NUOVE BR/ Lettera di minacce ad Alemanno firmata Brigate Rosse

- La Redazione

Una lettera di minacce contro Alemanno, Marcegaglia, Ichino, Sacconi, Ionta, Marroni e D’Alema è stata recapitata oggi alla redazione dell’agenzia Adn Kronos. È firmata “Per il comunismo, Brigate Rosse – nucleo Galesi per la costruzione del Fronte antimperialista combattente”.

brigaterosse_R400
Foto: Imagoeconomica

La redazione dell’agenzia di stampa Adn Kronos ha ricevuto questa mattina una lettera minatoria contro il sindaco di Roma Gianni Alemanno, il giuslavorista Pietro Ichino, il presidente di Confindustria Emma Marcegaglia, il ministro Maurizio Sacconi, il capo del Dap Franco Ionta, il Garante dei diritti dei detenuti del Lazio Angiolo Marroni e il presidente del Copasir Massimo D’Alema.

La missiva riporta la firma “Per il comunismo, Brigate Rosse – nucleo Galesi per la costruzione del Fronte antimperialista combattente”. La sigla “nucleo Galesi” era già stata utilizzata per inviare minacce ad Angiolo Marroni e per rivendicare l’attentato contro un’associazione di carabinieri in congedo in zona Montesacro, a Roma.

CONTINUA A LEGGERE L’ARTICOLO SULLE MINACCE AD ALEMANNO CLICCANDO SULLA FRECCIA

La lettera è pervenuta all’agenzia in busta chiusa, con il timbro delle poste di Fiumicino. L’Adnkronos ha allertato la Digos, che sta svolgendo gli accertamenti del caso.

 

Mario Galesi, esponente delle nuove Br che partecipò agli omicidi Biagi e D’Antona, venne ucciso nel 2003 in una sparatoria in treno contro le forze dell’ordine. Nella sparatoria, che coinvolse anche la brigatista Nadia Desdemona Lioce, perse la vita il sovrintendente della Polizia ferroviaria Emanuele Petri.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori