IMPRESE/La Cdo di Roma e Lazio elegge il nuovo presidente, Marcello Piacentini

- La Redazione

La Compagnia delle opere elegge Piacentini come nuovo presidente, che riparte dal «sostegno alle aziende e alla rete di imprenditori come occasione di condivisione di esperienze ed opportunità»

Cdo_RomaLazio
Il logo della Cdo Roma e Lazio

La Compagnia dei soci di Roma e del Lazio ha proceduto ieri all’elezione del nuovo presidente. L’assemblea si è espressa unanimemente nel designare per il delicato ruolo Marcello Piacentini, consigliere della Camera di Commercio di Roma. Piacentini succede al dott. Claudio Di Luzio, che ha guidato negli ultimi anni una realtà sempre più vivace e vitale che riunisce centinaia di imprese del tessuto economico romano e laziale.

«Piacentini, 49 anni, è dottore commercialista e partecipa attivamente al Consiglio
Direttivo della CDO da oltre 10 anni – si legge nel comunicato diffuso dall’ufficio stampa – È membro di consigli di amministrazione e di  collegi sindacali di primarie aziende. Dal 2010 è presente nel consiglio della Camera di Commercio di Roma e nel cda di Tecnoborsa».
Concludendo il suo intervento successivo alla formalizzazione dell’elezione, Piacentini ha ricordato che «il sostegno alle aziende  nell’accesso al credito, la rete tra gli imprenditori, come occasione di condivisione di  esperienze ed opportunità, ed il sostegno al lavoro sono tra i punti fondamentali che rappresenteranno l’impegno nella società civile del Consiglio Direttivo e di tutti gli associati della CDO che vorranno coinvolgersi».

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO SULL’ELEZIONE DEL NUOVO PRESIDENTE DELLA CDO DI ROMA E LAZIO

Il nuovo presidente assume l’incarico in un momento delicato per la città, dopo la crisi di giunta che ha investito l’amministrazione Alemanno.

 

La CDO Roma e Lazio nasce nel 1999 ed associa oggi circa 1500 piccole e medie imprese, situate principalmente nelle province di Roma e di Frosinone. La sua attività consiste principalmente nel favorire lo sviluppo della rete tra le aziende associate, le quali sono motivate a mettersi assieme per condividere esperienze, progetti, sostenersi e realizzare business.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori