sono trascorsi sei anni dalla morte di Robin Williams, attore amato in tutto il mondo. Il ricordo della vedova Susan Schneider Williams.

Robin Williams zak williams
Robin Williams (David Letterman Show, 2013)

11 agosto 2014, una data che per tutti gli appassionati di cinema e non rappresenterà la scomparsa di una leggenda. Sono trascorsi sei anni dalla morte di Robin Williams, attore statunitense entrato nel cuore di tutti per la sua simpatia e per la sua genuinità. Tra i migliori interpreti della sua generazione, resterà nella storia per le sue apparizioni nei film per famiglie più amati di tutti i tempi – basti pensare a Jumanji, Hook – Capitano Uncino, Mrs Doubtfire – Mammo per sempre o a Patch Adams – ma anche in lungometraggi che si discostano dalla commedia. Eclettico e geniale, è stato candidato all’Oscar per le sue interpretazioni in Good Morning, Vietnam, L’attimo fuggente e La leggenda del re pescatore. La statuetta è arrivata nel 1998, per il ruolo dello psicologo Sean McGuire in Will Hunting – Genio ribelle, uno dei migliori film diretti da Gus van Sant.

ROBIN WILLIAMS, SEI ANNI DALLA MORTE

Il grande successo al cinema ed in tv, ma anche una vita privata condita di momenti bui. Robin Williams ha spesso parlato dei suoi problemi con la droga, dipendenza da cocaina, e fu presente alla tragica serata in cui l’amico John Belushi morì da overdose. Sei anni fa la tragica notizia della scomparsa: Robin Williams si è tolto la vita impiccandosi con una cintura fissata alla maniglia della porta chiusa nella sua camera da letto. L’autopsia ha chiarito che l’attore soffriva di demenza a corpi di Lewy e negli ultimi giorni si è parlato molto del documentario Robin’s Wish, disponibile da settembre on demand e che racconterà gli ultimi giorni di vita dell’amato interprete. «Ricordo che mi disse che gli stava succedendo qualcosa, che non si sentiva più lo stesso», ha spiegato il regista del doc, sensazioni confermate anche dalla vedova Susan Schneider Williams. Sui social network sono centinaia i messaggi di ricordo e gli omaggi per l’artista di Chicago, che ancora oggi occupa un posto speciale nel cuore degli appassionati della settima arte…

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA