ROCCO SIFFREDI/ “Morte di mio fratello Claudio? Ho capito cosa fosse il dolore”

- Emanuele Ambrosio

Rocco Siffredi è stato intervistato ieri sera dal programma di casa Rai, Ti Sento, condotto da Pierluigi Diaco: le sue parole sulla morte del fratello

Rocco Siffredi
Rocco Siffredi

Si è commosso Rocco Siffredi in occasione dell’intervista di ieri durante il programma Ti Sento, condotto da Pierluigi Diaco. Le prime parole hanno riguardato un lutto tremendo della vita dell’attore di film vietati, quello del fratello: “Questo è l’inizio dei ricordi della mia infanzia, se tu mi dici Rocco cosa ti ricordi della tua infanzia io ti dico quei giorni. Mi ricordo due immagini, vedo mio papà con la Vespa e si sentono grida fortissime dalla finestra, e vedo tutte le persone delle case popolari che guardano giù. io ero mano nella mano con una ragazza che mi stava riaccompagnando a casa, e sento mia mamma che strilla. Poi vedo mio papà che si toglie il cappello che guarda il balcone e che si mette le mani al volto e poi mio fratello più piccolo che rubava i confetti dal cadavere, già morto e già addirittura quasi pronto per il funerale: era morto la mattina ed erano le 4 di pomeriggio”. Quindi Rocco Siffredi ha aggiunto: “Non capivo cosa stava succedendo, mi ricordo che c’erano dei palloncini di un compleanno di qualche giorno prima, io ho esploso tutti i palloncini senza piangere, ero piccolo ed ho cominciato a capire cosa fosse il dolore senza che nessuno mi spiegasse cosa fosse accaduto”.

Sono stato portato dalla zia a Milano per 6 mesi – ha proseguito – e dopo sei mesi mi riportano a casa e mia mamma non era più la stessa, mia mamma metteva da mangiare sul tavolo a mio fratello, mio padre le diceva che non tornava più, e lei gli diceva: torna, stai zitto e mangia. Noi avevamo questa situazione che è durata più di un anno. Questa sofferenza di mia madre mi ha portato due cose: la prima a voler un riscatto per mia madre, la voglia di darle qualcosa, di renderla felice. era l’unica donna a cui non volevo dare un altro dolore. Mia mamma per 30 anni si è portato il lutto, per 30 anni è andata al cimitero tutti i giorni obbligando mio padre ad accompagnarla in Vespa, si è rotta due volte il polso cadendo dalla moto d’inverno col ghiaccio, ma era una missione. La perdita di un figlio è terrificante, io ne ho due e mi dico quanto basta per rovinare tutto quello che di bello ho? Zero, un attimo e finisce tutto”. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

ROCCO SIFFREDI: “LA MORTE DI MIO FRATELLO CLAUDIO HA CAMBIATO LA NOSTRA FAMIGLIA”

Rocco Siffredi si racconta nella nuova puntata di “Ti sento“, il programma di interviste condotto da Pierluigi Diaco in seconda serata su Rai2. Il re del porno ha deciso di mettersi a nudo rivelando retroscena della sua vita privata e soffermandosi su un evento che ha cambiato per sempre la vita della sua famiglia. Un’intervista che si preannuncia imperdibile quella del pornodivo che all’età di sei anni ha dovuto confrontarsi con la morte. All’età di 6 anni, infatti, Rocco Siffredi perde il fratello Claudio. Un lutto che ha segnato la sua vita, ma anche quella della sua famiglia.

“Mia madre l’ho vista soffrire sempre. Una donna che perde un figlio di 12 anni per una crisi epilettica, io ne avevo 6, e tutto ad un tratto impazzisce… Mia mamma metteva da mangiare sul tavolo anche per mio fratello Claudio che non c’era più” ha raccontato proprio l’attore in occasione di una vecchia intervista rilasciata sempre a Pierluigi Diaco nel programma “Io e te”. Sta di fatto che quel giorno Rocco non l’ha mai dimenticato: “sono all’asilo, mi vengono a prendere: non è come al solito mia sorella ma una vicina di casa. Mi porta a casa e io sento le grida sotto casa… quel giorno ha cambiato la nostra famiglia”.

Rocco Siffredi lascia il mondo dell’hard?

Da anni Rocco Siffredi ha annunciato di voler lasciare il mondo del porno senza però riuscirsi. L’attore ha tentato una carriera nel mondo dello spettacolo partecipando a diversi reality di successo, ma il richiamo del mondo del cinema è sempre stato più forte. Oggi che è prossimo ai 60 anni, l’attore conosciuto in tutto il mondo ha fatto un bilancio della sua vita. “Tanti mi chiedono: ‘Ma come fai ancora a fare queste performance’. La verità è che non vorrei mai arrivare a dire che non ce la faccio più”, ha detto il porno attore dalle pagine del Corriere della Sera rivelando di essere davvero pronto a lasciare il mondo dell’hard.

Sarà davvero così? Sta di fatto che Siffredi potrebbe davvero pensare di farlo visto che ha rivelato: “a qualche anno mi guardo allo specchio e mi dico: ma che ci fai tu con le ventenni… Non mi sento più a mio agio davanti al corpo di una ragazza”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA