CRIMINE/ Abusivi, maxi-retata a Termini: 3 arresti e più di cento controlli

- La Redazione

È stata un’operazione massiccia quella che ha portato all’arresto di tre taccheggiatori e a numerose multe contro ambulanti e parcheggiatori abusivi.

stazione_termini_romaR400
Foto: Imagoeconomica

Un’operazione contro la piccola criminalità nell’area della stazione Termini ha portato ieri all’arresto di tre ladri, a una denuncia e a cinque multe contro venditori ambulanti e parcheggiatori abusivi. Sono stati più di cento le persone controllate dai Carabinieri della Compagnia Roma Centro e dell’ottavo Reggimento Lazio, nel corso di una retata finalizzata a frenare il fenomeno dell’abusivismo commerciale, dello spaccio di droga e a limitare i reati contro le persone e il patrimonio.

Sono state arrestate due donne di cittadinanza georgiana, di 27 e 35 anni, colte in flagrante mentre rubavano vestiti da un negozio di abbigliamento all’interno della stazione. Le due taccheggiatrici, che simulavano una gravidanza con gli indumenti trafugati, hanno tentato la fuga ma sono state fermate dagli agenti.

CONTINUA A LEGGERE DELLA RETATA A TERMINI CLICCANDO SULLA FRECCIA

Fermato anche un rumeno di 24 anni, che aveva con sé capi rubati per un valore di 220 euro sottratti da un negozio della stazione. La refurtiva dei tre furti è stata restituita ai proprietari.

 

Multato poi, in via Marsala, un senegalese di 37 anni: chiedeva denaro per il parcheggio agli automobilisti, in un’area di sosta a pagamento (strisce blu). Multe anche per quattro bengalesi, di età compresa tra i 21 e il 44 anni, venditori abusivi nei dintorni della stazione. Sequestrata tutta la merce dei quattro ambulanti. Sono stati poi fermate e "fotosegnalate" decine di persone sprovviste dei documenti di identità.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori