Robin Williams, ultimi strazianti giorni in tv/ Demenza da Corpi di Lewy e suicidio

- Hedda Hopper

Robin Williams, ultimi strazianti giorni in tv con il racconto della moglie, in un documentario la demenza da Corpi di Lewy e il suicidio

Robin Williams zak williams
Robin Williams (David Letterman Show, 2013)

Il cortometraggio, diretto da Tyler Norwood, e che racconterà gli strazianti, ultimi giorni, di Robin Williams, uscirà negli Stati Uniti martedì 1 settembre, ma già adesso, un mese prima della data evento, sta facendo discutere e commuove. Un primo video trailer del documentario mostra per la prima volta la lotta dell’attore contro la demenza da Corpi di Lewy, la malattia che lo ha spinto a fare i conti con una vita diversa da quella a cui era abituato, un viaggio che lo ha spinto al suicidio.  Sarà la moglie Susan Schneider Williams a raccontare i retroscena degli ultimi giorni antecedenti al suicidio che arriverà a sei anni dal suo suicidio.

GLI ULTIMI GIORNI DI ROBIN WILLIAMS IN UN DOCUMENTARIO

L’attore è stato ritrovato impiccato nella sua villa in California l’11 agosto 2014, gesto arrivato dopo il repentino declino della malattia scoperta nel 2013, la demenza diffusa del corpo di Lewy. Lo stesso regista in conferenza stampa ha spiegato di aver voluto chiudere il cerchio per onorare l’attore e finalmente il mondo intero potrà conoscere gli ultimi giorni di vita di Robin Williams. La moglie ha poi raccontato: “La sua andatura era lenta e claudicante e a volte non riusciva a muoversi e quando riusciva, era frustato. La cosa peggiore era quando si bloccava mentre parlava… aveva problemi di vista, non aveva la cognizione delle dimensioni, era confuso. Era cosciente del brutto male che aveva, ma cercava sempre di controllarsi ma nell’ultimo mese è arrivato il declino”. Alla fine proprio lei conferma che tutta la famiglia ha sofferto per la sua decisione ma che sicuramente Robin Williams è stato perdonato: “Per me, è stato il miglior uomo che io abbia mai conosciuto”.

Ecco il trailer del documentario:



© RIPRODUZIONE RISERVATA