TRASPORTI/ Alemanno e Aurigemma in metro dall’Anagnina all’Eur: “Cambiamo volto all’Atac”

- La Redazione

Una giornata da pendolari per il sindaco e l’assessore ai trasporti. «È il primo di una serie di incontri coi lavoratori del servizio pubblico», spiega Aurigemma.

operaio_metropolitanaR400
Foto Imagoeconomica

Si sono alzati di buon ora e hanno preso la metro insieme ai pendolari che ogni giorno attraversano Roma sui mezzi pubblici. Il sindaco Gianni Alemanno e il nuovo assessore alla Mobilità Antonio Aurigemma hanno percorso stamattina in metropolitana il tragitto dall’Anagnina all’Eur, con soste in alcune stazioni per seguire l’andamento dei cantieri e incontrare il personale del trasporto pubblico.

I due amministratori hanno perlustrato le stazioni di San Giovanni e Termini sulla metro A: nella prima sono in corso lavori di ampliamento, per la creazione del nuovo snodo di scambio tra le linee A e C; a Termini  viaggiatori devono seguire un lungo percorso alternativo, nel passaggio tra la linea A e la B, a causa di lavori di ammodernamento della struttura. Alemanno e Aurigemma si sono fermati ai due capolinea a parlare con i macchinisti, e hanno incontrato i lavoratori dei due cantieri visitati.

CONTINUA A LEGGERE DELLA GIORNATA DI ALEMANNO E AURIGEMMA SUI MEZZI PUBBLICI, CLICCA SULLA FRECCIA

Aurigemma ha spiegato: «Non è un incontro una tantum ma saranno diversi appuntamenti in altrettanti cantieri e stazioni del trasporto pubblico», perché «vogliamo capire fino in fondo come mettere in moto una vera e propria rivoluzione sul trasporto pubblico locale che possa portare a servizi più efficienti e a un’azienda senza ombre». Un segnale forte di discontinuità da parte della nuova giunta nei confronti del caso parentopoli, che ha investito prepotentemente l’azienda del trasporto pubblico.

 

«Bisogna dare una scossa all’Atac», ha detto Alemanno. «Serve più personale che stia in prima linea e meno amministrativi». «C’è in atto una grande trasformazione – ha proseguito il primo cittadino – e quando si trasforma ci sono mesi di cantieri e difficoltà. Anche l’Atac è in trasformazione, perché vogliamo fare in modo che cambi volto nei prossimi mesi».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori