AUTOSTRADE/ Matteoli: pedaggi su A3 e Gra, esenzioni per i pendolari

- La Redazione

Dopo l’annuncio dell’Anas sull’introduzione di pedaggi per il Raccordo anulare di Roma e per un tratto della Salerno-Reggio Calabria, il ministro Matteoli promette sconti speciali per i pendolari.

traffico_autoR375
Foto: Imagoeconomica

Continua a far discutere l’introduzione di pedaggi su alcune tratte autostradali a gestione Anas. Dopo l’annuncio che anche il Grande raccordo anulare di Roma e un tratto dell’autostrada A3 Salerno-Reggio Calabria diventeranno a pagamento, il ministro dei Trasporti Altero Matteoli ha annunciato esenzioni per i pendolari che viaggiano ogni giorno per motivi di lavoro.

La proposta del ministro arriva dopo che il presidente della provincia di Roma Nicola Zingaretti (Pd) ha promesso di promuovere un ricorso al Tar contro i pedaggi sul Gra. La nuova tassa, ha detto Zingaretti, sarebbe un provvedimento preso «sulla pelle di cittadini, pendolari, studenti e aziende». Il sindaco di Roma Gianni Alemanno e la presidente del Lazio Renata Polverini hanno dichiarato che sosterrebbero il ricorso.

Da qui dunque la proposta di Matteoli di esentare i pendolari dal pedaggio.

CONTINUA A LEGGERE L’ARTICOLO CLICCANDO SULLA FRECCIA

Il ministro ha prima di tutto chiarito che una decisione definitiva non è ancora stata presa, e che si attende un decreto del presidente del Consiglio. In secondo luogo, con una nota del ministero, Matteoli ha rassicurato: «Desidero precisare e ribadire che il pedaggiamento di alcune tratte autostradali, gestite da Anas, prevederà esenzioni per i pendolari», per chi utilizza l’autostrada con frequenza per ragioni di lavoro e di studio e per chi – come nel caso del raccordo anulare di Roma – la utilizza per spostarsi in ambito cittadino.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori