ROMA/ Totogiunta: Lorenzin (Pdl) e Rossin (Destra) tra i papabili?

Due i temi caldi della giornata: la caccia ai «big», cioè personaggi della politica nazionale o della società civile disposti ad impegnarsi al Campidoglio, e l’apertura alla Destra di Storace.

12.01.2011 - La Redazione
lorenzinR400
Beatrice Lorenzin (foto Imagoeconomica)

Entro domani Gianni Alemanno dovrebbe presentare la sua nuova giunta, e in queste ore si svolgono gli incontri decisivi per scegliere i nuovi assessori. Due i temi caldi della giornata: la caccia ai «big», cioè personaggi della politica nazionale o della società civile disposti ad impegnarsi al Campidoglio, e l’apertura alla Destra di Storace.

Tra i politici di livello nazionale – dopo il tramonto dell’ipotesi Bertolaso – gira il nome di Beatrice Lorenzin. La deputata del Pdl avrebbe tutte le carte in regola per guadagnarsi un posto in giunta: romana, giovane ma ben nota al pubblico televisivo, la Lorenzin ha ricoperto in passato numerosi incarichi nella dirigenza di Forza Italia nel Lazio.

Secondo Il Messaggero la parlamentare potrebbe andare a sostituire Sergio Marchi, in un posto cruciale come quello di assessore alla Mobilità. Un assessorato messo a soqquadro dallo scandalo delle assunzioni nell’Atac (l’azienda di trasporto pubblico romano).

CONTINUA A LEGGERE L’ARTICOLO SUL TOTONOMINE IN CAMPIDOGLIO CLICCANDO SULLA FRECCIA

Nella giornata di ieri Francesco Storace, leader de La Destra, ha poi incontrato Alemanno per discutere di un possibile ingresso del suo partito nella maggioranza di governo capitolina. Il candidato di cui si è discusso è Dario Rossin, capogruppo del partito di Storace in Campidoglio. Per lui Alemanno sarebbe disposto – secondo indiscrezioni riportate dai giornali romani – a creare un assessorato apposito, quello alla Sicurezza. Il sindaco "sacrificherebbe" sull’altare dell’accordo con La Destra l’assessore al Personale Enrico Cavallari, pidiellino in quota An.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori