Roger Federer operato/ Intervento al ginocchio: tornerà per Wimbledon

- Mauro Mantegazza

Roger Federer operato, intervento in artroscopia al ginocchio destro: tornerà per Wimbledon, salta tutta la primavera tra America e terra rossa

Federer
Roger Federer (Foto LaPresse)

Roger Federer è stato operato al ginocchio destro, come lo stesso campione svizzero di tennis ha scritto per rendere pubblica la notizia. Leggiamo allora innanzitutto cosa ha scritto lo stesso Roger Federer sui suoi account social per informare i suoi tifosi e ammiratori, sparsi in tutto il mondo: “Il mio ginocchio destro mi ha dato fastidio per diverso tempo. Ho sperato il dolore potesse andare via, ma dopo esami e discussioni con il mio team ho deciso di sottopormi a un’operazione di artroscopia ieri (mercoledì, ndR) in Svizzera. Dopo l’intervento, i dottori hanno confermato che fosse la cosa giusta da fare e sono molto fiduciosi su un pieno recupero. Di conseguenza, purtroppo sarò costretto a saltare Dubai, Indian Wells, Bogotà (l’esibizione con Zverev rinviata per problemi di ordine pubblico, ndR), Miami e il Roland Garros. Vi ringrazio per il supporto. Non vedo l’ora di tornare a giocare, ci vediamo sull’erba!”. Federer dunque si è sottoposto mercoledì in Svizzera a un’operazione di artroscopia al ginocchio destro, la stessa subita quattro anni fa ma al ginocchio sinistro.

ROGER FEDERER OPERATO: TORNA PER WIMBLEDON

Gli acciacchi ci ricordano che Roger Federer ha 38 anni, la sua longevità è straordinaria in uno sport logorante come il tennis ma qualche problema è inevitabile e Federer sarà dunque costretto a uno stop: salterà i primi Masters 1000 della stagione in America e poi tutta la stagione sulla terra rossa, perché naturalmente se non sarà presente al Roland Garros non parteciperà nemmeno ad eventi precedenti – svaniscono così anche le possibilità di una presenza a Roma, di cui si era parlato nei giorni scorsi. Roger Federer dunque tornerà in campo solamente a giugno, quando sicuramente prenderà parte a uno dei tornei sull’erba in preparazione a Wimbledon, che sarà poi il grande obiettivo di Roger, che andrà a caccia del nono titolo in carriera sull’erba di Londra, sfuggito nell’epica finale con Novak Djokovic l’anno scorso per un soffio al termine di una delle partite più belle di tutti i tempi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA