ROMA SI QUALIFICA IN SEMIFINALE SE…/ Missione compiuta per i giallorossi

- Claudio Franceschini

La Roma si qualifica alla semifinale di Europa League se non perde in casa contro l’Ajax: i risultati utili ai giallorossi sono pareggio e vittoria, con la sconfitta si può comunque passare.

Pellegrini Roma Ajax esultanza lapresse 2021 640x300
Pronostici Serie A (Foto LaPresse)

ROMA SI QUALIFICA IN SEMIFINALE SE… MISSIONE COMPIUTA PER I GIALLOROSSI

La Roma si qualifica in semifinale di Europa League: a 30 anni di distanza dall’ultima semifinale nella competizione (quando ancora si chiamava Coppa UEFA) e a 3 anni dalla semifinale di Champions disputata contro il Liverpool, i giallorossi arrivano di nuovo tra le prime quattro di una competizione europea. Dopo l’1-1 di Dzeko la squadra allenata da Fonseca ha gestito al meglio la situazione, riuscendo a chiudere bene gli spazi e tenendo anche in apprensione l’Ajax con le ripartenze. E porta a casa l’obiettivo, pronta ora alla semifinale contro il Manchester United. (agg. di Fabio Belli)

ROMA SI QUALIFICA IN SEMIFINALE SE… DZEKO RIMETTE IN CARREGGIATA FONSECA

Manca poco per capire se la Roma si qualificherà in semifinale di Europa League: al 27′ della ripresa Edin Dzeko ha trovato il gol dell’importantissimo 1-1 per i giallorossi, sfruttando un cross di Calafiori deviato da Gravenberch, che ha messo il bosniaco in condizione di appoggiare il pallone in rete da due passi. Ora all’Ajax serve un altro gol non per qualificarsi, ma per prolungare il match ai supplementari, visto che all’andata la Roma ha vinto 1-2 ad Amsterdam. Con un’altra rete i giallorossi invece costringerebbero gli avversari ad essere bisognosi di due gol per la qualificazione, sventando il pericolo dei supplementari. (agg. di Fabio Belli)

ROMA SI QUALIFICA IN SEMIFINALE SE… BROBBEY ROMPE L’EQUILIBRIO

La Roma si qualificherà in semifinale di Europa League? A inizio secondo tempo arriva il lampo dell’Ajax che regala qualche speranza ai lancieri nella corsa alla semifinale. A inizio secondo tempo infatti Erik Ten Hag ha operato una sostituzione con Brian Brobbey che ha preso il posto di Antony, e proprio lui al 4′ ha sbloccato il risultato, portando in vantaggio i Lancieri allo stadio Olimpico sfruttando un lancio in profondità di Schuurs. Agli olandesi serve comunque un altro gol per la qualificazione, con la Roma chiamata ora a difendere strenuamente l’1-2 dell’andata. (agg. di Fabio Belli)

ROMA SI QUALIFICA IN SEMIFINALE SE… 0-0 ALL’INTERVALLO

Si mette nel migliore dei modi la serata europea per capire se la Roma si qualificherà in semifinale di Europa League: 0-0 all’Olimpico alla fine del primo tempo del match di ritorno dei quarti di finale contro l’Ajax, con i giallorossi che stanno capitalizzando al meglio la vittoria per 1-2 ottenuta alla Johann Crujiff Arena. Roma che aveva trovato anche il gol a inizio partita, rete però annullata a Veretout per fuorigioco, quindi l’Ajax ha proposto una pressione tanto continua quanto sterile, con Pau Lopez mai davvero impegnato. Un copione che sta benissimo agli uomini di Fonseca, che col passare dei minuti vedono avvicinarsi sempre più la qualificazione alle semifinali di Europa League. (agg. di Fabio Belli)

ROMA SI QUALIFICA IN SEMIFINALE SE… LA PARTITA COMINCIA!

Stiamo per scoprire se la Roma si qualificherà in semifinale di Europa League. I giallorossi sanno già, guardando oltre, che la loro semifinale sarà contro una tra Manchester United e Granada: verosimilmente i Red Devils, che all’andata hanno vinto in Andalusia con il gol di Marcus Rashford e il rigore di Bruno Fernandes. Peccato che il tabellone abbia formato questo accoppiamento, perché contro Villarreal, Dinamo Zagabria, Arsenal o Slavia Praga il compito sarebbe stato forse più semplice; eppure arrivati a questo livello della competizione ogni avversaria è tosta perché merita ampiamente di essere qui, e del resto le squadre italiane non sono troppo autorizzate a fare calcoli visto che l’Inter, lo scorso agosto, ha spezzato un’assenza dalla finale di Europa League – contando anche le sue antenate, dunque la Coppa Uefa – che durava dalla bellezza di 21 anni. Come dire: va bene la sfortuna nei sorteggi, ma forse c’è qualcosa in più. Ad ogni modo, la Roma deve innanzitutto completare l’opera contro l’Ajax e qualificarsi in semifinale, poi potrà eventualmente pensare alla sua prossima rivale in un’Europa League che comunque ha tutte le possibilità di vincere… (agg. di Claudio Franceschini)

L’AJAX DA TRASFERTA

Abbiamo visto che la Roma si qualifica in semifinale di Europa League evitando la sconfitta contro l’Ajax: siamo allo stadio Olimpico e giocare in casa è sempre un vantaggio, ma nel caso dell’Ajax potrebbe anche essere un’arma a doppio taglio. Ricordiamo tutti quello che accadde nella Champions League 2018-2019: i Lancieri chiusero il girone alle spalle del Bayern Monaco senza mai perdere in trasferta, e poi costruirono il loro capolavoro con le partite esterne. Negli ottavi, persero all’ultimo contro il Real Madrid (2-1, attenzione…) ma andarono al Bernabeu e vinsero 4-1; nei quarti fecero 1-1 ad Amsterdam contro la Juventus, risultato sulla carta sfavorevole, ma all’Allianz Stadium rimontarono e si imposero per 2-1; infine in semifinale espugnarono il campo del Tottenham all’andata e arrivarono, alla Johan Cruijff Arena, letteralmente a un secondo dalla finale prima che si scatenasse Lucas Moura. Altri dati? Nelle ultime due stagioni europee, mettendo insieme i risultati di Champions ed Europa League, l’Ajax ha giocato 9 partite in trasferta e ne ha perse soltanto due. Entrambe fatali, contro Liverpool e Getafe, ma con un bilancio che dunque dal 2018 a oggi ci parla di due sconfitte nelle ultime 15 gare esterne. Niente male davvero, la Roma è avvisata ma il pareggio o uno 0-1 le starebbero bene… (agg. di Claudio Franceschini)

I NUMERI CASALINGHI DELLA ROMA

Aspettando di scoprire se la Roma si qualificherà in semifinale di Europa League, e dunque della partita contro l’Ajax, andiamo a leggere i numeri casalinghi della squadra giallorossa in questa stagione, che potrebbero fornirci un interessante quadro statistico. In Europa League la Roma ha sempre vinto all’Olimpico, con un’eccezione: il pareggio senza reti contro il Cska Sofia nella seconda giornata del girone. Per il resto abbiamo quattro successi: due senza subire gol (Cluj e Shakhtar Donetsk), due con una rete al passivo ma anche tre segnate (Young Boys e Sporting Braga). Anche in Serie A il quadro è positivo, perché i giallorossi hanno raccolto 36 punti in 16 partite con 34 reti all’attivo e 17 al passivo; le due sconfitte sono arrivate contro Milan e Napoli, rispettivamente con i risultati di 1-2 e 0-2. Pareggi poi contro Juventus e Inter (entrambi 2-2) e Sassuolo, uno 0-0, spicca negativamente lo stesso punteggio negli ottavi di Coppa Italia contro lo Spezia, che poi si è qualificato ai rigori. Oggi però il segno X è utile alla Roma: dunque in stagione solo il Napoli avrebbe preso una virtuale qualificazione partendo da un 2-1 esterno nel match di andata, il Milan avrebbe portato la Roma ai supplementari e dunque le speranze di vedere la squadra di Paulo Fonseca in semifinale di Europa League aumentano… (agg. di Claudio Franceschini)

ROMA SI QUALIFICA IN SEMIFINALE DI EUROPA LEAGUE SE…

La Roma si qualifica in semifinale di Europa League vincendo o pareggiando: questo è il primo dato di cui tenere in conto presentando la partita dello stadio Olimpico contro l’Ajax, in programma giovedì 15 aprile alle ore 21:00. Uno scenario che naturalmente deriva da quanto accaduto una settimana fa alla Johan Cruijff Arena, dove i giallorossi hanno vinto 2-1: un risultato importantissimo per la squadra di Paulo Fonseca, che ha anche segnato due preziosissimi gol in trasferta con cui aumentare le proprie possibilità.

La partita è girata sul rigore sbagliato da Davy Klaassen: senza l’errore del centrocampista olandese l’Ajax si sarebbe portato sul 2-0 e le cose sarebbero state molto diverse, ma da quell’episodio la Roma ha tratto la giusta forza per ribaltare l’esito del match e, aiutata dalla papera del giovane portiere Scherpen, ha prima pareggiato con Lorenzo Pellegrini e poi vinto sugli sviluppi di un altro calcio da fermo, che ha portato al sinistro di Roger Ibanez. Forte di questa vittoria fuori casa, la Roma guarda con totale fiducia al ritorno dei quarti di Europa League anche se chiaramente i Lancieri non vanno sottovalutati…

COSA SERVE ALLA ROMA

Abbiamo dunque detto che la qualificazione della Roma alla semifinale di Europa League può passare attraverso due risultati su tre: a dire il vero ci sarebbe anche il terzo, perché i giallorossi questa sera potrebbero anche perdere. Infatti, come visto, hanno segnato due gol in trasferta: all’Ajax non basterebbe vincere 1-0 per prendersi l’accesso alla semifinale, servirebbero almeno due reti che porterebbero il computo dei gol totali a suo favore. Chiaramente se la Roma ne segnasse uno costringerebbe i Lancieri a farne tre (con il 2-1 esterno si andrebbe ai tempi supplementari); ovvero, l’Ajax per qualificarsi con una rete di margine avrà comunque bisogno di segnare più di quanto i giallorossi abbiano fatto allo stadio Olimpico, come alternativa (lo abbiamo visto) dovranno mettere due marcature tra sé e la banda di Paulo Fonseca. Ecco allora perché anche noi siamo abbastanza ottimisti, soprattutto per quello che la Roma ha fatto vedere nel corso del torneo: la qualificazione alla semifinale di Europa League non si può considerare “dietro l’angolo”, ma certamente più vicina di quanto fosse prima della partita di andata sì…

© RIPRODUZIONE RISERVATA