Roma Juventus/ Pirlo sfida Fonseca: “Abbiamo fame di vittorie. Su Dzeko…”

- Mirko Bompiani

Roma Juventus, vigilia del big match valido per la 2^ giornata del campionato di Serie A 2020-2021: le parole di Pirlo e Fonseca.

roma juventus
Risultati Serie A e classifica: Pirlo, Ronaldo e Danilo (Foto LaPresse)

Roma-Juventus è il piatto forte della 2° giornata del campionato di Serie A 2020-2021 ed oggi è il giorno delle conferenze stampa della vigilia. I bianconeri di Andrea Pirlo sono partiti bene con un netto 3-0 sulla Sampdoria, esordio perfetto per l’ex centrocampista. Discorso diverso per i giallorossi, che hanno pareggiato 0-0 al Bentegodi contro il Verona ma, a causa di un errore burocratico, potrebbero dover fare fronte ad un ko a tavolino. Intervenuto in conferenza allo JStadium, Pirlo ha presentato così la sfida contro la Roma: «I ragazzi hanno ancora la voglia e la fame di vincere: questo mi fa stare tranquillo, abbiamo aumentato i cerchi ma c’è sempre grande entusiasmo e grande voglia di lavorare. In Serie A se non sei al massimo è dura con qualsiasi squadra». Pirlo ha poi parlato di Edin Dzeko, da possibile acquisto ad avversario: «Sarebbe potuto essere un attaccante della Juve ma rimane un grandissimo giocatore che stimiamo ma che purtroppo sarà un avversario».

ROMA JUVENTUS: LA VIGILIA DEL BIG MATCH

Alla vigilia di Roma-Juventus Andrea Pirlo ha deciso di non svelare alcune anticipazioni della formazione ed ha anche evitato di rispondere alla domanda sulla possibile presenza di Dybala: «Vediamo come sta questa settimana si è allenato con noi ma decideremo oggi pomeriggio se portarlo a Roma o lasciarlo lavorare qui. Viene da due mesi di inattività». Clima tutt’altro che sereno invece in casa Roma, con Paulo Fonseca a rischio esonero e diversi problemi di formazione. A differenza della sfida di Verona, vedremo dal 1’ Edin Dzeko: «Ho parlato con lui diverse volte ed è motivato, Edin si è allenato bene questi giorni e giocherà», la conferma del tecnico portoghese in conferenza stampa. Poi sull’approccio: «Non vogliamo modificare la nostra identità, dobbiamo essere equilibrati, la Juve è forte. Quando abbiamo possibilità di pressare alto lo faremo, ma se loro escono dobbiamo essere più compatti».

© RIPRODUZIONE RISERVATA