Roma e New Balance: bozza di accordo/ Dopo Nike altro sponsor a stelle e strisce

- Davide Giancristofaro Alberti

La Roma è ad un passo dall’accordo con New Balance per le maglie delle prossime quattro stagione. Dopo la Nike i giallorossi sposano un altro sponsor Made in Usa

Veretout Mkihtaryan Roma esultanza lapresse 2020 640x300
Pronostico Roma Benevento (Foto LaPresse)

La Roma è ad un passo dall’accordo con la società sportiva New Balance. Dopo il divorzio annunciato con il colosso di Portland, Nike, la società giallorossa è vicina ad un nuovo matrimonio con uno sponsor tecnico. A sganciare lo scoop è il giornalista Matteo De Santis che attraverso la propria pagina Twitter ha postato quanto segue: “@OfficialASRoma in trattativa più che avanzata con @newbalance come nuovo sponsor tecnico: bozza di accordo per 4 anni. Si attende approvazione definitiva e via libera di #Friedkin. #ASRoma #newbalance”. Come già anticipato, l’accordo dovrebbe durare fino al 30 giugno del 2025 e scattare dal primo luglio del 2021, il giorno dopo la chiusura del contratto con la Nike. Affinchè arrivi la fatidica fumata bianca manca solo l’ok definitivo del neo-presidente Dan Friedkin, ma l’operazione sembrerebbe essere incanalata verso i giusti binari. Nelle ultime settimane si era ventilata la possibilità che la Roma vestisse una maglia senza sponsor (unbranded), come già accaduto durante la stagione 2013-2014, ma viste queste indiscrezioni tale ipotesi sembrerebbe essere scongiurata.

ROMA E NEW BALANCE, BOZZA D’ACCORDO: MOLTE LE SQUADRE GIA’ “VESTITE”

La squadra di calcio della Roma entrerà così a breve nel portfolio clienti di New Balance, che firma già casacche prestigiose come ad esempio quella del Liverpool, campione inglese in carica, ma anche del Porto, la squadra più blasonata del Portogallo, degli scozzesi del Celtic, degli spagnoli del Siviglia campioni d’Europa League, nonché dell’Athletic Bilbao, del Nantes e della nazionale irlandese. Negli ultimi tempi New Balance era alla ricerca di una nuova squadra e così si è deciso di puntare sulla Roma, rimasta orfana di Nike. L’azienda sportiva ha sede negli Stati Uniti, precisamente in quel di Boston, nel Massachusetts, ed è stata fondata nel lontano 1906 da parte di William J Riley, immigrato inglese 30enne. Circa un quarto della produzione della merce New Balance avviene negli Stati Uniti, mentre il resto in Inghilterra, precisamente nella fabbrica di Flimby, che sforna 28.000 paia di scarpe a settimana.



© RIPRODUZIONE RISERVATA